Thursday, May 30, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Assegnato il titolo di “Ambasciatore della cultura di pace e dei diritti umani” al napoletano Giuseppe Alviti presidente dell’ Associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate

Alviti è stato nominato Ambasciatore della Cultura della Pace con questa motivazione: «Per l’impegno dimostrato in favore dei diritti umani e per il lavoro in favore dello sviluppo della nonviolenza nella società. Durante questi anni si è contraddistinto per aver reso la cultura della pace e la nonviolenza elementi strutturali e politici esperibili nella vita culturale, sociale, economica del Paese.


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

NAPOLI – A Giuseppe Alviti conferito il titolo di Ambasciatore della cultura di pace e dei diritti umani 

«Per l’impegno dimostrato in favore dei diritti umani e per il lavoro in favore dello sviluppo della nonviolenza nella società», è la motivazione

Stamattina l’associazione Tripla difesa onlus, Organizzazione Internazionale Accreditata  in status  consultivo presso le Nazioni Unite, tramite la Presidente dott.ssa Edda Giuberti ha conferito il titolo di “Ambasciatore della cultura di pace e dei diritti umani” al napoletano Giuseppe Alviti presidente dell’ Associazione nazionale guardie particolari giurate (gia’ medaglia d’argento al valore civile). La consegna è avvenuta nella città in cui ha sede l’associazione,  nel corso della riunione straordinaria . 

Alviti è stato nominato Ambasciatore della Cultura della Pace con questa motivazione: «Per l’impegno dimostrato in favore dei diritti umani e per il lavoro in favore dello sviluppo della nonviolenza nella società. Durante questi anni si è contraddistinto per aver reso la cultura della pace e la nonviolenza elementi strutturali e politici esperibili nella vita culturale, sociale, economica del Paese.

Ha sviluppato una voce divergente e valorialmente alta, ponendo le ragioni della nonviolenza alla radice di un’altra realtà che si manifesta nel quotidiano, senza quell’attesa utopica che impedirebbe di vedere nei soggetti, la loro tramutazione in valore».

La Targa del riconoscimento
Il sorriso del dott. Alviti che esibisce il riconoscimento

Comments


Lascia un commento