Sunday, April 2, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Luciano Salce: l’ironia è una cosa seria allestita presso il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma

Regista umorista, regista e autore di commedie, Salce è stato infatti anche “regista di attrici” e creatore di personaggi femminili memorabili, nell’ambito del nostro cinema di commedia. Proprio grazie alla sua direzione, alcune interpreti come Monica Vitti e Catherine Spaak, Maria Grazia Buccella e Anna Mazzamauro hanno rivelato qualità e caratteri che hanno segnato un punto di svolta nelle rispettive carriere: hanno costruito volti, corpi, caratteri e personaggi entrati nell’immaginario collettivo dello spettatore italiano del Novecento.


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Termina il 27 ottobre la mostra Luciano Salce: l’ironia è una cosa seria allestita presso ilMuseo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Lo fa con un insolito appuntamento che riepiloga un aspetto particolare della sua carriera, spesso rimasto in ombra: “Come ho imparato ad amare le donne. Le donne nel cinema di Salce” che si terrà nella Sala della Fortuna del Museo, affronta infatti il rapporto che legò l’artista Salce ai personaggi e agli interpreti femminili delle sue opere. 

Alle ore 16.00 un incontro moderato da Marco Giusti e Luca Pallanch vedrà come protagoniste Enrica Bonaccorti, Barbara Bouchet, Maria Grazia Buccella, Orchidea De Santis, Gabriella Giorgelli e sarà l’occasione per ricordare i momenti e le occasioni che le hanno legate a Luciano Salce durante la loro vita e la loro attività artistica.

Regista umorista, regista e autore di commedie, Salce è stato infatti anche “regista di attrici” e creatore di personaggi femminili memorabili, nell’ambito del nostro cinema di commedia. Proprio grazie alla sua direzione, alcune interpreti come Monica Vitti e Catherine Spaak, Maria Grazia Buccella e Anna Mazzamauro hanno rivelato qualità e caratteri che hanno segnato un punto di svolta nelle rispettive carriere: hanno costruito volti, corpi, caratteri e personaggi entrati nell’immaginario collettivo dello spettatore italiano del Novecento. E non solo. L’incontro di chiusura della Mostra diventa quindi occasione imperdibile per ascoltare dalla viva voce di chi ne ha incrociato il percorso artistico ed esistenziale come effettivamente, sul set e nella vita, l’ironico e sardonico Salce ebbe modo di “imparare ad amare le donne”. 

Come ho imparato ad amare le donne. Le donne nel cinema di Salce.

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia  – Piazzale di Villa Giulia 9 Roma 

27 ottobre 2022 – h 16.00 – con Enrica Bonaccorti, Barbara Bouchet, Maria Grazia Buccella, Orchidea De Santis, Gabriella Giorgelli

Moderatori Marco Giusti e Luca Pallanch

LUCIANO SALCE 1922/2022 – IL CENTENARIO 

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia  – Piazzale di Villa Giulia 9 Roma 

dal 6 al 27 ottobre 2022  – Orari: dalle ore 10 alle ore 19. Chiusa il 14 ottobre e tutti i lunedì  La Mostra è inclusa nel costo del biglietto d’ingresso ai Giardini di Villa Giulia (4 euro) – Proiezioni a ingresso gratuito – Una mostra a cura di Emanuele Salce e Andrea Pergolari  – Ideazione Scenografica: Marianna Sciveres ed Enrico Serafini 

MUSEO NAZIONALE ETRUSCO DI VILLA GIULIA 

Direttore: Valentino Nizzo  – Ufficio Mostre: Maria Paola Guidobaldi (Responsabile), Vittoria Lecce  – Assistenza per l’allestimento: Maria Paola Guidobaldi, Pasquale De Bellis, Stefano Frusone  – Ufficio Concessioni: Anna Tanzarella  – Ufficio Tecnico: Angela Laganà  – Servizio Conservazione: Miriam Lamonaca  – Area Legale e Amministrativa: Emilio Pennacchio, Daniele Giannunzio, Cinzia Baragatti  – Comunicazione e Ufficio Stampa: Anna Tanzarella con Luca Mazzocco e Francesca Montuori  – Servizio Accoglienza e Vigilanza: Pasquale De Bellis e Patrizia Guglielmotti (Coordinatori) 

 Luciano Salce e Barbara Bouchet
con Paolo Villaggio e Enrica Bonaccorti
Luciano Salce con Gabriella Giorgelli

Comments


Lascia un commento