Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


La primavera delle “Case di riposo” – Stop all’Ageismo approda in Francia

JAMAIS PLUS d’AGISME” (Stop All’Ageismo) che ha destato non poca curiosità per l’originalità del termine e del contenuto anche se va ancora una volta sottolineato : è un termine e concetto notevolmente datato in quanto un neuro-psichiatra americano Robert Neil Bluter l’ha ideato e contestualmente spiegato anche ai non addetti ai lavori nel lontano 1969

By L'Italiano , in Uncategorized , at 28/03/2024

di Gianfranco Simmaco dalla Redazione Centrale del Quotidiano l’Italiano

NIZZA – Come ogni anno in Primavera è stato organizzato un incontro riservato agli specialisti del settore (geriatri ed operatori sanitari che lavorano in tale ambito: infermieri, psicologi, fisioterapisti); incontro che si è tenuto a Nizza il 21 Marzo appunto il giorno d’ingresso della Primavera .

I temi trattati sono stati pertinenti alle malattie neuro-degenerative   (Malattia di Alzheimer e non solo ); ciò che è interessante che tale malattie con un corredo sintomatologico molto importante ( ansia, depressione, insonnia , a volte anche aggressività auto ed eterodiretta) non necessariamente vanno  curate con farmaci ma anche con terapie non farmacologiche ossia interventi ad opera di psicologi.

 “Nel corso del convegno – ha precisato il dott. prof. Alberto D’?’Ettorre – ho avuto modo di presentare il mio libro “ JAMAIS PLUS d’AGISME” (Stop All’Ageismo) che ha destato non poca curiosità per l’originalità del termine e del contenuto anche se va ancora una volta sottolineato : è un termine e concetto notevolmente datato in quanto un neuro-psichiatra americano Robert Neil Bluter l’ha ideato e contestualmente spiegato anche ai non addetti ai lavori nel lontano 1969. Ciò che ha colpito i geriatri ed operatori para-sanitari presenti è stato un passaggio nel libro ove si parla della Fragilità  , che è  uno:

  • spartitraffico fra la persone “ Anziane ma autonome e quindi paragonabili a persone anche piu’ giovani di parecchi anni. Se la fragilità, per essere messa in evidenza , deve far riferimento a cinque criteri messi in evidenza nel mio libro e nello specifico :
  • perdita di peso involontaria  ( > od uguale al 5% negli ultimi 12 mesi
  • riduzione della velocità del cammino
  • facile affaticabilità nello svolgimento delle attività quotidiane
  • riduzione dell’attività fisica nella sua frequenza settimanale
  • riduzione della forza muscolare

“Nella mia esposizion , e questo succedeva la prima volta, inserivo far i fattori di rischio della fragilità l’AGEISMO ,in quanto “ l’esilio sociale forzato” marginalizza le persone anziane , influenzando il loro stato di salute e la speranza di vita” ha spiegato il prof. D’Ettorre.

Quindi far scivolare le persone anziane nella fascia della fragilità propedeutica poi alla parziale o totale dipendenza dagli altri non ci pensano solo i fattori collegati con lo stato di salute, con la situazione economica, l’ambiente familiare in cui si vive ma anche per… la PRIMA VOLTA da me sottolineato ci pensa anche l’AGEISMO , la discriminazione contro le persone non piu’ produttive ed in tal modo che “ i privilegiati dalla Natura , a causa della perseverante archiviazione , tendono a fare sempre meno vita di relazione, minore attività fisica, e gradualmente si impigriscono fisicamente e mentalmente. Per inoltrarsi nella zona fragilità e gradualmente nella fase ancora piu’ critica  , quella della dipendenza.

Nel corso dell’esposizione ha precisato il prof. D’Ettorre che partecipera il 18 e 19 Giugno a TOULOUSE al 12° congresso francofone sulla fragilità del soggetto anziano con una relazione dal titolo “DANGER: AGISME EN COURS” che tradotto significa PERICOLO: AGEISMO IN CORSO.

Alberto D’Ettorre il medico italiano autore del libro Stop All’Ageismo, edito da Titani Editori approdato in Francia e tradotto per i lettori d’oltralpe. Sotto la copertina della versione francese

Un momento della conferenza tenuta dal prof. D’Ettorre autore di “Jamais plus d’Agisme” a Nizza, Il volume è la traduzione della versione italiana “Stop all’Ageismo” edito in Italia e in Francia da Titani Editori

Comments


Lascia un commento