Saturday, January 28, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Jasmine “andovai se il biglietto non ce l’hai”?

La “Sardina Capa” aveva dichiarato – “Se Giorgia Meloni diventa presidente del Consiglio io devo lasciare la Nazione”. A Catanzaro si procede alla raccolta fondi per consegnare la cifra occorrente a Jasmine Cristallo per trasferirsi ovunque desideri al di fuori dei confini nazionali, sempre che abbia coraggio e voglia di mantenere la sua promessa!


dalla Redazione Catanzarese del Quotidiano l’italiano

CATANZARO – Secondo le ultime voci provenienti da “Chi l’ha vista?“… Jasmine Cristallo si troverebbe nella sua residenza entro le mura del capoluogo calabrese a meditare su quale meta scegliere per il suo trasferimento all’estero. Secondo altre indiscrezioni si troverebbe nella Capitale a lavorare per ritagliarsi un posto all’interno del nuovo PD che sorgerà dopo il ritorno a Parigi di Enrico Letta che come sempre “sta sereno” (come suggerì “San Matteo” Renzi dopo averlo defenestrato da Presidente del Consiglio) e nel frattempo studia le mosse per mettere in pratica la ritirata strategica.

La “capessa” delle “sardine“, sfigatissimo movimento brancaleonesco dove i dirigenti han gareggiato per esaltare il proprio quoziente intellettivo in una gara che ha stupefatto gli scienziati italiani, ha spiega i motivi del sit-in posto in essere davanti al Nazareno (la sede del PD): “L’implosione del Pd nuoce alla possibilità di creare un fronte largo che possa arginare le destre“. Ha dichiarato ai cronisti interessati più che altro al suo sorriso e alla sua avvenenza che alle sue idee

Quando si registrarono le dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario del Pd le Sardine accorsero a Roma per sollecitare l’incontro con il Partito Democratico e già in quell’occasione lei e altri “capitoni” del banco rifacentesi alle specie sottomarine si espressero pressappoco così: “Chiediamo a tutti di fare un passo in più la crisi del Pd è parte della ricostruzione di un campo progressista, di cui abbiamo disperatamente bisogno. Al Nazareno si sta costruendo il futuro del centrosinistra. La crisi scoppiata all’interno del Pd, infatti riguarderebbe “tutti quelli che guardano a sinistra e le dimissioni di Zingaretti, infatti, potrebbero portare all’avanzata della parte destra del Pd (che, a detta della Sardina Jasmine, sarebbe stata rappresentata in quel preciso momento proprio da Renzi e Bonaccini).

“È la parte sinistra del Pd quella che ci interessa- spiegò Cristallo – non i renziani o i destri. Bonaccini? È ovvio che io sto andando lì al Nazareno per evitare che possa avere la meglio Bonaccini, e che possa diventare segretario. Lui è un destro per quanto mi riguarda, è un liberale“.

E su Bonaccini, che aveva rinnegato il merito delle Sardine nella sua riconferma a governatore, Cristallo ebbe a precisare: “​Noi ci siamo resi conto che la posta in ballo era molto più alta della riconferma di Bonaccini: dovevamo fermare l’avanzata delle destre a trazione salviniana, e non potevamo permettere che il leader della Lega arrivasse con lo scalpo della regione ‘rossa’ da sempre“.

Dal punto di vista nazionale, poi, il Pd rappresenta “un partito importante” e di peso nella maggioranza. Per questo, “quello che sta accadendo ora all’interno del Partito Democratico non può lasciarci indifferenti, perché l’implosione del Pd in questo momento, l’approccio di guerre tribali che è in atto, non può che nuocere alla possibilità di creare un fronte largo che possa arginare le destre”. Una paura che coinvolge “tutti quelli che hanno un approccio alla sinistra non possono non pensare che una cosa che riguarda il Pd non riguardi tutti”.

E il timore di un cambio di rotta verso destra è così forte da aver scatenato le dure parole di Jasmine Cristallo contro Giorgia Meloni: “Noi ci auguriamo che il Pd possa dialogare con Leu, con i 5 Stelle, con la società civile, con i movimenti per creare un fronte largo per porre un argine alla deriva populista e sovranista – aveva dichiarato la “Sardina Capa” a Nextquotidiano, per poi concludere – “Se Giorgia Meloni diventa presidente del Consiglio io devo lasciare la Nazione“.

A Catanzaro si procede alla raccolta fondi per consegnare la cifra occorrente a Jasmine Cristallo per trasferirsi ovunque desideri al di fuori dei confini nazionali, sempre che desideri mantenere la sua promessa!

Jasmine Cristallo durante una delle sue apparizioni al popolo sardiniano
Testatina rossa

Comments


Lascia un commento