Tuesday, November 29, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro – Il Catanzaro si gioca a Monopoli il record dei risultati utili positivi

La squadra di Vivarini resta al second posto ma il Bari guadagna la vittoria e ora la distanza è ristabilita a sette punti. Un match dominato dal fattore campo pesante e acquitrinoso e dallo “stramaledetto” “monaco di Monza” che regala un penalty ai locali


di Riccardo Colao (Direttore del Quotidiano l’Italiano)

MONOPOLI – Se è vero che “non sempre si può vincere” e che “bisogna saper perdere” i trecento (tutti “giovani e forti“) tifosi giallorossi sugli spalti avrebbero – come del resto pure quelli che hanno assistito on line alle fasi di Monopoli-Catanzaro – preferito un risultato diverso a conclusione di questa gara disturbata da troppe contrarietà.

Diciamocelo francamente e senza mezzi termini: non è stata la partita che ci attendevamo per l’occasione che avrebbe potuto dare un taglio alla distanza con la capolista Bari. Era evidente che non ci si trovava di fronte l’ultima della classe e che gli avversari erano da considerare temibili e difficili da trattare. Quattordici vittorie non si fabbricano per caso… e la gara avrebbe dovuto essere preparata con maggiore convinzione e concentrazione.

E infatti già alla fine del primo tempo al Veneziani tra Monopoli e Catanzaro si andava nello spogliatoio con il vantaggio dei neroverdi sui giallorossi per 2 reti a 1.

Che cosa era accaduto? In breve. Al gol realizzato, a freddo, da Borrelli al 1 minuto quando praticamente tutto ci si sarebbe attesi tranne che il Catanzaro andasse in svantaggio, aveva reagito poi Biasci con un colpo di testa che – sei minuti in là – al 7’, riportava in equilibrio il match.

Dopo la botta e la risposta con l’altrettanto botto, non eravamo in molti ad attendere un’ulteriore reazione giallorossa e la situazione appariva magari difficile per i neroverdi. Poi Tremolada, “Il malefico monaco di Monza”, al 16’ decideva che l’intervento di De Santis in area, su un pallone sbilenco e melenso, inseguito ma non controllabile, valeva il calcio di rigore e un cartellino giallo per il difensore “calabro”. Calciava a destra Mercadante, Nocchi si tuffava a sinistra e il Monopoli estraeva dai cartellini delle probabilità quello di tornarsene, poco meritatamente, in vantaggio.   

Il Catanzaro andava alla ricerca del nuovo pareggio. Un bel colpo di testa di Scognamillo veniva sventato platealmente da Loria, quindi assistevamo ad una serie di arrembaggi neroverdi che avrebbero potuto portare far male a chiunque. Azioni rapidi, calciatori velocissimi, tra questi Guiebre Abdoul Razack, nativo del Burkina Faso, spina nel fianco della nostra difesa che – causa manto erboso scivoloso – si ritrovava in varie occasioni in affanno.

A dominare le fasi di gioco due fattori. Il primo: campo reso un acquitrino al punto da rendere difficili le applicabilità agli schemi di Vivarini, offriva priorità e corridoi agli uomini di Alberto Colombo. Dotati probabilmente di tacchetti più idonei alla giornata con grinta e marcature doppie se non triple riuscivano quasi sempre ad anticipare o spezzare la produttività catanzarese.

Il secondo: l’esplicita richiesta di aiuto da parte dei tifosi del Bari (e forse anche di qualcuno che colleziona club) di fermare, in qualsiasi modo, la “folle corsa” del Catanzaro visto che il Monopoli mai potrebbe – nelle more dei prossimi incontri –  infastidire i galletti. Per i “Monopolisti”  le aspirazioni mirano ad un onestissimo e meritatissimo terzo o quarto posto.

Logico che con i risultati parziali provenienti dagli altri campi (Bari vincente sulla Virtus e Avellino sulla Paganese) Vivarini avrebbe dovuto rielaborare le carte e puntare ad un gioco meno lento e più veloce sulle fasce senza lasciare troppo il possesso e l’iniziativa ai locali.

Il Monopoli tra le società di Lega Pro Girone C che più sta sorprendendo tifosi, puntava proprio sul centrocampista Abdoul Guiebre, per stanare la “vice-capolista” ed era un peccato che Vivarini non intuisse che proprio da questo atleta proseguivano a sopraggiungere i guai peggiori della giornata infelice già dal primo istante.

Una volta accertato che non si sarebbe più potuto puntare all’ennesima vittoria appariva del tutto sintomatico che si dovesse limitare i danni mirando almeno ad impattare anche perché perveniva la notizia dell’insperato 1 a 1 della  Virtus Francavilla al San Nicola di Bari che poi come “nelle favole” (per loro) e negli incubi per le Aquile, si tramutava nel 2 a 1 vincente.

Così la capolista finiva per godersi il primato a 62 punti e il Catanzaro a 55 perdeva forse per sempre in questo torneo la chance di riagguantarlo proprio a una settimana dal big match che avrebbe potuto rimettere ogni cosa in discussione.

I tre punti conquistati oggi dal Monopoli con la vittoria “di rigore” serviranno a poco: il quinto posto aprirà loro l’accesso ai play off ma non certamente nella posizione privilegiata come quella riservata a chi si classificherà secondo e – miracoli a prescindere – ormai appare chiaro che non sarà possibile, per i giallorossi, (interrompono la serie positiva e beccano la quinta stramaledetta sconfitta dell’anno), avere ulteriori chance per ribaltare il verdetto.

Peccato, per i tifosi e per Vivarini…ma lo scrivevamo in apertura“: non sempre si può vincere” e “bisogna saper perdere”… Mentre tornano delusi a casa quelli che erano i “trecento giovani e forti“… e anche per loro e per il sacrificio di una trasferta infame non ci sentiamo di aggiungere altro!

Riccardo Colao

IL TABELLINO DI MONOPOLI – CATANZARO 2 – 1

MONOPOLI: Loria L., Arena M., Bizzotto N., Borrelli G. (dal 45′ st Rossi A.), Bussaglia A., Guiebre A.,  Mercadante M., Piccinni M. (dal 40′ st Langella C.), Starita E. (dal 37′ st Grandolfo F.), Vassallo F. (dal 45′ st Morrone B.), Viteritti O.. A disp.: Guido M., D’Agostino M., Grandolfo F., Langella C., Morrone B., Natalucci A., Nina C., Novella M., Pambianchi F., Quaini A., Rossi A.
CATANZARO: Nocchi T., Bayeye B. J. (dal 15′ st Bjarkason B. S.), Biasci T. (dal 29′ st Carlini M.), Cinelli A., De Santis S., Fazio P., Scognamillo S., Sounas D. (dal 15′ st Iemmello P.), Vandeputte J., Vazquez F. (dal 29′ st Cianci P.), Verna L. (dal 40′ st Bombagi F.). A disp.: Branduani P., Romagnoli A., Bjarkason B. S., Bombagi F., Carlini M., Cianci P., Gatti R., Iemmello P., Tentardini A., Welbeck N.
Reti: al 1′ pt Borrelli G. (Monopoli), al 7′ pt Biasci T. (Catanzaro); al 16′ pt Mercadante M. (Monopoli)

Comments


Lascia un commento