Sunday, June 23, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Elezioni. Pro Vita Famiglia: subito Ministro Istruzione anti-gender

“Adesso -dichiara Coghe – il centrodestra ha una enorme responsabilità: rimettere al centro della politica i valori e tutelare la Vita, la Famiglia e la Libertà Educativa di milioni di famiglie italiane. Su questo valuteremo la coerenza e l’affidabilità della nuova maggioranza”


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – «Una delle prime decisioni che ci aspettiamo dal centrodestra sarà quella di indicare come nuovo Ministro dell’Istruzione una figura apertamente schierata per difendere la libertà educativa dei genitori e contrario a qualsiasi colonizzazione ideologica gender e Lgbtqia+ nelle scuole italiane. 
Lo chiede la maggioranza degli italiani, come dimostrano il sondaggio che abbiamo presentato pochi giorni fa e la nostra ultima petizione, che in poche ore ha già raccolto 15.000 firme» il commento di Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia.
«Il 79% degli italiani – spiega Coghe, citando il sondaggio condotto da Noto – vuole che siano i genitori a scegliere come educare i figli su temi inerenti sessualità e affettività e l’81% ritiene che la scuola debba preventivamente informare la famiglia su eventuali attività in merito.
Le elezioni di ieri, in più, hanno apertamente sconfessato e bocciato tutti i partiti (Pd, Movimento 5 Stelle, Sinistra) che negli ultimi anni hanno portato avanti l’agenda radicale e Lgbt, comprensiva di istanze ideologiche e dannose come il Ddl Zan sull’omotransfobia, il matrimonio egualitario, il suicidio assistito, l’utero in affitto e, appunto, il gender a scuola. 
Adesso – conclude Coghe – il centrodestra ha una enorme responsabilità: rimettere al centro della politica i valori e tutelare la Vita, la Famiglia e la Libertà Educativa di milioni di famiglie italiane. Su questo valuteremo la coerenza e l’affidabilità della nuova maggioranza».
Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia Onlus
Testatina rossa

Comments


Lascia un commento