Tuesday, February 7, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Focus sul Diritto Fallimentare ad Alba al Convegno “Stagflazione, guerra e pandemia: il Codice della crisi alla prova dei fatti”

XXIX convegno nazionale promosso dall’Associazione Albese Studi di Diritto Commerciale dal titolo “Stagflazione, guerra e pandemia: il Codice della crisi alla prova dei fatti”.A testimoniare l’importanza del consesso, in programma sabato 26 novembre, ad Alba, gli autorevoli ospiti che interverranno per i saluti introduttivi: il presidente dell’Associazione, Gino Cavalli, il sindaco di Alba, Carlo Bo, il presidente della Regione, Alberto Cirio, il presidente del Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Elbano De Nuccio, il presidente dell’ordine avvocati di Roma, Antonino Galletti, l’avv. Mario Napoli, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense. Sono attesi in apertura di convegno anche il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il vice ministro all’Economia e Finanze Maurizio Leo.


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ALBA. Intende analizzare il codice della crisi e dell’insolvenza, in vigore dal 15 luglio 2022, il XXIX convegno nazionale promosso dall’Associazione Albese Studi di Diritto Commerciale dal titolo “Stagflazione, guerra e pandemia: il Codice della crisi alla prova dei fatti“.A testimoniare l’importanza del consesso, in programma sabato 26 novembre, ad Alba,  gli autorevoli ospiti che interverranno per i saluti introduttivi: il presidente dell’Associazione, Gino Cavalli, il sindaco di Alba, Carlo Bo, il presidente della Regione, Alberto Cirio, il presidente del Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Elbano De Nuccio, il presidente dell’ordine avvocati di Roma, Antonino Galletti, l’avv. Mario Napoli, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense. Sono attesi in apertura di convegno anche il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il vice ministro all’Economia e Finanze Maurizio Leo.
Luciano Panzani
Al dottor Luciano Panzani, già Presidente della Corte d’Appello di Roma, l’incarico di formulare la relazione introduttiva che aprirà i lavori: «Il convegno di Alba intende analizzare il Codice della crisi, entrato in vigore il 15 luglio, dopo una gestazione faticosa e prolungata, nel suo contesto di applicazione: una situazione mondiale complessa in cui la crisi  che morde le nostre imprese, non è solo quella pandemica, ma presenta profili energetici ed economici, derivanti dalla guerra russo-ucraina. Si tratta certamente di un severo stress test per la nuova legislazione, che non potrà certamente essere usata in chiave assistenziale e protettiva delle società zombies, ormai decotte, che rappresentano purtroppo una componente significativa del nostro sistema economico».
Salla Saastaimonen Bob Wessels
Per affrontare l’argomento sotto il profilo economico, legislativo, giuslavoristico e giudiziario sono stati invitali illustri relatori di levatura internazionale. Luciano Panzani, a capo del Comitato scientifico del convegno, anticipa: «Silvia Giacomelli della Banca d’Italia e l’economista Marcello Messori fotograferanno lo scenario economico attuale. Anna Roscio, Executive Director Direzione Sales & Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo, ed Elisabetta Pagnini, Group General Councel Direzione legale e contenzioso Intesa Sanpaolo, affronteranno il tema con un intervento dal titolo: “L’incertezza di nuovi scenari. Riflessioni sulle sfide nel sostegno finanziario alle imprese”. Il raccordo con gli interventi della Commissione Europea, che già prepara la prossima Direttiva di armonizzazione, sarà esplicato da Salla Saastaimonen, Director for Civil and Commercial Justice presso la Commissione UE, Bob Wessels direttore del CERIL, ovvero la Conferenza sul diritto europeo delle ristrutturazioni e dell’insolvenza, formata da un selezionato panel di professionisti, giudici e accademici esperti e rispettati, e da Giorgio Corno, vicepresidente di Insol Europe, la principale organizzazione europea di professionisti specializzati in insolvenza, ricostruzione e risanamento d’impresa. Chiuderanno la mattinata gli interventi sulla responsabilità della banca nella gestione della crisi d’impresa a cura di Gaetano Presti e Giuseppe Fauceglia». La sessione pomeridiana, caratterizzata ancora dal taglio molto concreto delle relazioni e moderata dall’avv. Aldo Bulgarelli, si aprirà con la relazione di Sandro Pettinato, vice segretario generale di Unioncamere e Laura De Simone, presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Bergamo, sul nuovo istituto della composizione negoziata che dovrebbe aiutare l’imprenditore nelle trattative con i creditori, istituto che ancora viene usato poco dalle imprese italiane, con poco più di 400 casi da novembre dell’anno scorso. Il dottor Panzani  prosegue: «L’utilizzo dei nuovi strumenti di composizione della crisi delineati dal codice sarà illustrato, anche nelle prime problematiche emerse nell’applicazione, da Ilaria Pagni, presidente della Commissione ministeriale di riforma, e da noti esperti come Massimo Fabiani e Lorenzo Stanghellini , entrambi componenti della commissione di riforma. E ancora da Salvatore Leuzzi, magistrato presso la Corte Suprema di Cassazione Ufficio del Massimario e del Ruolo, dai professori Oreste Cagnasso e Antonio Caiafa e da Alida Paluchowski, che ha presieduto sino a pochi mesi fa la sezione fallimentare del Tribunale di Milano, la più importante d’Italia». Al convegno si potrà partecipare gratuitamente, previa iscrizione sul sito www.associazionealbesestudidiritttocommerciale.it, assistendo in presenza, all’interno del teatro sociale Giorgio Busca (piazza Vittorio Veneto 3, Alba CN), oppure da remoto, come webinar in diretta streaming. Ai professionisti che parteciperanno in presenza l’Ordine degli Avvocati e l’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Asti riconosceranno 8 CFP. L’Ordine Nazionale dei Commercialisti ed Esperti Contabili riconoscerà altrettanti crediti ai commercialisti che seguiranno da remoto, su un canale aperto messo a disposizione dall’Ordine attraverso la piattaforma www.concerto.it. Il Consiglio Nazionale Forense, presso cui è tuttora pendente la richiesta di accreditamento per il live streaming, si esprimerà a breve sul numero dei crediti riconosciuti a chi seguirà via web. Ringraziando gli Enti e le Istituzioni che da sempre sostengono l’iniziativa formativa, l’Associazione Albese Studi di Diritto Commerciale informa che, quest’anno, il convegno si svilupperà dalle 9 alle 18 di sabato 26 novembre, per un totale di 8 ore di corso.  Sul sito dell‘Associazione Albese Studi di Diritto Commerciale si possono trovare il programma e il form di iscrizione da compilare on line. Con cortese preghiera di pubblicazione o di segnalazione
Gino Cavalli

Comments


Lascia un commento