Wednesday, April 17, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


FP CGIL Polizia Penitenziaria – Carcere di Napoli Secondigliano, Polizia Penitenziaria rinviene tre telefonini: 2 smartphone e 1 microtelefono

.“L’operazione è stata condotta dal personale della Polizia Penitenziaria coordinato dal Comandante di Reparto e dai responsabili della sezione di PG dell’istituto napoletano, nell’ambito di una delle perquisizioni effettuate per contrastare l’introduzione di telefoni cellulari all’interno del carcere.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

NAPOLI – “Nel corso di una mattinata della prima settimana del mese di maggio, il personale di Polizia Penitenziaria del carcere di Napoli Secondigliano “Pasquale Mandato”, ha rinvenuto tre cellulari (2 smartphone e 1 microtelefono) nascosti all’interno del Reparto “Ligure”. Lo riferisce Orlando Scocca, FP CGIL Campania per la Polizia Penitenziaria.

Raffaele Pannella del Direttivo FP CGIL Polizia Penitenziaria: “L’operazione è stata condotta dal personale della Polizia Penitenziaria coordinato dal Comandante di Reparto e dai responsabili della sezione di PG dell’istituto napoletano, nell’ambito di una delle perquisizioni effettuate per contrastare l’introduzione di telefoni cellulari all’interno del carcere“.

Mirko Manna, Nazionale FP CGIL Polizia Penitenziaria: “Quello dei telefonini nelle carceri è un problema che l’amministrazione penitenziaria non è stata in grado di gestire. Da anni, centinaia di apparecchi telefonici vengono trovati dalla Polizia Penitenziaria nella disponibilità dei detenuti, anche molto pericolosi in termini di collegamenti con la criminalità organizzata. Il carcere di Secondigliano ospita anche detenuti in “Alta Sicurezza” provenienti soprattutto dall’area casertana. Le Procure di tutta Italia, quasi quotidianamente, riferiscono di casi in cui detenuti riescono a dare ordini dal carcere e a gestire lo spaccio di stupefacenti direttamente dalle carceri. Siamo certi che anche in questo caso, verranno effettuati gli accertamenti necessari”.

Polizia Peniteniaria, durante il servizio nelle patrie galere
Polizia Penitenziaria Sindacato Logo

Comments


Lascia un commento