Sunday, March 3, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Umberto Baccolo, Elisa Torresin e la Maratona Radiofonica a difesa dei diritti del detenuto Alfredo Cospito a cui è stato applicato il 41bis di cui persino la Corte Costituzionale ha chiesto la sua abolizione dal Codice Penale Italiano

“A partire da ieri sera si sono aperte le adesioni: chiunque può partecipare allo sciopero a staffetta comunicando nome, cognome, città e data di inizio e fine digiuno (minimo 24 ore, massimo quanto si vuole, con possibili 3 cappuccini zuccherati al giorno). – prosegue il comunicato – Chiunque può contattarci su Facebook (sui profili Umberto Baccolo e Delfina Unno Pastalunghi e la pagina Folsom Prison Blues) o compilare il form realizzato da Luna Casarotti che abbiamo lì condiviso. Già la prima sera abbiamo ricevuto in poche ore numerose adesioni: vogliamo ringraziare e dire che andremo avanti finché Cospito lo farà, in solidarietà”


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano (dalla Redazione Centrale)

ROMA – Umberto Baccolo ed Elisa Torresin attivisti in difesa dei diritti dei detenuti stanno conducendo una strenua battaglia ricorrendo alla maratona radiofonica per stigmatizzare la situazione relativa al caso di Alfredo Cospito a cui è stato applicato l’art. 41 bis. Determinazione che in molte carceri italiane sta determinando l’aumento di suicidi e un sovraffollamento della popolazione carceraria in regime di ergastoli.

Ascoltiamo dalla loro viva voce quello che hanno comunicato “Vista la decisione della magistratura di sorveglianza di confermare il 41bis ad Alfredo Cospito, persona che sicuramente non è così tanto pericolosa da rendere sensata l’applicazione di quel regime carcerario che equivale ad una vera e propria tortura, Elisa Torresin ed io, entrambe attivisti per i diritti dei detenuti e per la Giustizia giusta, abbiamo deciso di lanciare un’iniziativa nonviolenta che, accompagnandolo nel suo sciopero della fame, spinga a riflettere su disumanità ed incostituzionalità di ergastolo ostativo e 41bis, chiedendo la loro abolizione in linea generale, e nello specifico la non applicazione a Cospito, che sicuramente se ha commesso reati è giusto li paghi, ma non così tanto ed in modo così disumano e sproporzionato”.

Alfredo Cospito mentre viene trasferito da una udienza in Tribunale al carcere dove è detenuto

“A partire da ieri sera si sono aperte le adesioni: chiunque può partecipare allo sciopero a staffetta comunicando nome, cognome, città e data di inizio e fine digiuno (minimo 24 ore, massimo quanto si vuole, con possibili 3 cappuccini zuccherati al giorno). – prosegue il comunicato – Chiunque può contattarci su Facebook (sui profili Umberto Baccolo e Delfina Unno Pastalunghi e la pagina Folsom Prison Blues) o compilare il form realizzato da Luna Casarotti che abbiamo lì condiviso. Già la prima sera abbiamo ricevuto in poche ore numerose adesioni: vogliamo ringraziare e dire che andremo avanti finché Cospito lo farà, in solidarietà”.

“Dopo Natale, in data da fissare, faremo pure un evento in diretta sulla nostra pagina Facebook garantista Folsom Prison Blues – e se disponibile su Radio Radicale – nel quale si parlerà di 41bis e ergastolo ostativo da vari punti di vista: noi inviteremo a parlare diverse figure autorevoli sul tema (a partire, sperando accettino, da coloro che si sono già spesi di più sul tema come Luigi Manconi e Zerocalcare, che lo ha affrontato tramite una splendida storia breve a fumetti), ma chiunque parteciperà allo sciopero della fame se vorrà intervenire potrà scriverci per prenotarsi a parlare”. Hanno concluso Umberto Baccolo ed Elisa Torresin, che ora sono in piena attività per dare corso alla maratona degli interventi radiofonici.

Anche il Quotidiano l’Italiano, con l’adesione del nostro direttore Riccardo Colao che parteciperà alla “maratona radiofonica“, ha ritenuto indispensabile unirsi nei corsi per dare vitalità ed eco alla battaglia di civiltà, si unisce all’iniziativa nella speranza che presto possa restituirsi anche all’Italia il posto dignitoso nella storia del prestigio del diritto e nei rapporti umani con quanti, pur sbagliando ed avendo commessi crimini, stanno pagando con la reclusione a vita gli errori commessi.

Dalle colonne del nostro giornale invitiamo i lettori che lo desiderano a seguire la diretta sul seguente link di Radio Radicale:

https://www.radioradicale.it/eventi/8196

Ecco la lista dei partecipanti (a cui si sono aggiunte altre voci) e l’ordine degli interventi della maratona radiofonica
testatina

Comments


Lascia un commento