Friday, April 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Napoli: sul Lungomare regnano gli abusivi. Lui parcheggia l’auto in garage (tempo 2 ore) pretendono 16 euro per restituirgli la vettura

Mentre nel capoluogo campano pullulano parcheggiatori allegri come nel film di Totò presidente della SPA (Società Posteggiatori Abusivi) c’é anche chi è in regola ma bastona i clienti in ragione di 8 euro ora per una sosta al coperto. Alla faccia del bicarbonato di sodio!


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

NAPOLI – Mentre nel capoluogo campano pullulano parcheggiatori allegri come nel film di Totò presidente della SPA (Società Posteggiatori Abusivi) c’é anche chi è in regola ma bastona i clienti in ragione di 8 euro ora per una sosta al coperto. Alla faccia del bicarbonato di sodio, avrebbe commentato il principe Antonio De Curtis… Ma ci faccia il piacere, aggiungiamo noi, questo garagista che ha applicato alla lettera la proposta del PD relativa al salario minimo di almeno 9 euro ora…

La notizia. Un iscritto al sindacato Federazione Nazionale Lavoratori, presieduto dal dott. Giuseppe Alviti ci comunica che per una passeggiata sul lungomare essendo stato costretto a parcheggiare la sua auto in un garage sul lungomare a Napoli, visto che tutte le zone a parcheggio strisce blu erano occupate e presidiate da ” truppe di parcheggiatori abusivi” mai si sarebbe aspettato che al ritorno dopo 1 ora e mezza abbondante di tempo gli avrebbero richiesto quasi 18 euro (iva esclusa) per poterla ritirala, Veramente una cifra oraria esosa: quasi nove euro ora, una sorta di “rapina” eufemisticamente parlando.

Giuseppe Alviti noto attivista sindacale napoletano e divulgatore sociale è stato categorico appena appresa la notizia poiché in un periodo storico dove i lavoratori della vigilanza privata guadagnano meno di 4 euro a ora e si lotta per il salario minimo “siamo costretti ad” estorsioni ” commerciali non controllate e sanzionabili nella terza città d’ Italia”.

otto euro ora per parcheggiare una vettura in garage a Napoli

“Ad Horas chiediamo un valido controllo del territorio da parte di tutte le forze dell’ ordine sia per questi gestori commerciali malandrini e soprattutto per l’ illegalità diffusa che regna a Napoli ;Ieri sera il lungomare di Napoli era terra di nessuno dove i parcheggiatori abusivi erano i Re incontrastati in bella compagnia dei venditori di chincaglieria falsificata – ha dichiarato il nosto sindacalista per poi aggungere – “Il Sindaco di Napoli in primis con i suoi assessori fantasma deve subito porre rimedio convocando Prefetto e Questore di Napoli ,ciò che abbiamo visto ieri più i morti che ci sono stati ci bastano a dichiarare che attualmente Napoli e’ una città governata dall’ antistato e in stato di guerra che merita essere militarizzata”. Queste le conclusioni dell leader sindacale della Fnl.

Giuseppe Alviti ( Fnl) e’ don Ciotti

Comments


Lascia un commento