Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Umbria Jazz sulla rampa di lancio: si avvicina uno degli eventi di punta dell’estate musicale italiana, ovvero il 5O° di Umbria Jazz, la più longeva e popolare fra le kermesse dedicata al genere

Presso la Galleria Nazionale dell’Umbria ospiterà nelle sue sale una mostra fotografica che documenta alcuni degli episodi più importanti della storia del Festival, una collettiva dei fotografi che hanno documentato la manifestazione. Il manifesto ufficiale è “Jazz Cascade” di David Tremlett, artista visivo inglese

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Musica Rubriche Spettacolo , at 26/05/2023 Tag: , , ,

di Vittorio Pio per il Quotidiano l’Italiano

PERUGIA – Si avvicina uno degli eventi di punta dell’estate musicale italiana, ovvero il cinquantenario di Umbria Jazz, la più longeva e popolare fra le kermesse dedicata al genere, quella che è sempre stata un riferimento e che ha permesso di ammirare per le prime volte dal vivo tanti protagonisti del calibro di Bill Evans, Charlie Mingus, Sonny Rollins, Horace Silver, Keith Jarrett (dal fantastico concerto a Villalago alle ultime criticate esibizioni presso l’Arena di Santa Giuliana), Ornette Coleman, Elvin Jones, Charles Lloyd, Pat Metheny, Michael Brecker, Stan Getz, Gil Evans nelle favolose notti di San Francesco al Prato, Carmen McRae e Charlie Haden, fra molti altri. “Il cinquantesimo anniversario è un punto di arrivo e di ripartenza. Celebrarlo non significa adagiarsi sugli allori ma prendersi sulle spalle la responsabilità del futuro di uno straordinario patrimonio culturale da mantenere e tutelare”, ribadisce l’immarcescibile direttore artistico Carlo Pagnotta, che nel 1960, dopo un esperienza maturata al fianco di Adriano Mazzoletti nell’organizzare concerti, fonda il Jazz Club Perugia. Umbria Jazz sarebbe arrivata poi nel 1973 e da quel momento si è sviluppato un modello unico che ha coniugato la musica alla promozione territoriale e culturale, che ha fatto di UJ un riferimento assoluto anche al di fuori dei confini territoriali.

L’edizione che ne celebrerà il cinquantesimo compleanno si terrà a Perugia dal 7 al 16 luglio con 82 band, circa 550 artisti, oltre 230 eventi, undici location e due anteprime speciali, il 6 luglio: la prima alle 18.30 con “Uj4kids presents Bourbon Street al Borgobello”, la mezzanotte bianca del jazz con le scuole di musica di Perugia, la seconda sarà il concerto della Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri, in Piazza IV Novembre alle 21.30.

Quanto al cartellone brillano ovviamente le super star dell’Arena Santa Giuliana, con il debutto, alla bella età di  82 anni di Sua Maestà Bob Dylan e poi Stefano Bollani, Herbie Hancock e Brad Mehldau per onorare al meglio il pianoforte, quindi lo strepitoso quartetto di Branford Marsalis, il carismatico Ben Harper, Stewart Copeland ex batterista dei Police, che ne omaggerà la musica in versione orchestrale, il gran rientro di Paolo Conte ed il chitarrista rock-blues Joe Bonamassa, presentato in esclusiva nazionale come la formidabile cantante Rhiannon Giddens accompagnata dal chitarrista Francesco Turrisi. Ma in più ci saranno i concerti  di jazz più ortodosso al Teatro Morlacchi, le performance di piano solo alla Galleria Nazionale. In ordine sparso presso entrambe le ribalte ci troveremo molta qualità nei nomi di Bill Frisell (in fenomenale quartetto), Danilo Perez, Joey Baron & MixMonk, Marc Ribot,  l’aureo duo composto da Fred Hersch & Enrico Rava, il fenomenale Nduduzo Makhathini, Dado Moroni, Paolo Fresu, Enrico Pieranunzi, Massimo Moriconi, Ellade Bandini e Nico Gori in trio, Kenny Barron ancora in ispiratissimo quartetto,  Danilo Rea, Gianluca Petrella, Samara Joy e tanti altri. UJ completa il cartellone con i concerti gratuiti: la musica in piazza vive dei generi più popolari, swing, blues, soul, funky, gipsy con artisti da New Orleans ed il ritorno di Ray Gelato, uno dei  beniamini del pubblico delle piazze che ha sempre seguito con interesse i Funk Off, marching street band che gioca in casa. Grande spazio ai giovani con le Clinics del Berklee College di Boston, il Conad Jazz Contest, i concerti degli studenti jazz del Conservatorio e “UJ4KIDS“ per i più piccoli.

Dalla collaborazione Umbria Jazz e la Warner Music Italia verrà distribuita inoltre una compilation dedicata ai 50 anni della kermesse, con gli artisti presenti alle singole edizioni in tripla edizione sia vinile che cd e una versione scaricabile in versione digitale.

Presso la Galleria Nazionale dell’Umbria ospiterà nelle sue sale una mostra fotografica che documenta alcuni degli episodi più importanti della storia del Festival, una collettiva dei fotografi che hanno documentato la manifestazione. Il manifesto ufficiale è “Jazz Cascade” di David Tremlett, artista visivo inglese, mentre tutti gli altri dettagli, comprese le prevendite sono presenti su www.umbriajazz.it

Bill-Frisell-uj50
Bob Dylan

Comments


Lascia un commento