Wednesday, May 22, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


La prima assemblea sindacale all’interno di una Caserma dell’Arma dei Carabinieri si terrà a Palermo, presso il Comando Legione Carabinieri Sicilia

“In Sicilia, regione in cui i Carabinieri si stanno distinguendo per i risultati conseguiti in termini di contrasto alla criminalità e vicinanza alla popolazione – concludono i due esponenti sindacali –   convinti di avviare un dialogo leale e costruttivo, concorderemo con il Comandante della Legione Sicilia, Generale di Divisione Rosario Castello, che ringraziamo, una serie di incontri cadenzati in seno ai nove Comandi Provinciali e alle cinquanta Compagnie Carabinieri della Sicilia”.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

PALERMO – La prima assemblea sindacale all’interno di una Caserma dell’Arma dei Carabinieri si terrà a Palermo, presso il Comando Legione Carabinieri Sicilia.

A darne notizia sono i vertici regionali del Nuovo Sindacato Carabinieri Sicilia, associazione professionale a carattere sindacale riconosciuta dal Ministero della Difesa il 15 novembre del 2022. 

È stata proprio la sigla a indire l’assemblea generale, in programma a partire dalle 11:30.

“Come previsto dall’articolo 10 della Legge 46 del 28 aprile 2022 – spiegano Toni Megna e Igor Tullio, rispettivamente segretario generale e regionale della sigla sindacale – i militari si riuniranno: sarà la prima volta in Italia dalla nascita dell’Arma dei Carabinieri, corpo istituito il 13 luglio del 1814”.

Grande emozione, anche perché l’incontro si terrà a Palermo, nei locali del Comando Legione Sicilia.

Una limitata rappresentanza dei dirigenti di tutte le segreterie della Sicilia del Nuovo Sindacato Carabinieri, recentemente eletti, si confronterà a porte chiuse all’interno della Legione Sicilia.

Ordine del giorno: materie di competenza delle associazioni professionali a carattere sindacale tra militari, grazie alla direttiva diramata lo scorso 29 marzo dal Comandante Generale dell’Arma Teo Luzi, che detta le disposizioni operative che consentono ai Carabinieri di riunirsi all’interno dei luoghi di lavoro.

“Siamo molto soddisfatti  – dichiarano Toni Megna e Igor Tullio – per i primi obiettivi già raggiunti a seguito degli appelli che abbiamo rivolto alle istituzioni e al nostro Comandante Generale Teo Luzi”.

“Crediamo – proseguono – che il 17 aprile 2023, data in cui si terrà la prima assemblea sindacale all’interno di una Caserma dell’Arma, sarà un giorno di coesione, unità e condivisione di valori istituzionali e un nuovo inizio in termini di partecipazione innovativa per l’Arma dei Carabinieri”.

“Un evento di importanza storica – sottolineano   i segretari – che ci consentirà di iniziare a svolgere pienamente le mansioni sindacali, in attesa dell’emanazione dei decreti attuativi della Legge 46 del 28 aprile 2022”.

“Un punto – precisano – su cui si era già impegnato il Ministro Guido Crosetto, disponibile a ultimare rapidamente il percorso che condurrà a una nuova fase di piena operatività delle associazioni a carattere sindacale”.

“Si tratta – puntualizzano ancora Toni Megna e Igor Tullio – di un evento epocale: ringraziamo le istituzioni e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi, già Comandante Provinciale dell’Arma di Palermo, che sta guidando, da protagonista, un cambiamento memorabile per l’Arma e che rappresenta un esempio per le altre Forze Armate”.

Quella del prossimo 17 aprile sarà la prima di una serie di assemblee che si terranno in tutto il territorio nazionale.

“In Sicilia, regione in cui i Carabinieri si stanno distinguendo per i risultati conseguiti in termini di contrasto alla criminalità e vicinanza alla popolazione – concludono i due esponenti sindacali –   convinti di avviare un dialogo leale e costruttivo, concorderemo con il Comandante della Legione Sicilia, Generale di Divisione Rosario Castello, che ringraziamo, una serie di incontri cadenzati in seno ai nove Comandi Provinciali e alle cinquanta Compagnie Carabinieri della Sicilia”.

Assemblee a cui potranno partecipare tutti i Carabinieri delle province dell’isola, usufruendo delle dieci ore annue stabilite dallo Statuto dei Lavoratori. 

Igor Tullio e Toni Megna

Comments


Lascia un commento