Tuesday, April 16, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


SaluTO 2023 TORINO. Medicina e Benessere “Risveglia i sensi”

“Ancora oggi nei nostri ambulatori si presentano persone che non hanno recuperato del tutto la padronanza di questi due sensi – spiega Roberto Albera, docente di otorinolaringoiatria dell’Università degli Studi di Torino e fra i protagonisti del tale del pomeriggio della prima giornata di SaluTO, sabato 14 ottobre alle 17. “Se la sofferenza è della via nervosa olfattiva non è possibile intervenire, ma soprattutto se il deficit olfattivo è parziale – prosegue Albera – è possibile che nel tempo ci possa essere un significativo miglioramento. In ogni caso è un sintomo da non sottovalutare e che deve essere controllato dallo specialista. La salute si protegge anche interpretando correttamente le informazioni che acquisiamo attraverso i cinque sensi”

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Rubriche , at 14/10/2023 Tag: ,

LONG COVID: perdita gusto e olfatto, il 10% dei casi è diventato cronico

di Gianfranco Simmaco– dalla Redazione Economica del Quotidiano l’Italiano

TORINO – Quanto sono importanti i nostri sensi per la percezione della realtà che ci circonda e come fare per prendercene cura: la quinta edizione di SaluTO Torino. Medicina e BenessereRisveglia i sensi, che inizia oggi, 14 ottobre, parte da qui per portare avanti l’impegno nel contrasto di fakenews e falsa informazione sulla salute. Il ritorno alla normalità nella fase post pandemia deve necessariamente fare i conti con trasformazioni e segnali che richiedono attenzione, soprattutto sulla salute e sul nostro benessere: Il 10% dei casi di perdita di gusto e olfatto, sintomo diffuso soprattutto con le prime varianti del coronavirus, si è cronicizzato e c’è una parte di popolazione che ancora oggi ne soffre. La perdita è soprattutto a carico dell’olfatto, mentre i recettori gustativi quasi sempre sono funzionanti, per cui la sensazione di ridotto gusto è conseguente alla perdita della fondamentale componente olfattiva, sempre presente e rilevante anche nel gusto.Il fenomeno è stato evidenziato anche dalla letteratura scientifica internazionale: nell’articolo Manifestazioni neurologiche e neuropsichiatriche a medio e lungo termine della sindrome da post Covid, comparso sul Journal of Neurological Science del gennaio 2022, il dato era già evidente e oggi è confermato dalla pratica clinica. Lo studio prende in considerazione tutti i sintomi di tipo neurologico e neuropsichiatrico comparsi a partire dal terzo mese successivo all’infezione e oltre. “Ancora oggi nei nostri ambulatori si presentano persone che non hanno recuperato del tutto la padronanza di questi due sensi – spiega Roberto Albera, docente di otorinolaringoiatria dell’Università degli Studi di Torino e fra i protagonisti del tale del pomeriggio della prima giornata di SaluTO, sabato 14 ottobre alle 17. “Se la sofferenza è della via nervosa olfattiva non è possibile intervenire, ma soprattutto se il deficit olfattivo è parziale – prosegue Albera – è possibile che nel tempo ci possa essere un significativo miglioramento. In ogni caso è un sintomo da non sottovalutare e che deve essere controllato dallo specialista. La salute si protegge anche interpretando correttamente le informazioni che acquisiamo attraverso i cinque sensi”.
Se ne parlerà in particolare oggi pomeriggio, sabato 14 ottobre con il talk alle ore 17, Vista, olfatto, tatto, udito e gusto: cosa ci dicono i nostri e sensi e come non farli ammalare, con la partecipazione di Roberto Albera, docente di Otorinolaringoiatria all’Università degli Studi di Torino; Filippo Molinari, docente di Bioingegneria elettronica e informatica del Politecnico di Torino. E sempre dall’Università degli Studi di Torino: Barbara Pasini, docente di Genetica medica; Pietro Quaglino, docente di Dermatologia; Michele Reibaldi, docente di Oftalmologia. A seguire, alle ore 18.30, l’incontro di approfondimento I sensi e i falsi miti con Giovanni Abbate Daga, docente di Psichiatria e Chiara Crespi, psicologa e sessuologa. Gli altri appuntamenti di sabato 14 ottobre: Alle 15.30 – Gli UgolizeNati nel 2016 e diventati famosi come Legolize, il trio di vignettisti comici torinesi, Pietro Alcaro, Mattia Marangon e Samuele Rovituso, che ha recentemente presentato il nuovo brand e identità grafica Ugolize, sposa quest’anno la causa di SaluTO della lotta alle fake news sulla salute con creazioni originali dedicate alla manifestazione.Gli Ugolize saranno protagonisti insieme a Ezio Ghigo, Coordinatore scientifico della manifestazione, dell’incontro Comunicare la Salute sui social media, durante il quale saranno presentate le vignette create per SaluTO. Alle 16.15 – Premiazione del Photocontest #immaginedellasalute lanciato quest’anno fra il pubblico sui social, in collaborazione con IgersTorino e IgersPiemonte. 6 Desk informativiDurante tutte le due giornate, accanto al luogo degli incontri, nello stesso spazio Fare del Mercato Centrale, rimarranno sempre allestiti, e a disposizione del pubblico per domande e dubbi, 4 desk informativi tematici, gestiti da medici specializzandi e specialisti dell’Università degli Studi di Torino su  IpertensioneDiabeteOftalmologia, EndocrinologiaOtorinolaringoiatriaPediatria, un desk su Sport e Salute, gestito dal CUS Torino, Centro Universitario Sportivo torinese, e un desk di Mind To Move®, spin off accademica nata all’interno della Scuola di Medicina di Torino, che attua iniziative volte alla prevenzione delle patologie croniche non trasmissibili grazie a una metodologia innovativa basata sulle più recenti evidenze scientifiche, un approccio integrato tra i diversi specialisti e il monitoraggio della persona tramite app proprietaria.  I temi
Quattro conferenze di ampio respiro e quattro incontri di approfondimento contro le fakenews sui temi della medicina e della scienza, a partire da cosa ci dicono i sensi, da come li usiamo e quanto è importante il loro corretto funzionamento. Anche in relazione al tema della sua V Edizione, SaluTO Torino. Medicina e Benessere, sabato 14 e domenica 15 ottobre, quest’anno cambia sede: gli incontri si terranno tutti al Mercato Centrale Torino, in piazza della Repubblica, a Porta Palazzo, cuore e ventre cittadino, un luogo simbolico di apertura e condivisione. Malattie cardiovascolari e metaboliche, oncologia, dermatologia, oftalmologia, otorinolaringoiatria, fisiatria, neonatologia, pediatria, geriatria e nutrizione: su questi e altri argomenti durante le due giornate di SaluTO 2023, sarà possibile porre domande direttamente agli esperti protagonisti degli incontri.
 Il Comitato scientifico di SaluTO è composto da Antonio Amoroso, professore ordinario di Genetica medica; Paolo Fonio, professore ordinario di Radiologia; Ezio Ghigo, professore ordinario di Endocrinologia e malattie del metabolismo e Coordinatore Scientifico di SaluTOGiuseppe Massazza, professore ordinario di Medicina fisica e riabilitativa; Umberto Ricardi, professore ordinario di Radioterapia e direttore della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Torino. Modera gli incontri Federico Mereta, giornalista scientifico
CLICCA QUI per il comunicato stampa, le foto e le vignette
L’OSPITE SPECIALE
 Vittorio Castellani aka Chef KumalèViaggia, scrive, organizza e cucina cibi del mondo: è un GastroNomade!”. Noto al pubblico torinese e non solo, Vittorio Castellani aka Chef Kumalè sarà uno dei protagonisti dell’edizione 2023 di SaluTO.In particolare, domenica 15 ottobre alle ore 15.30, insieme a Maria Cristina Ghigo, biologa, nutrizionista sportiva e delle malattie metaboliche, Vittorio Castellani parlerà di Cucina Salutare, suggestioni dal mondo, scienza medica e cucina per sapere cosa mangiare e come per restare in salute. Al termine dell’incontro Chef Kumalè preparerà un drink break per i partecipanti: un Mango Lassi a base di yogurt, zafferano, cardamomo e frutta secca dalla tradizione indiana. La giornata di domenica, dopo l’ultimo incontro, intorno alle 19, si concluderà con un aperitivo preparato dal Mercato Centrale Torino in collaborazione con Chef Kumalé che proporrà una ricetta della tradizione baltica di San Pietroburgo. La Shuba, ovvero le aringhe in pelliccia, una “insalata russa” di barbabietole, carote, patate, maionese, aringhe e aneto.

Chi organizza – YEG! Your Event GroupYEG! Your Event Group è una società di live communication, partner di eventi innovativi nel mondo istituzionale e corporate che si occupa di progettare e pianificare soluzioni logistiche e creative nel mondo della comunicazione, utilizzando tools moderni ed efficaci uniti a un forte pensiero strategico. Ha sedi a Torino, Milano e Roma e vanta una grande esperienza nell’organizzazione e produzione di eventi a carattere scientifico.  Il Mercato Centrale Torino, sede di SaluTO 2023Il progetto Mercato Centrale, che ospita la V edizione di SaluTO Torino. Medicina e Benessere, è un punto di riferimento per chi ama, vive e sceglie il cibo in un contesto in cui cultura e territorio si fanno protagonisti. Nato da un’idea di Umberto Montano e realizzato col gruppo ‘Hu’ della famiglia Cardini Vannucchi nel 2014 a Firenze, Mercato Centrale ha aperto nel 2016 a Roma, nel 2019 a Torino ed è infine approdato a Milano nel 2021. Mercato Centrale Torino si trova a Porta Palazzo, cuore della città in continuo fermento. Le botteghe con le bontà degli artigiani si fondono con l’arte e gli eventi in spazi aperti a tutti, perché il Mercato è un luogo di scambio di storie, idee ed opinioni.  SaluTO – Torino. Medicina e Benessere è ideato e realizzato dalla Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Torino, dalla Città di Torino e YEG! In collaborazione con il Politecnico di Torino. 

Comments


Lascia un commento