Sunday, March 3, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


A Napoli la difesa del “reddito di cittadinanza” porta i 5 Stelle al 40%

Una città che ha sempre vissuto di tolleranza ( parcheggiatori abusivi, contrabbando di sigarette ,ambulanti ovunque ) e di ammortizzatori sociali, si conferma il regno di Conte.Il governo di centrodestra dovrà prendere seriamente questa questione, basta prendere il 50% dei consensi al centro nord e voltare la faccia dall’altra parte qui al Sud.I dati ci dicono che qui a Napoli e provincia il cdx non è l’alternativa, ma si piazza addirittura terzo, e Fratelli d’Italia primo partito in Italia per distacco, perde ben 14 punti percentuali.


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

NAPOLI – Non poteva mancare a margine dell’esito elettorale del 25 settembre il parere di Giuseppe Alviti, leader sindacale e presidente dell’Associazione Nazionale Guardie Giurate Particolari: “In Campania ,il voto sancito dal reddito di cittadinanza, fa tutta la differenza del mondo, portando il movimento 5 stelle al 40% tra Napoli e provincia (42% solo a Napoli). Una città che ha sempre vissuto di tolleranza ( parcheggiatori abusivi, contrabbando di sigarette ,ambulanti ovunque ) e di ammortizzatori sociali, si conferma il regno di Conte.Il governo di centrodestra dovrà prendere seriamente questa questione, basta prendere il 50% dei consensi al centro nord e voltare la faccia dall’altra parte qui al Sud.I dati ci dicono che qui a Napoli e provincia il cdx non è l’alternativa, ma si piazza addirittura terzo, e Fratelli d’Italia primo partito in Italia per distacco, perde ben 14 punti percentuali.

A livello nazionale la novità politica rappresentata dal duo Calenda/Renzi, si attesta oltre il 7.5%, evidenziando la voglia centrista tutta italiana.

Collasso della Lega, sono lontanissimi i fasti delle Europee del 2019, ed ormai il Capitano ha abbandonato o l’equipaggio gli farà abbandonare la nave, alla ricerca di Giorgetti e Zaia, ben più credibili e spendibili.

Forza Italia si conferma, tra mille difficoltà e mille uscite a gamba tesa e fuori luogo del suo leader, la casa degli elettori moderati di centro destra, incassando l’8%Il Pd continua a navigare sottacqua, ed a resistere nelle sue roccaforti , forte della gestione clientelare delle sue regioni, si assesta al 18% come nelle precedenti consultazioni, conferma quindi il suo zoccolo duro.

Finalmente questa tornata elettorale è terminata, e mai come questa volta l’ho vissuta da spettatore, in attesa di capire meglio gli scenari futuri da cui ripartire, sperando che fin da subito il governo ponga l’accento sulle problematiche che attanagliano il paese, caro energia, pressione fiscale, e portare avanti le riforme per far partire e possibilmente decollare finalmente il paese”.

Ha così concluso Giuseppe Alviti.

Giuseppe Alviti al tavolo di lavoro
Testatina rossa

Comments


Lascia un commento