Monday, April 15, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


FP CGIL Polizia Penitenziaria – Napoli: suicidio con la pistola d’ordinanza da parte di un collega della Polizia Penitenziaria in servizio a Secondigliano

Mirko Manna, Nazionale FP CGIL Polizia Penitenziaria: “Il carcere di Viterbo è già carente di almeno cento unità. Ai Poliziotti in servizio, va tributato il riconoscimento e il ringraziamento per la loro dedizione e i loro risultati. Il rinvenimento di telefoni e droga in carcere, anche quando sono di modeste entità, sono uno strumento importantissimo per garantire la sicurezza nel penitenziario, in particolar modo quando vengono effettuati nelle sezioni in cui sono ristretti detenuti in Alta Sicurezza”. 


di Ivan Trigona per il Quotifdiano l’Italiano

NAPOLI – “Un collega della Polizia Penitenziaria, Felice S., in servizio presso il carcere di Napoli Secondigliano si è tolto la vita oggi con un colpo sparato con la sua pistola d’ordinanza. A 39 anni, lascia la moglie e due figli piccoli a cui va il nostro principale pensiero e profondo cordoglio”.

Lo comunicano la FP CGIL nazionale e l’FP CGIL Regione Campania: “Oggi assistiamo impotenti all’ennesimo gesto estremo di un nostro collega a cui non riusciamo a dare una spiegazione razionale. Ma non bastano il lutto e le condoglianze: servono azioni positive verso i lavoratori in divisa che quotidianamente servono lo Stato in situazioni di estremo disagio per sé e per gli altri. E’ necessario un maggiore sostegno ai lavoratori. Bisogna prevedere anche una nuova organizzazione del lavoro e un monitoraggio di quei fattori che possono aggravare situazioni che hanno già raggiunto il limite. Non troveremo mai la motivazione che ha fatto prendere questa ultima tragica decisione al nostro collega, ma potremmo provare invece a rimuovere le cause che l’hanno portato ad accumulare quel carico che oggi ha ritenuto non più sostenibile”.

Polizia Penitenziaria Sindacato
testatina

Comments


Lascia un commento