Tuesday, April 16, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Tag: Cantina San Michele Appiano


La Cantina San Michele Appiano festeggia la decima edizione della Cuvée da sogno del winemaker Hans Terzer. APPIUS 2019 è la massima espressione dell’annata dei più preziosi vitigni a bacca bianca: un insieme di aromi avvolgenti, dai fruttati a quelli più intensi

La Cantina San Michele Appiano è orgogliosa di presentare APPIUS 2019, progetto enoico d’eccellenza e vino da sogno di Hans Terzer, che quest’anno spegne la decima candelina. La Cuvée di vini bianchi, creata con selezioni personalmente individuate da Terzer, rappresenta il meglio dell’annata 2019, caratterizzata da un ritardo nella vendemmia che ha permesso una sintesi delle sostanze aromatiche di prim’ordine. Un vino stilisticamente in linea con le edizioni precedenti, dritto e preciso, votato alla longevità.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Rubriche , at 08/11/2023

Abbinamenti tra cibo e vino firmati Cantina San Michele Appiano e St. Michael-Eppan Lovers. Pinot Bianco Schulthaus e Agnolotti del plin di Seirass al timo serpillo cotti nel fieno maggengo di Maurilio Garola, chef del ristorante La Ciau del Tornavento, una Stella nella Guida MICHELIN 2023.

Un connubio che parla da solo, quello tra il Pinot Bianco Schulthaus della Cantina San Michele Appiano e la creazione dello chef Maurilio Garola, che con gli Agnolotti del plin di Seirass al timo serpillo cotti nel fieno maggengo unisce idealmente il vigneto Schulthaus di Appiano con il ristorante La Ciau del Tornavento di Treiso nel cuore delle Langhe, terre tanto di grandi vini quanto di piatti suggestivi.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Rubriche , at 29/06/2023

Il Pinot Bianco Schulthauser compie 40 anni. La Cantina San Michele Appiano celebra il vino bianco altoatesino che ha conquistato prima il mercato locale e poi internazionale, per poi diventare un vero e proprio brand

La Cantina San Michele Appiano celebra i 40 anni del Pinot Bianco Schulthauser, l’etichetta che ha segnato la rinascita qualitativa del vino altoatesino, diventando un vero e proprio brand. Grazie all’idea rivoluzionaria del winemaker Hans Terzer di creare un Pinot Bianco più strutturato e longevo, attraverso un nuovo personale modello di vinificazione che potesse valorizzare le uve migliori dei conferitori, lo Schulthauser ha conquistato il mercato prima locale e poi internazionale e ricopre ancora oggi un ruolo identitario e irrinunciabile per la pluripremiata Cantina altoatesina.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Rubriche , at 03/04/2023

La 46ª vendemmia del winemaker Hans Terzer alla Cantina San Michele Appiano: «Mai come quest’anno ho visto uve così sane e di qualità, nonostante il periodo di siccità: mi piacciono soprattutto Chardonnay e Sauvignon e sono convinto avremo grandi Pinot Nero. La raccolta del Gewürztraminer per il Passito prevista a fine anno».

In attesa della raccolta delle uve di Gewürztraminer per il Passito, prevista a fine anno, il winemaker Hans Terzer commenta la sua quarantaseiesima vendemmia alla Cantina San Michele Appiano. La più sorprendente dal punto di vista qualitativo e sanitario delle uve, nonostante le iniziali preoccupazioni, a causa della siccità, ampiamente superate grazie alle abbondanti piogge di fine luglio. Quantità in linea con la media delle annate precedenti con un +8% e vini che si presentano già con una certa struttura. Chardonnay e Sauvignon i più apprezzati da Terzer, sul Pinot Nero alte le aspettative.

By L'Italiano , in Economia Rubriche , at 01/11/2022

Abbinamento d’autunno consigliato dai St. Michael-Eppan Lovers: Pinot Bianco Sanct Valentin e Fusilli, porri e mandorle di Anthony Genovese, ristorante stellato Il Pagliaccio di Roma

Per dare il benvenuto a tavola alla stagione autunnale, il sommelier del ristorante stellato di Roma “Il Pagliaccio”, testimonial della filosofia della Cantina San Michele Appiano in qualità di St. Micheal-Eppan Lover, consiglia di abbinare uno dei bianchi più rappresentativi della Cantina leader in Alto Adige, il Pinot Bianco Sanct Valentin, alla ricetta dello chef Anthony Genovese “Fusilli, porri e mandorle”.

By L'Italiano , in Uncategorized , at 11/10/2022

“Sogni estivi” prosegue con il secondo abbinamento tra ricette d’autore e vini della Cantina San Michele Appiano

Sauvignon Sanct Valentin e Risotto ai pomodori e pecorino affinato in grotta di Paolo Lavezzini, ristorante stellato Il Palagio del Four Seasons Hotel Firenze. Continua “Sogni estivi”, progetto ideato dalla Cantina San Michele Appiano, che mette assieme le ricette degli chef d’Italia (stellati e non) ed i vini della realtà vitivinicola leader in Alto Adige. Dedicato ai media che si rivolgono ai lettori che amano, anche a casa, cimentarsi nella preparazione di piatti d’autore accompagnati da vini d’eccellenza.

By L'Italiano , in Economia Rubriche , at 11/08/2022

“St. Michael-Eppan Lovers” è il progetto che dà voce ai wine lovers di tutta Italia della Cantina San Michele Appiano. Storie di rinomati chef, sommelier e personaggi di rilievo nel panorama food & wine come testimonial ufficiali di filosofia, valori e qualità dei vini creati da Hans Terzer. Dall’Alto Adige alla Sicilia, oggi l’undicesimo St. Michael-Eppan lover è lo chef bistellato Pino Cuttaia

La forza del marchio altoatesino St. Michael-Eppan, il cui successo è frutto di decenni di duro lavoro, lungimiranza e professionalità, raccoglie oggi un importante consenso sia in Italia che all’estero, ha conquistato chef stellati, sommelier o imprenditori del settore che ne sono diventati speciali portavoce. Sono i St. Michael-Eppan Lovers: 11 testimonial, destinati a raggiungere quota 20 nel 2023, che condividono e valorizzano la filosofia della cantina del winemaker Hans Terzer attraverso il racconto delle loro storie. L’ultimo ad aderire al progetto è lo chef bistellato Pino Cuttaia che in una movie-intervista fa conoscere la sua storia al pubblico e svela curiosità e aneddoti personali sulla Cantina San Michele Appiano.

By L'Italiano , in Rubriche , at 27/07/2022

I vitigni di punta della Cantina San Michele Appiano e i vini da degustare per scoprire le migliori espressioni altoatesine delle cinque varietà

Pinot Bianco, Pinot Nero, Sauvignon, Chardonnay e Gewürztraminer rappresentano i vitigni sui quali il winemaker Hans Terzer della Cantina San Michele Appiano, dopo un lungo processo di ricerca e progressiva evoluzione della viticoltura altoatesina, ha puntato per raggiungere l’eccellente qualità oggi riconosciuta a livello nazionale e internazionale. A rappresentanza di ognuno, Terzer suggerisce i vini San Michele Appiano da degustare per poter scoprire ed apprezzare la migliore espressione delle cinque varietà.

By L'Italiano , in Economia Rubriche , at 28/06/2022

Cantina San Michele Appiano, fatturato in crescita con un +5% e grandi obiettivi per il 2022 con sguardo ottimista e fiducioso

Continua la crescita della Cantina San Michele Appiano, con un notevole aumento a fine 2021 che evidenzia ancora una volta la forza del marchio sul mercato del vino italiano ed estero. Un successo che ripaga gli sforzi compiuti nel 2020 per contenere il calo di prenotazioni import/export derivanti dalla pandemia Covid-19 e che avvia il 2022 verso nuove sfide con spirito fiducioso e ottimista. I risultati più sorprendenti sono stati registrati nelle vendite che, toccando oltre 2 milioni di bottiglie ripartite tra Italia ed Estero in rapporto 70/30, hanno interessato oltre 40 Paesi stranieri.

By L'Italiano , in Economia Rubriche , at 24/02/2022

APPIUS 2017 e Sauvignon The Wine Collection 2017, le eccellenze qualitative della Cantina San Michele Appiano per brindare alle Feste

Perfetti da soli o da abbinare al menu di Natale e Capodanno, APPIUS 2017 e la terza edizione del Sauvignon The Wine Collection portano a tavola tutta l’eccellenza qualitativa della Cantina San Michele Appiano. I due vini bianchi di produzione limitata e ottenuti rigorosamente dalle selezioni di punta dell’azienda vitivinicola leader in Alto Adige, impreziosiscono i brindisi delle Feste con intensità ed eleganza, esaltando piatti di pesce e carni bianche grazie alla vibrante acidità e alla notevole mineralità.

By L'Italiano , in Uncategorized , at 22/12/2021