Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


La “squadra” del Rotary: creiamo speranza nel mondo nel segno del cambiamento

Si incastona in un momento prezioso per i club di tutto il mondo la visita ufficiale del Governatore 2023-24 Maria Carla Ciccioriccio al Rotary Club di Roma, accolta dalla sua Presidente Maria Luisa Piras. Si è infatti appena conclusa nella capitale la tre giorni del Rotary International “Rome Rotary Institute 2023”, che ha visto confrontarsi rotariani europei e non solo su mission, sviluppo e progettualità della nota Associazione.


Maria Carla Ciccioriccio, Governatore Distretto 2080 del Rotary International,

in visita ufficiale al Rotary Club di Roma

di Gianfranco Simmaco dalla Redazione Centrale per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Sono circa 1,4 milioni i soci Rotary, e nell’evento romano i loro rappresentanti hanno incontrato istituzioni e società civile per aggiornarsi sulle esigenze delle comunità locali e internazionali, dato vita ad eventi formativi per i futuri leader dell’associazione, immaginato nuovi modi per ampliare il coinvolgimento dei soci per un sempre maggiore impatto delle azioni benefiche nel mondo. Un esempio tangibile di questo impatto è stato testimoniato da Bashas Asfour col progetto “End Polio Now”: l’eradicazione della malattia resta una delle priorità del Rotary, che ha fin qui aiutato ad immunizzare contro la polio oltre 2,5 miliardi di bambini in 222 Paesi. In un clima quindi di particolare attenzione sul Rotary e di ascolto da parte dei suoi soci, Maria Carla Ciccioriccio martedì scorso, insieme al Segretario Distrettuale Alessandro Dente, all’Assistente del Governatore, Francesco Baglio, ha incontrato la Presidente del Rotary Club di Roma Maria Luisa Piras, gli altri suoi vertici e l’intero Consiglio Direttivo, affrontando i temi di pianificazione strategica delle future azioni. Fin qui gli interventi del Rotary Club di Roma sono stati soprattutto in ambito e sociale e in particolare rivolti ai giovani, come l’importante iniziativa delle borse di studio istituite: 5 per il proseguimento negli studi di alunni delle scuole medie, 3 per gli studenti delle superiori per l’iscrizione universitaria a facoltà ad indirizzo scientifico e 3 per le tesi di laurea e master in ambito ingegneristico/architettonico. L’apice della visita ufficiale del Governatore si è toccato tuttavia in serata, durante il partecipato incontro con tutti i soci del Club e le loro famiglie.  

Il curriculum rotariano di Maria Carla Ciccioriccio, – “socia dal 2006, “Grande Donatore” dal 2018 – 1° Livello, membro della “Paul Harris Society“ dal 2016, “Benefattore” della Fondazione Rotary,  PHF 9 ( 3 rubini) – parla da solo e testimonia, accanto ad un impegno personale crescente in Italia e all’estero a favore del Rotary, l’adesione a quegli intenti che lei stessa aveva evidenziato come prioritari nella sua relazione programmatica: parole-chiave come continuità, pace, speranza e, soprattutto, cambiamento, da “mettere a terra” nelle azioni delle diverse Commissioni, con l’aiuto della “squadra” formata da tutti i soci “uniti dall’amicizia rotariana”. Lo ha ribadito nel corso del suo intervento dove ha descritto la sua visione del Rotary come quella di “una ruota che gira in equilibrio tra continuità e cambiamento”, proattiva attraverso i progetti di una organizzazione che mai come oggi deve essere inclusiva, senza confini, aperta a sinergie con chiunque aiuti a massimizzare l’impatto delle azioni intraprese. Quindi continuità nei valori e nelle azioni già intraprese, come quella del contrasto alla polio; pace da perseguire con azioni concrete come fatto in Ucraina; speranza da dare agli altri, a chi vive un disagio sociale. Un esempio concreto l’impegno sul tema della salute mentale, con a breve un primo appuntamento in Senato in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mondiale.

La Presidente del Rotary Club di Roma, Maria Luisa Piras, ha dal canto suo condiviso l’emozione per la visita ufficiale del Governatore, occasione per i Club per fare il punto sul proprio operato e immaginare nuovi obiettivi, nel caso del Club romano sempre con un occhio attento verso le nuove generazioni. E gratitudine per una comunità di soci sempre ricettiva e disponibile, senza l’impegno della quale ogni sforzo nella direzione del tema presidenziale 2023-24 – Creiamo speranza nel mondo –, presentato il 9 gennaio scorso da Gordon McInally, Presidente del Rotary International – che ha da ultimo presieduto i lavori del recente “Rome Rotary Institute 2023” –, sarebbe vano.

Maria Carla Ciccioriccio – Maria Luisa Piras

Comments


Lascia un commento