Thursday, June 8, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Firenze Rocks è già uno dei festival open air più importanti d’Europa ma quest’anno la kermesse durerà solo due giorni

Oltre a Firenze, lo spettacolare show farà tappa a Berlino, Parigi e Barcellona. Questa sezione europea, segue l’acclamato tour statunitense “The Who Hits Back” dello scorso anno, in cui la band ha condiviso il palco con alcune delle migliori orchestre d’America.


di Vittorio Pio per il Quotidiano l’Italiano

FIRENZE – Nel giro di soli 5 anni Firenze Rocks è già uno dei festival open air più importanti d’Europa. Il successo è stato crescente, così come le presenze di un pubblico particolarmente devoto che negli anni ha applaudito le esibizioni di Eddie Vedder, Red Hot Chili Peppers, Metallica, Vasco, Aerosmith solo per citarne qualche nome nella funzionale location della Visarno Arena.

Quest’anno per una serie di coincidenze la kermesse durerà solo due giorni ma questo non inficia assolutamente la suprema qualità del cast a partire da sabato 17 giugno con l’attesissimo concerto degli Who, la leggendaria band britannica i cui frontman sono ancora Roger Daltrey e Pete Townshend,che per la speciale occasione saranno accompagnati dall’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino per l’unica data italiana della band a molti anni di distanza dall’esibizione precedente presso l’Arena di Verona.

Oltre a Firenze, lo spettacolare show farà tappa a Berlino, Parigi e Barcellona. Questa sezione europea, segue l’acclamato tour statunitense “The Who Hits Back” dello scorso anno, in cui la band ha condiviso il palco con alcune delle migliori orchestre d’America. Nella formazione del 2023 compaiono anche il chitarrista/cantante Simon Townshend, il tastierista Loren Gold, la seconda tastierista Emily Marshall, il bassista Jon Button, il batterista Zak Starkey. In più Billy Nicholls ai cori, la violinista Katie Jacoby e la violoncellista Audrey Snyder. Saranno coordinati dal  direttore d’orchestra Keith Levenson per una scaletta che prevede brani tratti dai quasi 60 anni di carriera, tra cui sezioni dedicate agli album simbolo Tommy e Quadrophenia, oltre ad altre hit e canzoni tratte dall’album omonimo del 2019, il loro primo disco in studio dopo 13 anni. In apertura di serata salirà Tom Morello, il funambolico chitarrista dei Rage Against The Machine e Audioslave. Commentando il ritorno nel vecchio continente per la prima volta dopo quasi dieci anni, Pete Townshend ha dichiarato: È meraviglioso poter tornare in Europa dopo una lunga assenza, per suonare a Firenze, Berlino, Parigi e Barcellona, quattro delle mie città preferite al mondo. Non vediamo l’ora di portare il nostro grande spettacolo orchestrale, che finora ha ricevuto ottime recensioni, e di suonare anche alcune vecchie canzoni rock ‘n’ roll in puro stile Who. Mescoliamo il tutto in una serata di musica straordinaria: devo dire che questo spettacolo è quello che personalmente mi piace di più di qualsiasi altra cosa abbia mai fatto in 60 anni di lavoro con Roger. Non vedo l’ora di visitare queste bellissime città per rivedere i nostri vecchi fan, e spero di incontrarne di nuovi “. Domenica 18 un’altra esclusiva nazionale con i Maroon 5. Vincitori di 3 Grammy Award e popolari anche nel nostro paese, dove  torneranno a distanza di otto anni per l’unica data nel nostro paese del tour europeo. Prima della band americana saliranno sul palco anche Jake Shears, cantante degli Scissors Sisters e altri due gruppi interessanti come i   d4vd e The Reytons. Per tutte le altre info www.firenzerocks.it

The Who

                                                                               

testatina

Comments


Lascia un commento