Thursday, December 1, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Terzo incontro di Autunno Letterario, II edizione, alla biblioteca di Cancello, Migliuso

Se come scrive Garcia Lorca “La poesia è follia” “La scrittura è magia” certamente è emerso in biblioteca. Una magia di cui abbiamo bisogno soprattutto approssimandoci elle feste natalizie di anni pandemici difficili.


dalla Redazione catanzarese del Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Si è svolto a Cancello, alla biblioteca comunale (polo di Angoli, Migliuso Cancello), il terzo appuntamento di Autunno Letterario, II edizione. La rassegna è ideata dall’associazione Itaca, presieduta da Federica Ricitano, diretta artisticamente dalla giornalista e scrittrice Daniela Rabia, e pienamente supportata dalla nuova  amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Muraca.

Ospiti graditissime dell’incontro sono state Rosalba Baldino, caporedattrice di Ten, con “Il sigillo di Francesco”(Falco editore) che chiude la sua trilogia dedicata al Santo paolano, Anna Laura Cittadino, Presidente GueCi con “Fiabe appese all’albero del mondo”(La Caravella editrice) e la poetessa al suo esordio Lovely Silipo con “Le pedine della scacchiera”(Fondazione Mario Luzi editore).Tre generi letterari vari, tre diverse età delle scrittrici, tre mondi complementari ed eterogenei che si sono incontrati dinnanzi a un pubblico attento e volitivo per divulgare l’amore per l’arte narrativa e per gli altri. Dopo i saluti istituzionali  della presidentessa di Itaca e del sindaco, la Baldino ha richiamato la sua ispirazione modulata sulla leggerezza calviniana e introdotto con brillantezza espositiva il suo protagonista Amir.

La Cittadino ha fatto riferimento alla nascita di GueCi, ai suoi testi, ai premi letterari, alle fiabe e alle favole e all’importanza di parlare di Calabria, concordando con le altre scrittrici sulla necessità di leggere autori e autrici calabresi.

Lovely Silipo, le cui poesie sono state lette da Martina, una ragazza dell’associazione, ha fatto sognare i giovani sul concetto di poesia e di paura il cui contrario, ha chiuso la moderatrice, non è solo il coraggio ma  il superamento di essa stessa, camminando a piccoli passi verso le mete prefissate. Il partecipatissimo momento letterario è stato gradito da tutti e prelude alla chiusura con un’ultima autrice il cui nome a breve sarà svelato sui canali social unitamente alla data e orario.

Se come scrive Garcia Lorca  “La poesia è follia” “La scrittura è magia” certamente è emerso in biblioteca. Una magia di cui abbiamo bisogno soprattutto approssimandoci elle feste natalizie di anni pandemici difficili.

Daniela Rabia

Comments


Lascia un commento