Friday, April 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Dimore di delizia, la grande bellezza

«Ville Aperte in Brianza, edizione dopo edizione, ha dimostrato come il patrimonio storico e artistico possa essere davvero accessibile e inclusivo per tutti, riuscendo a coinvolgere un pubblico sempre più grande – afferma Luca Santambrogio, Presidente della Provincia di Monza e della Brianza –. Tante sono state le proposte: oltre alle più classiche visite guidate, tanti eventi per famiglie, laboratori e spettacoli, come quelli all’interno della Call for artists, per sostenere i progetti di artisti e associazioni culturali del territorio; e ancora le visite guidate per persone con disabilità, ma anche il progetto che ci lega a dEntrofUoriars, associazione che collabora da anni con la Provincia MB, nel quale sono stati coinvolti diversi detenuti nella realizzazione di opere esposte all’interno dei luoghi di cultura.


Straordinario successo per l’edizione autunnale di Ville Aperte in Brianza 2023, con 50 mila presenze nei tre weekend d’autunno, ben 4 mila visitatori in più rispetto al 2022. 

di Ivan Trigona– dalla Redazione Turistica del Quotidiano l’Italiano

MONZA – BRIANZA – Il fascino senza tempo che conquista. Quello delle “Dimore di delizia”, le ville di pregio costruite a partire dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi, che in Brianza trascorrevano lunghi periodi di vacanza e riposo. Straordinario successo per Ville Aperte in Brianza 2023: nei tre fine settimana dal 15 settembre al 1°ottobre 2023 sono stati 50 mila i visitatori, 4 mila in più rispetto all’edizione autunnale 2022, quella del Ventennale, che già aveva contato numeri da record. Un risultato che conferma il sempre crescente “appeal” della manifestazione volta alla riscoperta di un patrimonio artistico e monumentale altrimenti inaccessibile. Nei due appuntamenti organizzati quest’anno, in primavera e in autunno, l’iniziativa ha visto 72 mila presenze complessive, 8mila in più rispetto all’anno precedente. 203 i beni e i gioielli architettonici aperti (ville ma anche musei, edifici religiosi, testimonianze di archeologia industriale, parchi), 47 le nuove ville aperte, oltre 2.000 le visite guidate e 1.000 tra guide e volontari impegnati. 84 sono stati i Comuni coinvolti, 5 le Province aderenti (Monza Brianza, Como, Lecco, Milano e Varese); 80 gli eventi collaterali, 33 gli itinerari speciali per scoprire a piedi dimore storiche, giardini e paesaggi: sono i numeri che, in sintesi, raccontano l’edizione 2023 di Ville Aperte in Brianza. 

«Ville Aperte in Brianza, edizione dopo edizione, ha dimostrato come il patrimonio storico e artistico possa essere davvero accessibile e inclusivo per tutti, riuscendo a coinvolgere un pubblico sempre più grande – afferma Luca Santambrogio, Presidente della Provincia di Monza e della Brianza –. Tante sono state le proposte: oltre alle più classiche visite guidate, tanti eventi per famiglie, laboratori e spettacoli, come quelli all’interno della Call for artists, per sostenere i progetti di artisti e associazioni culturali del territorio; e ancora le visite guidate per persone con disabilità, ma anche il progetto che ci lega a dEntrofUoriars, associazione che collabora da anni con la Provincia MB, nel quale sono stati coinvolti diversi detenuti nella realizzazione di opere esposte all’interno dei luoghi di cultura. Tra le novità di questa edizione, ricordo anche la speciale e importante collaborazione con il Festival del Parco di Monza. Quest’anno ancora di più Ville Aperte in Brianza è stata una festa per tutti, nessuno escluso, un successo reso possibile grazie al contributo di Regione Lombardia e al sostegno degli sponsor BrianzAcque, AEB, A2A e Brianza Energia Ambiente, più al supporto di numerose istituzioni pubbliche e private. Vi aspettiamo l’anno prossimo con una nuova sfavillante edizione di Ville Aperte in Brianza”.

Comments


Lascia un commento