Monday, April 15, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


«Quest’anno l’incremento è del 17% rispetto al 2022, passando da 23.999.467 a 28.079.378 persone che acquistano beni o servizi sul web, con una ripartizione geografica che vede prevalere il Nord Italia (44%) rispetto al Centro (29%) ed al Mezzogiorno (27%)» sottolineano gli specialisti dell’online travel agency Vamonos-Vacanze.it specializzata in viaggi di gruppo

AD ACQUISTARE ONLINE È IL 56,4% DEI MAGGIORENNI ITALIANI, CON UNA PREPONDERANZA DELLE DONNE (58,4%) RISPETTO AGLI UOMINI (54,2%)


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Ad acquistare online è il 56,4% dei maggiorenni italiani, con una preponderanza delle donne (58,4%) rispetto agli uomini (54,2%). È questa la fotografia della Web Economy italiana messa in evidenza dalla OTA Vamonos-Vacanze.it attraverso uno studio commissionato all’Istituto di Ricerca IRCM (www.ircm-ricerca.com).

Il dato è stato calcolato ponderando i valori assoluti delle rispettive popolazioni maggiorenni, che vede prevalere quella femminile (51,6%) rispetto a quella maschile (48,4%), rilevando quest’anno un incremento del 17% con riferimento ai cittadini che acquistano online rispetto al 2022, passando da 23.999.467 a 28.079.378 persone che acquistano beni o servizi sul web, con una ripartizione geografica che vede prevalere il Nord Italia (44%) rispetto al Centro (29%) ed al Mezzogiorno (27%).

Certo è che la Web Economy gioca un ruolo sempre più decisivo nel turismo: secondo l’indagine di Vamonos-Vacanze.it il 92% dei viaggiatori è influenzato dal web nel scegliere un viaggio ed il 75% dei viaggiatori usa esclusivamente il web per concludere l’acquisto.

«L’e-commerce tuttavia è trainato dal segmento degli acquirenti abituali18 milioni, un numero che rappresenta l’88% delle transazioni totali ed il 92% del valore totale degli acquisti online» commentano gli analisti di Vamonos-Vacanze.it.

Nelle previsioni del tour operator, il tutto si traduce quest’anno in un volume complessivo d’affari per il turismo online pari nel 2023 a 32 miliardi di euro: +14,5% rispetto ai 28 miliardi del 2022.

«Nell’ambito dei servizi il turismo è il settore principale: costituisce il 41,6% del totale del mercato digitale in Italia, che quest’anno vale 77 miliardi di euro. Mentre per quanto riguarda i prodotti sono soprattutto informaticatecnologia ed abbigliamento a trainare l’economia digitale» concludono gli esperti di Vamonos-Vacanze.it.

Comments


Lascia un commento