Tuesday, April 16, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Markas aderisce alla mobilitazione nazionale del settore della ristorazione collettiva, indetta per giovedì 23 marzo

Per Markas i collaboratori sono un investimento, ma in questo momento la sostenibilità delle iniziative a loro dedicate è a rischio. Markas garantisce ai collaboratori 48.500 ore annuali di formazione, per un totale di 400 mila euro investiti. E ha registrato un valore aggiunto sociale di 158 milioni, di cui oltre il 93% è stato ridistribuito a collaboratori e collettività.


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Markas aderisce alla mobilitazione nazionale del settore della ristorazione collettiva, indetta per giovedì 23 marzo. La protesta ‘PastoGiusto’ chiede al Governo e alle Pubbliche Amministrazioni di adeguare agli indici ISTAT i prezzi dei contratti di servizio. La PA, infatti, non riconosce i rincari del 30% delle materie prime e dell’energia, ad oggi assorbiti delle aziende che garantiscono il servizio mensa in scuole e ospedali.

“Per mantenere il servizio, così come gli standard di qualità e tutti i posti di lavoro, è necessario l’immediato adeguamento prezzi dei contratti in essere e delle gare in procinto di essere bandite – afferma Claudia Flaim, Direttore Commerciale Markas -. L’attuale situazione non è più sostenibile per le aziende. Chiediamo di tutelare i servizi strategici, rivolti prevalentemente alle fasce deboli della popolazione, degenti, anziani e bambini. Colmare questo vuoto normativo è un’attenzione indispensabile nei confronti delle aziende e delle migliaia di lavoratori del settore e garantirebbe un servizio fondamentale, che non può essere ridotto o tagliato. A queste condizioni per le aziende non è più fattibile operare e partecipare ai bandi pubblici. Markas ribadisce la volontà di continuare a garantire non solo la qualità del servizio, ma anche i posti di lavoro, la formazione e iniziative dedicati ai collaboratori – in linea con i valori che da sempre contraddistinguono l’azienda: affidabilità, impegno e correttezza”.

Per Markas i collaboratori sono un investimento, ma in questo momento la sostenibilità delle iniziative a loro dedicate è a rischio. Markas garantisce ai collaboratori 48.500 ore annuali di formazione, per un totale di 400 mila euro investiti. E ha registrato un valore aggiunto sociale di 158 milioni, di cui oltre il 93% è stato ridistribuito a collaboratori e collettività.

La mobilitazione riguarda 1.000 aziende, pronte ad incontrare urgentemente il Governo, 120 mila lavoratori e 1,3 miliardi di pasti l’anno. Domani, giovedì 23 marzo, a Roma in piazza Santi Apostoli, dalle 10 alle 13, la manifestazione pubblica di tutto il settore, con operatori, aziende e rappresentanze. 

testatina

Comments


Lascia un commento