Friday, February 3, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro – Calcio – Al “Ceravolo” per la Befana c’é qualcuno che ballerà la Tarant…ella!

I record della prima parte di stagione e i numeri strabilianti sono sotto gli occhi di tutti, come i 90 punti totalizzati nell’anno solare davanti a Napoli e Reggiana ed evidenziato da “transfermarket”, ma ora bisogna riprendere la marcia fin da subito per raggiungere al più presto l’obiettivo. In vista della sfida al Taranto abbiamo analizzato i precedenti tra le due squadre, una gara ormai diventata una classica nel girone C di Lega Pro oggi e nella vecchia serie C un tempo. Sono 47 i precedenti tra Catanzaro e Taranto, di cui 43 in campionato tra serie B (22 occasioni), serie C (15) e serie C/2 (6), 1 in Coppa Italia e 3 in Coppa Italia di serie C. I numeri riportano 21 vittorie per il Catanzaro con 61 reti siglate, 17 pareggi e solo 9 vittorie per il Taranto con 38 reti realizzate. 


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Benvenuto 2023 per il Catanzaro che si tuffa subito nella seconda, fondamentale, parte di stagione ospitando al sabato tra le mura amiche del “Ceravolo” l’insidioso Taranto. Giornate di riposo ma anche di lavoro per i calciatori giallorossi durante le vacanze natalizie che hanno dovuto svolgere i fatidici “compiti a casa” prima della ripresa svolta questa settimana con gli allenamenti in gruppo in vista di questo primo appuntamento dell’anno. I record della prima parte di stagione e i numeri strabilianti sono sotto gli occhi di tutti, come i 90 punti totalizzati nell’anno solare davanti a Napoli e Reggiana ed evidenziato da “transfermarket”, ma ora bisogna riprendere la marcia fin da subito per raggiungere al più presto l’obiettivo. In vista della sfida al Taranto abbiamo analizzato i precedenti tra le due squadre, una gara ormai diventata una classica nel girone C di Lega Pro oggi e nella vecchia serie C un tempo. Abbiamo ripercorso la gara di andata dello “Iacovone” con il tris in trasferta della truppa Vivarini e anche la gara dello scorso anno al “Ceravolo” con la vittoria firmata da Cianci, Vandeputte e Vazquez. Tra nuove partnership per l’U.S. Catanzaro, con i comunicati ufficiali della società di via Gioacchino da Fiore e, infine, il nostro ricordo per la scomparsa di “O Rei” Pelè rivivendo la sfida di 50 anni fa tra il suo Santos e il Catanzaro del presidentissimo Nicola Ceravolo. 

CATANZARO-TARANTO AI RAGGI X: I PRECEDENTI TRA LE DUE SQUADRE

Sono 47 i precedenti tra Catanzaro e Taranto, di cui 43 in campionato tra serie B (22 occasioni), serie C (15) e serie C/2 (6), 1 in Coppa Italia e 3 in Coppa Italia di serie C. I numeri riportano 21 vittorie per il Catanzaro con 61 reti siglate, 17 pareggi e solo 9 vittorie per il Taranto con 38 reti realizzate. Le due società si sono affrontate la prima volta il 20 Dicembre del 1931 nel campionato di I° Divisione ?C gir. F, quando l’incontro della 10° giornata disputato in Puglia terminò a favore degli ospiti per 4-1, con le reti di Ferrè al 3’ minuto, il momentaneo pareggio di Pellarin al 35’ e i gol di Landoni (39’) Ferrari (61’) e ancora Ferrè (85’) a suggellare una vittoria importante per le Aquile. In campionato l’ultimo incontro si è svolto nella gara di andata quando il Catanzaro sbancò lo “Iacovone” di Taranto grazie alle reti di Sounas e Biasci (doppietta).  In campionato, in casa il Catanzaro ha ospitato il Taranto per 21 volte, suggellando una supremazia territoriale e conquistando 12 vittorie con 36 reti fatte, 8 pareggi e 1 sola sconfitta risalente peraltro al campionato di I° Divisione ?C gir. F 1931-32, subendo solo 12 gol. L’ultima volta al Ceravolo i giallorossi hanno conquistato una vittoria per 3-0,  Ottobre 2021 nel campionato di Lega Pro ?C gir. C con le reti di Cianci, Vandeputte e Vazquez su calcio di rigore. Nelle ultime 6 occasioni al Ceravolo, si contano 3 vittorie del Catanzaro, 3 pareggi e nessuna sconfitta, con 9 reti a favore dei giallorossi e 3 dei rossoblù pugliesi.

ALL’ANDATA IL CATANZARO DOMINA IL TARANTO ALLO “IACOVONE”: LA CRONACA DEL MATCH

Il Catanzaro ne fa tre allo “Iacovone” al malcapitato Taranto e bissa la vittoria dell’esordio col Picerno portandosi a quota sei punti in classifica. Netto successo della banda Vivarini che già nel primo tempo hanno chiuso la pratica, realizzando tutte e tre le reti, e mettendo k.o. la squadra di Di Costanzo. A nulla è valso per i padroni di casa lanciare dal primo minuto l’ex giallorosso Saveriano Infantino, resosi comunque pericoloso in qualche occasione prima di uscire nella ripresa. Ottimo seguito di tifosi giallorossi al seguito, partiti con ogni mezzo da Catanzaro, e non solo, pe raggiungere la Puglia. Avvio di primo tempo con il Catanzaro subito a voler fare la partita e già al 5′ pericoloso con una conclusione dalla distanza di Tentardini respinta in angolo. Al 7′ colpo di genio di Iemmello con Russo che mette fuori. Al 10′ azione show di Sounas in area di rigore che si beve tre avversari prima di concludere in goal e far esplodere il settore ospiti. Catanzaro meritatamente in vantaggio. Al 17′ il bis giallorosso con Biasci. Tiro secco da fuori area sotto il sette e bis dei giallorossi, che dominano la gara in lungo e in largo. Anche il Taranto prova a farsi vedere dalle parti di Fulignati, pericolosa incursione in area di Romano e Infantino sul filo del fuorigioco, presunto off-side non ravvisato e difesa giallorossa che sbroglia in qualche modo. Al 22′ ancora una grande giocata di Iemmello che porta al tiro di Vandeputte ma la conclusione del belga è alta. Al 25′ Labriola serve Infantino che prova la conclusione ma il suo tiro finisce sul fondo. Si arriva alla mezz’ora di gioco con il Catanzaro che amministra bene il risultato e anzi sembra non voler affondare ulteriormente perché riesce ad arrivare facilmente a rete con un buon giro palla. Ancora il Taranto insidioso dalle parti di Fulignati con Romano ma il portiere giallorosso si fa trovare pronto. Al 40′ l’ex Infantino ci prova con un diagonale ma Fulignati non si fa sorprendere e respinge. Al 42′ ecco il goal che chiude l’incontro. Un delizioso tocco sotto di Biasci in area vale la doppietta per l’attaccante ex Padova e il tris definitivo per il Catanzaro. Termina così il primo tempo e, di fatto, anche la partita. Nella ripresa subito il Catanzaro continua a spingere e già dopo due minuti di gioco Vandeputte è lanciato a rete, non serve Iemmello meglio appostato, ma la sua conclusione è alta. Al 50′ Tommasini sotto misura spedisce alto davanti a Fulignati, dagli sviluppi di un calcio piazzato. Al 67′ Martinelli è poco reattivo su Tommasini che gli sfugge e costringe Fulignati ad un grande intervento. Girandola di cambi da entrambe le parti, il Taranto per provare a rimettersi in gara mentre il Catanzaro per far rifiatare qualcuno in vista della sfida di mercoledì in casa col Latina. Al 76′ Iemmello si invola verso la porta ma Granata lo ferma con un provvidenziale intervento davanti a Russo. Un minuto dopo tacco illuminante ancora di Iemmello che libera Bombagi al tiro. Conclusione alle stelle! Al minuto 84 doppia occasione per il subentrato Cianci in area, con il primo tiro in cui gli manca l’impatto col pallone mentre la seconda conclusione finisce sul fondo. E’ l’ultimo sussulto di una gara che il Catanzaro doveva vincere per dar seguito al buon esordio in campionato e prender sempre più consapevolezza di essere la squadra da battere.

LO SCORSO ANNO AL “CERAVOLO” UN TRIS CON CIANCI PROTAGONISTA:

IL RACCONTO DE “L’ITALIANO”

Bello, convincente ma soprattutto vincente il Catanzaro di mister Calabro che batte nettamente il Taranto degli ex Giovinco e Riccardi al “Nicola Ceravolo”. Finisce tre a zero per i giallorossi una sfida mai in discussione e largamente dominata dalla squadra di casa, alla terza vittoria consecutiva. Prima del match una bella iniziativa della società del presidente Floriano Noto che ha personalmente omaggiato, insieme al DG Diego Foresti, la famiglia dell’ex portiere giallorosso Daniel Leone, prematuramente scomparso, con una maglia ricordo.  Tornando alla gara, il match parte subito con un avvio sprint del Catanzaro. Ci prova Bombagi con un buon inserimento in area su assist di Carlini ma è fallo in attacco. Applausi per i giallorossi dagli spalti in questo avvio con un Catanzaro ordinato in campo ed elegante nel palleggio. Welbeck recupera palla, inserimento perfetto di Verna che calcia di piatto destro verso l’angolino, Chiorra si oppone ma non può nulla su Cianci che la mette dentro a porta vuota. Ma l’assistente alza la bandierina, fuorigioco e goal annullato. Il Catanzaro disegna calcio in avvio con alcuni lanci perfetti di Martinelli dalle retrovie e di Welbeck in mezzo al campo oltre agli ispiratissimi Rolando e Vandeputte sugli esterni. Gran giocata di Rolando e cross per Bombagi che prova la conclusione volante ma viene contrastato da Benassai. Ancora fallo in attacco del 10 giallorosso. Assolo dalla sinistra di Vandeputte, rientra sul destro per calciare e palla a fil di palo. Calcio d’angolo per il Catanzaro, batte il solito Vandeputte per Scongamillo, che è forse l’ultimo a toccare, ma palla che finisce nettamente alta. Scambio Vandeputte-Rolando ancora da corner, il 23 giallorosso si libera alla conclusione che finisce di poco a lato. Il Taranto si fa vedere in area giallorossa, cross dalla sinistra di Giovinco (fratello del più noto Sebastian, ex Juventus), Martinelli svirgola e favorisce il pallonetto di Labriola che finisce alto. Lo stesso Martinelli ci prova in fase offensiva con una conclusione al volo ma la palla è intercettata quasi sulla linea e poi facile preda di Chiorra. Ancora Giovinco a rendersi pericoloso, decisamente in palla dopo un avvio di gara con qualche errore in fase di palleggio, sfugge ancora a Martinelli che lo stende appena fuori area. Ammonito il capitano giallorosso  e punizione calciata dallo stesso Giovinco e deviata dalla barriera in angolo. Dal minuto 34 al 36 uno due micidiale del Catanzaro che prima si porta in vantaggio con Cianci e poi raddoppia con Vandeputte. Il goal del vantaggio nasce da un tiro di Vandeputte dalla distanza respinto da Chiorra, sulla ribattuta ci prova Bombagi ma a chiudere in rete è il bomber di Bari Vecchia, al suo secondo goal in giallorosso. Il raddoppio, invece, è l’ennesimo assolo di Vandeputte con uno splendido tiro a giro che finisce in fondo al sacco per la gioia dei tifosi sugli spalti. Lo stesso Vandeputte ci proverà poco dopo di testa dagli sviluppi di un calcio di punizione, respinta miracolosa di Chiorra ma l’arbitro ravvisa il fuorigioco. Ultimo sussulto del primo tempo è una ghiotta occasione per il Taranto. Saraniti da solo in area ci prova con un tiro al volo ma è centrale e Branduani la mette in angolo. Si va al riposo sul due a zero per i padroni di casa. Ripresa che inizia con qualche buon fraseggio da entrambe le parti nei primi quindici minuti, ma entrambe le difese arginano bene gli spunti offensivi dei rispettivi reparti avanzati. Carlini per Vandeputte in area Taranto ma la conclusione dell’esterno giallorosso è alta e fuori misura. Occasione Taranto! Palla che attraversa tutta l’area di rigore dalla sinistra e doppia chance per Saraniti che, prima di testa e poi di piede, viene intercettato da Vandeputte, utilissimo anche in fase difensiva. Il Catanzaro si fa pericoloso con Rolando dalla destra, ottimo cross per l’accorrente Bombagi che di testa centra la traversa. E’ sempre Giovinco il più pericoloso dei suoi, discesa dalla fascia destra e conclusione da fuori area. Branduani c’è e spedisce in angolo. Occasione per il Catanzaro. Vandeputte mette in mezzo la sfera per Vazquez che a porta vuota, ma contrastato in maniera decisiva, la manda alta di prima intenzione. Ma si rifarà “El Cabezon” giallorosso procurandosi un penalty dopo un ottimo pressing in area avversaria, costringendo l’ex Riccardi al fallo da rigore. Lo stesso Vazquez si incaricherà della battuta, palla alla destra di Chiorra e corsa sotto la “Capraro” per il goal che chiude il match. Non ci saranno altre azioni degne di nota fino al triplice fischio, dopo quattro minuti di recupero. Per il Catanzaro la marcia è ben innestata. (L.F.)

TRE NUOVE IMPORTANTI PARTNERSHIP PER L’U.S. CATANZARO: LE NOTE STAMPA DELLA SOCIETA’

L’hair salon Paparazzo Parrucchieri sostiene il progetto dell’U.S. Catanzaro in qualità di sponsor ufficiale per questa stagione. Il titolare Antonio e il suo staff sono pronti ad accoglierti all’interno di un ambiente moderno, luminoso e con richiami naturali, e a prendersi cura dei capelli della propria clientela con la competenza e la cortesia che da sempre contraddistingue il salone sito in via Brigata 10. Il centro è specializzato in “Hair Extensions e Metodi di sfumature” garantendo risultati ottimali anche grazie all’utilizzo di marche e prodotti di primissima qualità come Lisap Milano e IAM4u. L’U.S. Catanzaro ringrazia l’hair salon Paparazzo Parrucchieri per la vicinanza al club e per il sostegno alla causa giallorossa.

ImpreEdil & Project Srl è sponsor delle Aquile anche per la stagione 2022/2023. Se già da un po’ stai pensando di rinfrescare il volto di casa tua, di rendere più accattivanti e funzionali gli ambienti del tuo ufficio, della tua azienda o realizzare la tua casa dei sogni affida al team di ImpreEdil & Project la progettazione di interni ed esterni per i tuoi spazi di vita o di lavoro. Ingegneri, architetti e interior designer specializzati saranno al tuo servizio studiare e realizzare le migliori soluzioni e allestimento per i locali della tua casa o del tuo ufficio. Un servizio che può riguardare interi locali e portare alla riqualificazione di case, ville, aziende ma anche di costruzioni più ampie e complesse come palazzi storici, chiese ed edifici sotto vincolo di conservazione storica. Il servizio di progettazione di interni ed esterni che vi garantisce la ImpreEdil & Project è pensato a 360 gradi. Ogni ambiente della casa può essere rivisitato: rendere la cucina più funzionale o il salotto più accogliente nella zona giorno, ma anche camere più confortevoli e bagni più comodi per la zona notte. Il tutto tenendo presente le esigenze di chi quell’ambiente lo vive tutti i giorni: genitori, ragazzi e bambini piccoli. Per elaborare al meglio le risposte alle vostre esigenze, la progettazione degli interni ed esterni prevede anche la realizzazione di rendering 3D per visualizzare in un ambiente virtuale un’anteprima del risultato, così da avere feedback immediati e poter effettuare variazioni prima dell’effettiva messa in opera. Lo staff dello studio di Sellia Marina si impegna sempre a consegnare il lavoro completato nei tempi e nei costi prestabiliti. L’U.S. Catanzaro ringrazia ImpreEdil & Project Srl per il sostegno e la vicinanza ai colori giallorossi anche per la stagione 22-23.L’U.S. Catanzaro è contenta di annunciare la partnership con la Mario Moniaci System S.r.l. per la stagione 22-23.

La Mario Moniaci System è specializzata, a Catanzaro e in tutta la provincia, nella vendita e nell’assistenza di un’ampia gamma di attrezzature dedicate alle realtà commerciali e alle imprese, tra cui bilance, registratori di cassa, sistemi di etichettatura, software di gestione e non solo. L’azienda, oggi rinomata e apprezzata in tutta la provincia di Catanzaro, si distingue per la qualità della strumentazione metrica messa a disposizione della clientela, nonché per i numerosi sistemi antitaccheggio, dispositivi per la lettura dei codici a barre e molto altro ancora. L’U.S. Catanzaro ringrazia l’azienda per aver creduto nel progetto giallorosso e per il concreto aiuto dimostrato in occasione di questa annata.

ADDIO AL RE DEL CALCIO PELE’: 50 ANNI FA IN AMERICA LA STORICA SFIDA TRA IL SANTOS E IL CATANZARO DELL’ERA CERAVOLO

25 giugno 1972: 50 anni fa il Catanzaro di Nicola Ceravolo sfidava Pelè e il suo Santos nel corso di una tournèe in America. I giallorossi calabresi, retrocessi al termine della prima storica stagione in serie A, si ritrovarono a sfidare il miglior calciatore del mondo, Pelè detto “O’Rei” per l’appunto, in una città del New Jersey (Jersey City) e in uno stadio pieno di emigrati calabresi. Uno stadio, il Roosvelt Stadium per esattezza, che alla fine si ritrovò quasi totalmente a tifare per il Catanzaro al grido di “Italia! Italia!” per quella che non fu solo una gara di calcio ma anche un’occasione per tutti gli italiani presenti di rimarcare la propria identità e appartenenza. Il Catanzaro ne uscì malconcio nel risultato contro un Santos nettamente superiore. I brasiliani, avanti addirittura per sei reti a zero, subirono il goal della bandiera del Catanzaro siglato da Gori, prima di chiudere il conto delle reti al 43′ della ripresa per il definitivo 7 a 1.

Pelé e il “presidentissimo Ceravolo

Pelè in quella sfida amichevole andò a segno due volte. Il goal di Gori resterà comunque nella storia giallorossa, per aver segnato al Santos di Pelè, e per lui che in quegli anni era un idolo della tifoseria giallorossa, che ancora oggi ne ricorda le gesta. Gori, detto “Goriceddhu” per la sua bassa statura, era un’ala tornante molto svelta e agile e fu proprio lui a pennellare per la testa di Mammì il cross per lo storico goal vittoria nello spareggio col Bari che portò per la prima volta il Catanzaro in serie A. Inoltre, di quella sfida ne raccontò un curioso episodio lo storico massaggiatore giallorosso Masino Amato ad una testata nazionale online: “Io ero sempre pronto e scattante ad ogni minimo contatto in campo, era un mio vizio, e in occasione di un contrasto a metà campo tra Busatta, un altro nostro giocatore e Pelè sono andati a terra tutti e tre. Io entrai subito in campo dirigendomi da Pelè e i nostri calciatori mi chiamavano per andare da loro. Gli dissi “ma quando mi ricapita, ragazzi?”. A 50 anni di distanza, quindi, questo piacevole ricordo di storia giallorossa che per una volta si trovò al centro del mondo del calcio sfidando Pelè, il migliore di sempre insieme a Maradona.

Gli auguri della società giallorossa a tutti i tifosi e gli appassionati dell’US Catanzaro 1929

Comments


Lascia un commento