Thursday, May 19, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Categoria: Editoriali


L’ex pm ed ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris condannato per diffamazione aggravata ma in galera non ci va mentre il carcere è aperto per chi ancora deve essere processato

“De Magistris è stato ieri condannato in appello in una dei numerosi giudizi in cui compare sul banco degli imputati per diffamazione aggravata. Molti ricorderanno i due giganteschi flop che misero a soqquadro l’opinione pubblica calabrese: “Poseidone”, definito con decreto di archiviazione del gip di Catanzaro in data 3 novembre 2011, e “Why Not”, (sentenza di assoluzione per l’insussistenza del fatto del Tribunale di Salerno in data 20 aprile 2016).
Tutti ricordano, grazie alla grancassa mediatica (che dire del “gemello” Giletti ?) il combattente intrepido, la sua travolgente carriera politica. Pochi conoscono oggi le vicende del pluricondannato per diffamazione. Che, fra l’altro, con la massima faccia tosta (e il consueto favore dei media amici) continua a proporsi al grande pubblico con le sue profonde riflessioni sulla guerra in Ucraina. Ma De Magistris, pluricondannato, ha conosciuto le carceri?
Pittelli, incensurato, fra le vittime delle diffamazioni di De Magistris, si.”.

By L'Italiano , in Editoriali , at 19/05/2022

Clamorose dichiarazioni di Matteo Renzi “Fu Napolitano a non volere Gratteri Ministro”

Il presidente della Repubblica ha il sacrosanto diritto e dovere di non controfirmare la nomina di un ministro che non vuole. E’ la legge. Sia Magistratura democratica che Unicost erano contrarie a Gratteri, perché lui andava contro le correnti. Altri non lo apprezzavano per le sue posizioni non garantiste ma era un elemento di rottura del sistema, una rottamazione

By L'Italiano , in Editoriali In Evidenza , at 17/05/2022

L’Italia è ancora una repubblica fondata sul lavoro?

Cambiamo l’articolo uno togliendo la parola lavoro, magari al suo posto andrebbe meglio: l’Italia è una repubblica democratica fondata sulla disoccupazione (che serve come serbatoio di voti). Oppure, altra proposta: l’Italia è una repubblica democratica fondata sulla mancanza di serietà e sui problemi irrisolti. Quando si parla di sistema paese si fa riferimento alle infrastrutture, al fatturato delle imprese, all’occupazione e soprattutto alla produzione, infatti la parolina magica è PIL (prodotto interno lordo).

By L'Italiano , in Editoriali , at 08/05/2022

Stupratore minorenne condannato insieme ai genitori rei quest’ultimi per “Mala educazione” sentenza della Cassazione

Episodio di cronaca nera questo, “nero” come il colore delle personalità dei carnefici, “nero” come il buio esistenziale che avrà attraversato questa giovane vita abusata che nonostante tutto, con le ferite ancora vive in lei, nel corso degli anni seguenti alla violenza, è riuscita a sposarsi ed avere dei figli.

By L'Italiano , in Editoriali Rubriche , at 06/05/2022

In Ukraina guerra ai civili. Occorre fermare il massacro degli innocenti

Sono i populisti, i sovranisti, esponenti di centri di gestione e politici di accatto. Abbiamo la eco del loro grido di battaglia onesta’ onesta’, il Vfc e li “siete circondati” di Grillo sodale con l’autocrate russo per grazia ricevuta. Putin non è un eroe ma un modesto uomo che pensa di rinnovare la storia della Santa Russia. Ma cosa ha di santo tutto questo ? Nulla! Oggi non è tempo di distribuire torti e ragioni ma di sospendere la carneficina.

By L'Italiano , in Corpo Diplomatico Editoriali In Evidenza Politica Italiana , at 10/04/2022

Tassone, segretario nCDU: “Il sistema elettorale va riformato con un proporzionale e le preferenze”

L’attuale legislatura rappresenta emblematicamente il punto di arrivo della crisi politica, della lapidazione della democrazia, della umiliazione del Parlamento. Chi ha sempre detto che con le riforme elettorali gli italiani avrebbero conosciuto i vincitori e quindi i governanti la sera degli scrutini, è stato clamorosamente smentito. Si può conoscere chi governa in un sistema che elegge direttamente un presidente con poteri di governo pieno (USA) o temperato (Francia).Questo è un tema che può essere affrontato solo da una Assemblea Costituente. Oggi molti si dichiarano di essere d’accordo ad introdurre il proporzionale che è il sistema che si armonizza con la Costituzione vigente.

By L'Italiano , in Corpo Diplomatico Economia Editoriali Politica Italiana , at 08/02/2022

Habemus Mattarella, ite electionem est

Archiviata la nomina del Presidente di quella che è e rimane la “prima” Repubblica, ci si augura che si trovi il tempo e la volontà per modificare la Costituzione. Se quasi ottant’anni trascorsi, dalla nascita della Repubblica, sembran pochi, la nomina di Mattarella ci auguriamo possa restare l’ultima con le attuali regole. E’ necessario garantire ad ogni italiano la partecipazione democratica per questo aspetto irrisolto nella Costituzione. Sarà anche la più bella d’Europa o del Mondo, ma ha bisogno di restauri, di essere rinnovata, di essere adeguata alle nuove esigenze! Forte, incisivo, determinato e trasversale deve affluire l’impegno di chi avvertendo la necessità che l’Italia si doti di nuove regole, operi perché si determini il cambiamento. Costituzionalmente è alla “figura” virtuale ma sostanziale del “Popolo” che leggi e sentenze sono poi promulgate ed emesse “in suo nome”, ed è triste che sia il popolo intero, ogni singolo cittadino che è parte di questo insieme, ad essere escluso da uno degli aspetti più importanti della vita democratica. Il vero presidente di tutti gli italiani non può e non deve più essere l’espressione dei pochi eletti. Pur mantenendo le prerogative spettanti al Parlamento i tempi sono maturi per una nuova Repubblica di stampo presidenziale.

By L'Italiano , in Corpo Diplomatico Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza Politica Italiana , at 29/01/2022

Pagina successiva »