Friday, February 3, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Palazzo Strozzi Nel tuo tempo, la più grande mostra mai realizzata in Italia dedicata a Olafur Eliasson, uno degli artisti contemporanei più originali e visionari della nostra epoca

La mostra è stata ideata da Studio Olafur Eliasson, e promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi. Main Supporter: Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Intesa Sanpaolo, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. 163.000 Visitatori e Bilancio Record


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

FIRENZE – Si è chiusa ieri domenica 22 gennaio a Palazzo Strozzi Nel tuo tempo, la più grande mostra mai realizzata in Italia dedicata a Olafur Eliasson, uno degli artisti contemporanei più originali e visionari della nostra epoca. Curata da Arturo Galansino, l’esposizione è stata il risultato del lavoro diretto dell’artista sugli spazi di Palazzo Strozzi con installazioni storiche e nuove produzioni, che ne hanno sovvertito la percezione, impiegando l’edificio stesso come strumento per creare arte.

La mostra ha raggiunto il risultato di 163.000 visitatori, ponendosi come una delle mostre di maggior successo in Italia nel 2023 e contribuendo, con le esposizioni Donatello, il Rinascimento e Let’s Get Digital!, al risultato di oltre 340mila partecipanti alle mostre di Palazzo Strozzi nell’arco degli ultimi 12 mesi.

«Con la sua straordinaria creatività Olafur Eliasson ha trasformato Palazzo Strozzi in un luogo di partecipazione e condivisione con opere talvolta quasi impercettibili a volte di forte impatto. Oltrepassando i confini e i limiti fisici di uno spazio, ha messo in discussione la nostra distinzione tra realtà, percezione e rappresentazione» – dichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi e curatore della mostra  «Siamo davvero soddisfatti del successo di questa mostra che ha coinvolto in modo inclusivo 163.000 persone. Questo straordinario risultato premia il lavoro della Fondazione e del suo modo di “fare mostre”, sempre ricercando un dialogo con i propri pubblici e stimolando un confronto diretto con il nostro palazzo, motore propulsore di energia, creatività e valore tramite l’arte e la cultura».

Dalle analisi sui visitatori della mostra emerge un forte ritorno del pubblico turista (italiano e straniero, che soggiorna in città almeno una notte) che ha rappresentato il 38% del totale visitatori (oltre 60.000 presenze) e del pubblico escursionista (proveniente da aree al di fuori di Firenze e provincia che visita la città in giornata) pari a circa 65.000 visitatori.  Tra questi circa il 50% (80.000 persone) dichiara di essere venuto a Firenze appositamente per visitare la mostra a Palazzo Strozzi, generando un importante ricaduta sull’economia locale.
Rilevante anche la partecipazione del pubblico locale, residente nell’area metropolitana di Firenze, che rappresenta il 22% del totale visitatori, pari a oltre 35.000 persone.

Grande la partecipazione del pubblico under 30, che rappresenta il 35% del totale dei visitatori, e che dimostra la capacità di Palazzo Strozzi di avvicinare i giovani all’arte e alla cultura. Circa il 40% di loro dichiara di aver visitato Palazzo Strozzi per la prima volta in occasione della mostra e il 20% ha conosciuto l’artista proprio grazie all’esposizione manifestando un altissimo gradimento nei confronti dell’esperienza di visita (98% gradimento positivo).
Straordinaria anche la presenza pubblico delle famiglie, come testimonia la vendita record di oltre 5.000 biglietti famiglia, pari a oltre 14.000 presenze totali, la grande partecipazione ai laboratori e il successo del Kit Famiglie, speciale materiale sviluppato per visitare la mostra con giochi e attività utilizzato da 3.500 famiglie.

È stato inoltre confermato l’impegno e il successo della Fondazione Palazzo Strozzi per rendere le proprie mostre sempre più accessibili attraverso eventi, attività e progetti per tutti i pubblici, svolte a partire dal Maria Manetti Shrem Educational Center. Da segnalare in particolare A più voci per persone con Alzheimer, Sfumature per giovani e adulti autistici, Connessioni per disabilità intellettive e disagio psichico, e Corpo libero, un percorso di danza dedicato all’inclusione delle persone con Parkinson. Queste attività dedicate all’accessibilità hanno coinvolto oltre 600 partecipanti.

La mostra Nel tuo tempo ha inoltre mantenuto una costante attenzione in termini di visibilità sui maggiori social network, con quasi 10 milioni di visualizzazioni dei contenuti e dei profili social della Fondazione (Facebook, Instagram, TikTok, Twitter e LinkedIn) generando quasi 130.000 interazioni tra like, commenti e condivisioni su tutte le piattaforme. Su Instagram si registrano i risultati più sorprendenti con oltre 1.2 milioni di persone coinvolte. Si segnala, infine, che proprio durante il periodo di apertura della mostra la community social di Palazzo Strozzi ha raggiunto il numero di 230mila follower, con 100mila follower sia su Facebook che su Instagram.
Le installazioni di Olafur Eliasson hanno affascinato e ammaliato i visitatori i quali hanno condiviso il loro punto di vista sui propri profili social. Oltre 100mila foto e video sono state pubblicate online con gli hashtag #NelTuoTempo e #PalazzoStrozzi e poi raccolte dal Social Wall della mostra presente nel cortile e sul sito di Palazzo Strozzi, andando così a costruire un racconto corale della mostra attraverso i canali digitali.
Durante il periodo della mostra il sito www.palazzostrozzi.org è stato visitato da oltre 400mila utenti per un totale di quasi 2 milioni di pagine visualizzate, un dato record rispetto alle mostre passate, che conferma l’impatto mediatico e popolare dell’artista e della mostra.

La mostra è stata ideata da Studio Olafur Eliasson, e promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi. Main Supporter: Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Intesa Sanpaolo, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi.
L’installazione per il cortile Under the weather (2022) è stata resa possibile grazie al sostegno della Fondazione Hillary Merkus Recordati nell’ambito del progetto Palazzo Strozzi Future Art.  Si ringrazia per il sostegno Maria Manetti Shrem e Città Metropolitana di Firenze.

Fondazione Palazzo Strozzi e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo si uniscono per celebrare le stelle dell’arte contemporanea a Firenze CONFERENZA STAMPAGiovedì 2 marzo ore 11.00

Firenze, Palazzo Strozzi

Dal 4 marzo 2023 Fondazione Palazzo Strozzi presenta Reaching for the Stars. Da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boakye, mostra, curata da Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, che propone una selezione di opere dei più importanti artisti contemporanei internazionali, tra cui Maurizio Cattelan, Sarah Lucas, Damien Hirst, Lara Favaretto, Cindy Sherman, William Kentridge, Berlinde De Bruyckere, Josh Kline, Lynette Yiadom-Boakye, Rudolf Stingel celebrando a Firenze i trent’anni della Collezione Sandretto Re Rebaudengo, una delle più famose e prestigiose collezioni italiane d’arte contemporanea.

Reaching for the Stars esplora le principali ricerche artistiche degli ultimi cinque decenni attraverso una costellazione di opere che verranno esposte in tutti gli spazi di Palazzo Strozzi, dal Piano Nobile alla Strozzina, con una speciale nuova installazione per il cortile rinascimentale. Tra pittura, scultura, installazione, fotografia, video e performance, il progetto esalta il dialogo tra Palazzo Strozzi e l’arte contemporanea proponendo ai visitatori un percorso alla scoperta delle grandi stelle dell’arte globale degli ultimi anni insieme a uno sguardo alle più giovani generazioni.

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Main Supporter: Fondazione CR Firenze. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Intesa Sanpaolo, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi.

Comments


Lascia un commento