Friday, April 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


XXX edizione del Festival “Suoni e Colori” sarà una speciale performance dello strepitoso Hesu Guitar Quintet, diretto dal Maestro Ferdinando Lomanno

L’obiettivo è l’arte intesa come commistione di musica e pittura. Quindi suoni e colori, suoni e segni. Due mondi paralleli, due modi diversi di rappresentare la realtà. Troviamo, così, da un lato intensità, timbri, altezze; dall’altro colori, linee, superfici. Lomanno che ha dedicato tutta la sua vita allo sviluppo della cultura musicale fra i giovani, oltre ad essere un chitarrista classico di grande rigore e disciplina,  è anche un eccellente didatta. Attraverso la costituzione del Centro Culturale Obiettivo Musica, negli anni ha realizzato dei corsi di alto perfezionamento, tenuti da importanti musicisti di livello internazionale come Maurizio Colonna, Roland Dyens, Assad Duo, Alexander Frauchi e Los Angeles Guitar Quartet, fra gli altri e svariate iniziative di valore, fra cui alcuni concerti itineranti nelle principali Chiese della Provincia di Catanzaro, che oltre all’ascolto guidato ricostruivano anche le vicende storiche degli edifici religiosi.


di Vittorio Pio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – L’atto conclusivo della XXX edizione del Festival “Suoni e Colori” sarà una speciale performance dello strepitoso Hesu Guitar Quintet, diretto dal Maestro Ferdinando Lomanno.

Sabato 27 maggio presso la sala concerti di Palazzo De Nobili a Catanzaro (ore 19). Una ricorrenza importante quella di quest’anno, per un festival nato nel 1988 che ritorna in calendario dopo un breve periodo di sospensione dovuto alla pandemia. L’obiettivo è l’arte intesa come commistione di musica e pittura. Quindi suoni e colori, suoni e segni. Due mondi paralleli, due modi diversi di rappresentare la realtà. Troviamo, così, da un lato intensità, timbri, altezze; dall’altro colori, linee, superfici. Lomanno che ha dedicato tutta la sua vita allo sviluppo della cultura musicale fra i giovani, oltre ad essere un chitarrista classico di grande rigore e disciplina,  è anche un eccellente didatta. Attraverso la costituzione del Centro Culturale Obiettivo Musica, negli anni ha realizzato dei corsi di alto perfezionamento, tenuti da importanti musicisti di livello internazionale come Maurizio Colonna, Roland Dyens, Assad Duo, Alexander Frauchi e Los Angeles Guitar Quartet, fra gli altri e svariate iniziative di valore, fra cui alcuni concerti itineranti nelle principali Chiese della Provincia di Catanzaro, che oltre all’ascolto guidato ricostruivano anche le vicende storiche degli edifici religiosi. La dinastia Lomanno ha ulteriormente proseguito il segno artistico con le figlie Vanessa e Zoraima, facenti parte del quintetto Hesu, originatosi nel 1993 e completato da Maggiorino Vincenzo Colosimo e Pantaleone Froio, cui si aggiungerà per l’occasione anche Sharon, la cui duttilità gli ha consentito di ottenere degli ottimi risultati anche in altri ambiti artistici e la bravissima cantante Maria Laura Gabini. In programma musiche di Maldonado,Gershwin, Carmichael, Tisserand, Friedman, Marchelie, oltre alla performance multilingue contemporanea “Viaggio interiore”, che nasce da una esperienza di vita realmente vissuta. Assolutamente condivisibile il messaggio che il Maestro Lomanno condivide infine con i giovani: “Il consiglio è quello di continuare a studiare, approfondire, stimolarsi, osservare ed ascoltare. Non scoraggiarsi ai primi ostacoli, cercare di essere perseveranti e viaggiare per conoscere altri generi, culture e modi di imparare. Non fermarsi all’apparenza ed essere determinati nel conquistare il proprio sogno.”  La manifestazione è particolarmente meritevole non solo per la commistione fra le arti, ma anche perchè viene realizzata senza alcun finanziamento istituzionale (il Comune di Catanzaro patrocina l’evento con la concessione delle sale di Palazzo De Nobili), ma grazie alla sensibilità nei confronti dell’arte e la bellezza di alcuni sponsor privati.

Vittorio Pio

Maestro Lomanno

Comments


Lascia un commento