Sunday, March 3, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Portal of Light by Emilio Ferro – La prima installazione temporanea di light art mai realizzata ai piedi delle Piramidi di Giza porta la firma di Emilio Ferro

Dal 27 ottobre al 30 novembre 2022, Emilio Ferro presenta Portal of Light, un’installazione temporanea site-specific ideata dal light artist per “Forever Is Now II”, la grande mostra organizzata da Art D’Égypte/Culturvator all’ombra delle Piramidi.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

Alle porte del Cairo, il sito archeologico di Giza, patrimonio mondiale dell’UNESCO, diventa luogo di sperimentazione dialogo tra generazioni e culture.

L’evento inaugurale sarà sabato 29 ottobre.

Emilio Ferro utilizza la luce, il suono e la scultura per articolare un’esperienza artistica unica e disegnare un percorso capace di attraversare la storia e lo spazio. L’installazione site-specific “Portal of Light” esplora l’immaginario dell’Antico Egitto attraverso una riflessione sul tema della Soglia e della Luce: la prima, in quanto ponte tra il mondo dei vivi e quello dei morti; la seconda, come elemento a cui associare il culto del Sole, con divinità come Iside Ra.

Ispirata a due antichi papiri, il Libro dei Morti e il Libro dell’AmduatPortal of Light si sviluppa seguendo l’orientamento dei punti cardinali e il mutare della luce del sole durante il giorno. Due parallelepipedi in metallo seguono la perfetta inclinazione delle tre piramidi di Giza: il primo custodisce il corpo illuminante e genera un fascio di luce capace di attraversare il secondo portale, estendendo il suo raggio per centinaia di metri.

Durante la notte, gli spettatori potranno entrare nell’installazione, sotto il fascio di luce, seguendone la direzione: un’avventura immersiva per vivere il viaggio nel cielo notturno sulla barca del dio Ra, illustrato negli antichi papiri.L’opera potrà essere fruita anche durante le ore diurne, perché è stata progettata tenendo conto del tragitto del sole: la luce naturale sostituirà così la luce artificiale che illumina e caratterizza l’opera durante la notte, mentre una linea metallica posizionata a terra attraversa per venti metri le due strutture e indica la linea da percorrere durante il giorno.Completa l’installazione, un intervento sonoro ideato dall’artista per l’occasione: dopo aver registrato il vento che soffia sull’Altopiano di GizaEmilio Ferro ne ha campionato il suono per comporre la colonna sonora che abbraccia la sua opera. Casse direzionali, integrate nelle strutture, modulano l’esperienza del visitatore e creano un ulteriore livello narrativo che, grazie alla forza essenziale della luce, attraversa lo spazio architettonico e naturale circostante, innescando un nuovo confronto tra arte, paesaggio e storia.Portal of Light è parte della mostra collettiva Forever Is Now II, organizzata da Art D’Égypte/Culturvator,  in collaborazione con l’UNESCO e il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano. Sullo sfondo delle Piramidi di Giza, l’ultima rimasta delle Sette Meraviglie del Mondo Antico e oggi patrimonio UNESCO, il progetto riunisce le opere di 12 artisti internazionali tra cui Emilio Ferro, JR, eL Seed, SpY e Jwan Yosef. Un patrimonio culturale universale a confronto con pratiche artistiche contemporanee: “Forever Is Now II” esplora temi che vanno dal passato remoto al presente, per sognare il futuro dell’umanitàIl VIDEO dell’installazione sarà disponibile su richiesta da domani, 28 ottobre 2022
BIOEmilio Ferro è un artista italiano nato ad Alba (CN) nel 1988.Nei suoi lavori mescola luce, suono e arti visive, creando installazioni di light art per spazi pubblici, musei e fondazioni. Una visione poetica che, a partire dalla contemplazione del paesaggio naturale, si traduce in progetti capaci di distorcere la percezione della realtà dello spettatore, attraverso un sapiente uso di elementi tecnici innovativi, fino a creare un’esperienza artistica nuova, armonica e assoluta. 

Comments


Lascia un commento