Friday, October 7, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Tag: pnrr


Sud, Vono: “Nel Pnrr molti incentivi per investimenti, ma non arrivano alle imprese. Bisogna informarle, ma anche aiutarne lo sviluppo con le infrastrutture. Uniremo Sicilia e Calabria con il Ponte e con una vera Alta velocità”.

“E’ l’occasione perché il Sud esca dall’assistenzialismo e crei occupazione – dichiara la sen. Gelsomina Vono – uniche ricette per liberare l’economia dall’oppressione della criminalità. Porto l’esempio dell’azienda Caffè Guglielmo, che, seppur vittima di un attentato negli stabilimenti di Copanello-Stalettì in provincia di Catanzaro, con il suo altissimo indice di produttività, grazie all’intuizione di don Guglielmo Papaleo porta avanti un’attività che rende la Calabria ‘famosa’ per la virtuosità dell’imprenditoria in tutto il mondo.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Politica Italiana , at 08/08/2022

Comunità montane e Unioni montane di Comuni al lavoro sul bando del PNRR per le Green Communities. 130 milioni a disposizione, per 30 aree italiane omogenee che definiscono come e cosa vogliono essere nei prossimi trent’anni. Come affrontano le sfide dei cambiamenti climatici e come stanno in dialogo con le aree urbane, con le città. Una sfida nelle sfide

“Abbiamo la necessità di costruire tanti progetti, ben più di quelli che verranno finanziati dal PNRR, trenta – ha dichiarato Bussone – Perché tutti i 300 territori omogenei montani italiani, con Comunità montane e Unioni montane, sono, devono essere green communities. Non servono elenchi della spesa, ma una visione di futuro. Tutti devono averla e costruirla. E i finanziamenti possono arrivare da un’integrazione dei fondi ora previsti nel PNRR, nonché dalle risorse regionalizzate del fondo nazionale Montagna o dall’FSC nazionale. Gli spazi di lavoro ci sono. Non possiamo perdere tempo”.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia , at 28/07/2022

Appalti, Mazzetti (FI) a Giovannini: “Subito quadro normativo chiaro per imprese e lavori Pnrr. Venga in Aula e chiarisca”

“Per questo, la riforma del codice degli appalti è un intervento tanto atteso e tanto urgente – merito del metodo Draghi se si sta concretizzando – ma i cantieri non possono attendere un’entrata in vigore graduale. Senza le imprese – puntualizza Mazzetti – i cantieri non si fanno e le imprese hanno bisogno di sapere con certezza quale sarà il quadro normativo nel prossimo futuro per pianificare al meglio il lavoro ma, visto che l’entrata in vigore è attesa per il 2023, hanno bisogno in tempi rapidi di una normativa transitoria per partecipare ai bandi del PNRR, per lavorare con qualità e programmazione”.

By L'Italiano , in Politica Italiana , at 15/06/2022