Tuesday, November 29, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Giuseppe Alviti Presidente Angpg: le guardie giurate e fiduciari vittime della sindrome di Stoccolma?

Il presidente nazionale Associazione guardie particolari giurate, già medaglia d’Argento al valor civile, da sempre vicino alle problematiche del settore denuncia alle autorità competenti la macelleria sociale delle guardie giurate e dei fiduciari non solo in Campania ma in tutta Italia, invitando a drastiche misure sanzionatorie a quei Istituti di vigilanza privata che usano i propri lavoratori dipendenti come schiavi.


di Ivan Trigona per il Quotidiano l’Italiano

Spuntano continuamente e sempre più spesso offerte di lavoro dalle condizioni vergognose, al limite dello sfruttamento. Infatti, fin troppo spesso sui gruppi Facebook dedicati all’offrire e cercare lavoro capitano “proposte indecenti“. Proposte che, inevitabilmente, assumono un rilievo e vengono proposte a migliaia di persone. Motivo? L’algoritmo del social network valuta le centinaia di risposte come attestazione di interesse. E invece le risposte sono sostanzialmente indignate, di protesta.
Il post su Facebook che ha scatenato l’indignazione generale.

Dodici ore di lavoro per quaranta euro, la divisione è presto fatta: si tratta di 3,3 euro ogni 60 minuti. Ovviamente nel gruppo si è aperta una discussione. Qualcuno che ha accusato il datore di lavoro di sfruttamento intimandogli di vergognarsi, altri invece che hanno chiesto dettagli per capire come eventualmente candidarsi. A quanto si apprende l’utente ha cancellato poche ore dopo.
Come questo nei gruppi dedicati alla vigilanza privata , guardie giurate o fiduciari si leggono tanti post similari.

Addirittura di guardie particolari giurate con un arma al fianco che fanno anche 36 ore consecutive e dove vedono una paga mensile attorno alle 1000 euro con orari settimanali che invece di essere 40 ore si arriva Minino a partire dalle 60 ore settimanali senza avere Dignità sociale economica e giuridica.
Il presidente nazionale Associazione guardie particolari giurate Giuseppe Alviti, già medaglia d’Argento al valor civile, da sempre vicino alle problematiche del settore denuncia alle autorità competenti la macelleria sociale delle guardie giurate e dei fiduciari non solo in Campania ma in tutta Italia, invitando a drastiche misure sanzionatorie a quei Istituti di vigilanza privata che usano i propri lavoratori dipendenti come schiavi.

Nella speranza che anche gli stessi lavoratori dipendenti schiavi ,siano essi guardie particolari giurate o fiduciari si alleino con chi combatte per la categoria e non solidarizzino con il proprio Padrone macellaio in una patologica sindrome di Stoccolma

Comments


Lascia un commento