Friday, February 3, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Rivive nella canzone “Nel 2023” Dalida la cantante d’origini calabrese sfortunata nella vita sempre presente nell’Arte

Nata in Egitto, nella città Il Cario, il 17 gennaio 1933, Iolanda Cristina Gigliotti, in arte Dalida, era figli di genitori calabresi, precisamente di Serrastretta, provincia di Catanzaro.


di Romano Scaramuzzino per il Quotidiano l’Italiano

È proprio vero che gli artisti “rivivono” anche grazie alle loro opere. Ed è quello che sta avvenendo ultimamente per la nota cantante Dalida, pseudonimo di Iolanda Cristina Gigliotti.

La canzone da lei interpretata, nel 1969, dal titolo Nel 2023, è ormai virale sia perché legata, appunto, alla data dell’anno in corso, sia per il suo testo, da molti definito profeticoe nello stesso tempo, “catastrofico”. Ci ha pensato la piattaforma TikTok a far circolare il video della canzone, nel quale si vede Dalida interpretare in modo sublime Nel 2023, durante la famosa trasmissione televisiva Canzonissima del 1969, condotta da Johnny Dorelli, le Gemelle Kessler e Raimondo Vianello.

Anche i più giovani, tutti coloro, comunque, di qualsiasi età che non conoscevano questa canzone addirittura Dalida stessa, sono rimasti colpiti sia dal contenuto del canto che dalla recitazione dell’artista.

Più volte, nei commenti al video, su TikTok, ma anche su YouTube, si legge la parola inquietante. Da non intendersi in modo negativo ma come espressione sbalordita, ripetiamo, sia delle parole “profetiche” che sembrano anticipare proprio i nostri tempi, quelli del 2023, sia per come la grande Dalida, canta e interpreta il testo.

Dobbiamo precisare, però, che Nel 2023 è una cover del brano musicale In the year 2525, scritto da Rick Evans nel 1964 e poi cantata dal duo americano, Zager ed Evans, quatto anni dopo.  Questa canzone ebbe un grande successo in America, tanto da conquistare il primo posto nelle classifiche, superando artisti come Elvis Presley, Stevie Wonder e i Beatles.

Il testo di Nel 2023, pur rifacendosi a In the year 2525, è di Daniele Pace e la canzone fu anche interpretata da Caterina Caselli ma, obiettivamente, l’interpretazione di Dalida è superiore a quella dell’artista modenese.

Una, seppur brevissima biografia, su Dalida, ci corre d’obbligo farla.

Nata in Egitto, nella città Il Cario, il 17 gennaio 1933, Iolanda Cristina Gigliotti, in arte Dalida, era figli di genitori calabresi, precisamente di Serrastretta, provincia di Catanzaro.

Alla sola età di diciassette anni, Iolanda partecipò al concorso di bellezza Miss Ondine arrivando seconda. Questo le permise di varcare le porte del cinema, Una volta deciso di affermarsi nel mondo dello spettacolo, la nostra calabrese d’origini, andò in Europa, precisamente a Parigi. Era il 1954. E da quel momento si fece chiamare con il nome d’arte Dalila, all’epoca molto diffuso tra le ragazze del Cairo. Successivamente, su consiglio dello scrittore Machard, cambiò il nome in Dalida.

Dopo i primi successi discografici fu un susseguirsi di obiettivi positivi raggiunti nel mondo della canzone.

Abbiamo detto che molto sintetica è la nostra biografia su questa artista. Arriviamo, infatti, a quando Dalida, insieme a Luigi Tenco, nel Festival di Sanremo del 1967, canta Ciao amore, ciao.

La tragica morte di Tenco, avvenne proprio durante quel Festival, morte che ha numerose versioni, tra quelle più ufficiali il suicidio del cantante.

I due artisti erano legati da un profondo sentimento d’amore. Sconvolta dalla scomparsa di Tenco, Dalida tenterà di togliersi la vita il 26 febbraio 1967. Superato, apparentemente, questo episodio difficile della sua vita, Dalida, collezionerà, nell’ambito della discografia, un successo dopo l’altro.

Nella notte, però, del 2 e 3 maggio 1987, l’artista, dopo aver lasciato scritto su un bigliettino queste parole La vita mi è insopportabile. Perdonatemi  si toglierà la vita dopo aver assunto una grande dose di barbiturici.

Il 17 gennaio scorso, la cantante avrebbe compiuto 90 anni.

Il fascino, la bellezza, il carisma, la grande bravura canora e interpretativa della sfortunata artista calabrese, sta “rivivendo” con il video della canzone Nel 2023 le cui prime strofe recitano così:

“Nel 2000 io non so se vivrò

Ma il mondo cambierà

Il sole scenderà

Su di noi

Nel 2023, 23

Il mio cuore batterà fra le stelle…”

Ciao Dalida, sfortunata nella vita ma stella del canto che ancora brilla nel 2023.

cliccando su questo link potete ascoltare la canzone:

Romano Scaramuzzino

Dalida
testatina

Comments


Lascia un commento