Saturday, May 25, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Sla, al via corso formativo promosso da Aisla e Asp Reggio Calabria

(Adnkronos) – I pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (Sla) residenti a Reggio Calabria mancano soprattutto di supporto territoriale, specialmente per…

By L'Italiano , in News Regionali , at 10 Maggio 2024 Tag: ,

(Adnkronos) – I pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (Sla) residenti a Reggio Calabria mancano soprattutto di supporto territoriale, specialmente per quanto riguarda la gestione pneumologica e palliativa. Per affrontare questa problematica, l'Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla) e l'Azienda sanitaria provinciale (Asp) di Reggio Calabria hanno avviato da oggi un percorso formativo innovativo che si focalizza proprio sulle esigenze di questi pazienti. I professionisti coinvolti avranno così l'opportunità di approfondire gli aspetti disciplinari legati alle diverse fasi della malattia da docenti altamente qualificati. L'obiettivo finale è quello di migliorare l'assistenza fornita ai pazienti con Sla nella provincia di Reggio Calabria.  Il percorso formativo di Aisla e Asp Reggio Calabria sul Pdta Sla e la legge 219 del 2017 – nato dalla presa d'atto con Dldg n. 664 del 3 luglio 2023 del Pdta interaziendale per le Malattie neurologiche a interessamento neuromuscolare (Mninm) tra l'Asp di Reggio Calabria e il Gom BianchiMelacrino-Morelli – è rivolto a medici chirurghi, logopedisti, psicologici, infermieri, fisioterapisti, tecnici della riabilitazione ed esperti in ausili Caadm dell'Asp reggina. Il corso, spiega una nota, si articola in 8 moduli che offriranno approfondimenti ad ampio spettro sull'importanza di una presa in carico precoce e completa dei pazienti.  "Questo percorso formativo all'interno di un Pdta interaziendale – afferma Francesca Genovese, consigliere nazionale e presidente di Aisla Reggio Calabria – rappresenta un passo significativo verso una migliore qualità dell'assistenza per i pazienti affetti da Sla nella nostra comunità e dimostra l'impegno congiunto delle istituzioni e delle associazioni per affrontare questa sfida. Le risorse investite da Aisla Calabria sono importanti e ci auguriamo che i professionisti sappiano cogliere questa importante opportunità di crescita professionale loro offerta". Nel corso formativo verranno trattati argomenti legati alla gestione dei sintomi e delle complicanze della Sla, come la scialorrea, gli spasmi, la disfagia e l'insufficienza respiratoria, ma anche dell'utilizzo corretto dei dispositivi medici e delle tecnologie assistive. Saranno inoltre affrontati gli aspetti psicologici ed emotivi legati alla malattia, al fine di fornire un supporto adeguato ai pazienti e alle loro famiglie. Verrà quindi dedicato un modulo alla legge 219/2011 e alla Pianificazione condivisa delle cure, che garantisce l'autodeterminazione sulle opzioni di cura disponibili e il pieno rispetto dei propri diritti e della dignità della persona malata. La proposta formativa – dettaglia la nota – prevede un accompagnamento costante della durata di 3 anni, con tutoraggio svolto sulle équipe territoriali attraverso strumenti teorici e pratici, anche a distanza. Saranno coinvolti i migliori esperti dei centri di riferimento per la cura della Sla in Italia, al fine di formare i professionisti sanitari competenti nell'assistenza e nella gestione delle persone con questa patologia. "La formazione rappresenta l'anima della cultura aziendale – sottolinea Lucia Di Furia, direttore generale Asp Reggio Calabria – questo progetto rappresenta un passo significativo verso una migliore qualità dell'assistenza rivolta ai pazienti fragili affetti da Sla. L'azienda ha ritenuto importante impegnarsi, in maniera congiunta con Aisla Reggio Calabria, per organizzare un corso Ecm qualificato. L'obiettivo è garantire una formazione il più possibile completa per tutti i professionisti che assistono i pazienti affetti da Sla consentendo di attivare su tutto il territorio dell'Asp" reggina "il Pdta interaziendale, migliorando l'assistenza domiciliare nel rispetto della realizzazione della casa come luogo di cura". Il percorso formativo, che terminerà il 18 ottobre 2024, prevede lezioni in aula e darà diritto ai partecipanti a 50 crediti, riconosciuti a livello nazionale, confermando l'impegno dell'associazione nel fornire una formazione specializzata di alto livello. Dal 2008, infatti, Aisla offre formazione gratuita e specialistica sulla gestione e presa in carico delle persone con Sla. Ad oggi, ha realizzato 352 moduli di formazione in cui hanno partecipato 8.200 discenti. Solo nel 2022, sono stati formati 560 professionisti della salute. Ulteriori informazioni sono disponibili su aisla.it. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Comments


Lascia un commento