Sunday, May 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Epoca Motors, le Vespe d’Epoca di Denys Maiorino

A soli 13 anni infatti Denys Maiorino passava lunghe ore in garage a montare smontare motori e carrozzerie. “Non mi accorgevo del tempo che passava, qualche volta facevo rumore di notte e mio padre giustamente si arrabbiava non poco”, racconta oggi Denys divertito. “Qualche volta facevo dei danni mica da ridere: smontare ogni singolo componente di un mezzo spesso è più facile che rimontarne come si deve tutti i pezzi. Qualche volta non ci riuscivo, e dovevo chiedere a chi aveva più esperienza di me”.
Oggi però tutta questo armeggiare in garage è servito, eccome. L’esperienza pian piano è arrivata e con essa il coraggio di ripartire proprio da un’altra passione, forte come quella per la musica hip hop e dance, non da chissà quale ricerca di mercato. E Denys proprio quest’anno ha potuto regalare al padre per il suo compleanno una vespa d’epoca fiammante 50 ss.


di Nicola Colao per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – REDAZIONE CENTRALE – La nuova avventura imprenditoriale di Denys Maiorino, manager musicale da sempre attivo nella scena musicale dell’hip hop italiano con la sua Level Up e mille altri progetti, è Epoca Motors, un’officina specializzata nel ridare vita solo e soltanto a Vespe d’epoca.
Grazie al suo lavoro e a quello del suo team (oggi formato da ben 4 persone) è possibile far tornare come nuove queste icone dello stile italiano nel mondo. I ricambi che Epoca Motors utilizza sono di alta qualità e quasi tutti Made in Italy, i partner e i fornitori con cui collabora sono solo e soltanto d’eccellenza. “Per ridare nuova vita ad un telaio, ad esempio, non basta un carrozziere qualsiasi. La sabbiatura e la verniciatura va fatta in un certo modo”, spiega Denys Maiorino. “Solo così la Vespa che esce dalla nostra officina torna ad essere bella come quando è uscita dalla Piaggio… o anche di più”.
Oggi che l’attività è avviata e la nicchia di mercato messa in chiara luce, viene da chiedere a Denys quanto guadagna su ogni Vespa consegnata al cliente ‘chiavi in mano’… Nella sua officina c’è una dozzina di fiammanti Vespe in attesa di essere consegnate. La lista d’attesa per far restaurare il proprio mezzo è già lunga diversi mesi e il ritmo di chi lavora su mezzi d’epoca non è certo quello di chi cambia gomme o candele in una normale officina. L’eccellenza assoluta arriva solo con la cura di ogni dettaglio.
Probabilmente però il successo non arriva in questo caso dalla freddezza di numeri e mercato. Solo chi realizza mezzi che sono davvero ‘da collezione’ ha poi successo presso la ristretta schiera di appassionati capaci di apprezzare ogni dettaglio, anche la guaina in cui passa il filo del freno o quello dell’acceleratore. E soprattutto, una Vespa 50 Special, già cantata dai Lunapop, non è mica una Ferrari o una Mercedes d’epoca, mezzi d’élite con cui pochi fortunati possono permettersi di rilassarsi correndo la Mille Miglia.
“Si guadagna, certo, ma solo curando ogni dettaglio e facendo economie di scala su ogni passaggio. Il valore di mercato delle Vespe da restaurare è poi in costante ascesa”, spiega Denys Maiorino. “La nostra clientela è invece una nicchia di appassionati che vuol rivivere l’emozione di guidare la propria Vespa, piano piano e andare a prendersi un caffè con gli amici. Non per caso piacciono soprattutto le cilindrate piccole”. Epoca Motors, quindi, si rivolge ad un ristretto numero di appassionati, sparsi però per il mondo. Spesso infatti le Vespe appena restaurate vengono prima smontate e poi spedite chissà dove.
La chiave del successo di Epoca Motors è quindi la passione più pura. “E’ per questo che restauriamo soltanto Vespe d’Epoca, quelle che preferisco, non ogni tipo di Vespa”, spiega Denys. Invece di fermarsi, durante la pandemia, quando ogni attività musicale connessa a concerti e dj set era totalmente ferma, è ripartito dalla sua ‘ossessione’ per i motori, una fissazione che ha fin da quando era ragazzino. Ha trovato il capannone giusto, a Trezzo D’Adda (MI), non lontano dalla sua Bellusco (MI) dove vive da sempre e piano piano ha cominciato a lavorare. “In realtà non ho mai smesso di fare il meccanico per passione anche quando mi occupavo solo di musica”, racconta Denys Maiorino “Chi mi conosce bene sa di questa passione che con gli anni non si è certo affievolita. E oggi che mi occupo ogni giorno di Vespe, la musica continua ad avere il suo ruolo nella mia vita lavorativa”.
A soli 13 anni infatti Denys Maiorino passava lunghe ore in garage a montare smontare motori e carrozzerie. “Non mi accorgevo del tempo che passava, qualche volta facevo rumore di notte e mio padre giustamente si arrabbiava non poco”, racconta oggi Denys divertito. “Qualche volta facevo dei danni mica da ridere: smontare ogni singolo componente di un mezzo spesso è più facile che rimontarne come si deve tutti i pezzi. Qualche volta non ci riuscivo, e dovevo chiedere a chi aveva più esperienza di me”.
Oggi però tutta questo armeggiare in garage è servito, eccome. L’esperienza pian piano è arrivata e con essa il coraggio di ripartire proprio da un’altra passione, forte come quella per la musica hip hop e dance, non da chissà quale ricerca di mercato. E Denys proprio quest’anno ha potuto regalare al padre per il suo compleanno una vespa d’epoca fiammante 50 ss.
Un altro di motivi del successo quasi immediato di Epoca Motors è stata senz’altro l’attenzione alla comunicazione che un manager musicale come Denys Maiorino da sempre ha. Gli artisti non devono essere solo bravissimi, e le Vespe non devono solo essere restaurati come si deve: vanno anche fotografati e raccontati bene, sui social, con foto, video ed una costante attenzione a far sapere a tutti i propri fan cosa si sta facendo.
Non è certo per caso che Denys Maiorino è diventato “Il Boss delle Vespe”. E’ questo il titolo di programma tv arrivato alla sua seconda stagione in onda su Sky. Le sue passioni infatti la racconta bene, senza filtri e senza esagerare… e nei suoi tanti anni nel music business di amici “vip” Vespisti se ne è fatti non pochi. Per questo nel suo programma ha ospitato artisti come Emis Killa (che conosce fin da quando era solo Emiliano, un ragazzo con la passione del rap e che ha voluto anche una Vespa per sé), DJ-Jad degli Articolo 31 e su fratello Wlady, oppure Mitch (Iena in tv e speaker di Radio 105), intervistato insieme al rapper Sensei. “Quest’anno abbiamo restaurato Vespe anche per atleti come Tony Cairoli, 9 volte campione del mondo di motocross, il cliclista Tadej Pogačar, vincitore di due Tour de France e l’ex calciatore del Brescia Andrea Caracciolo”, dice Denys. Molto interessante per gli amanti dei motori da competizione è poi la puntata de “Il Boss delle Vespe” dedicata ad una gara Endurance svoltasi presso il Circuito di Pomposa (FE). Racconta una gara che ha messo di fronte diverse Vespe da competizione per lunghe ore, mettendo soprattutto i mezzi ed ogni loro parte meccanica a dura prova…
Proprio dalla massima attenzione alla performance di ogni pezzo che compone le sue Vespe, anche quelle elaborate per correre in pista, che nasce Epoca Motor Parts, la più recente avventura motoristica di Denys Maiorino insieme al suo socio Fabio Caldera. Si tratta di componenti 100% Made in Italy. “Produciamo accensioni, cluster, ventole… ed il  nostro fiore all’occhiello è il cilindro Epoca144R, realizzato con Luca Zani”, spiega Denys Maiorino. Si tratta di capolavori tecnologici applicati alle Vespe, come scrivono spesso sui social i follower di Epoca Motor Parts.
“I componenti che produciamo con Epoca Parts per le competizioni di Vespe sono un ottimo modo per far vedere e quindi comunicare a tutti la nostra passione”, conclude Denys. “Nelle gare poi testiamo i nostri oltre ogni limite, così in strada i nostri clienti possono guidare ancora più tranquilli”.Valle Aurina (BZ) – In Valle Aurina, una delle regioni più caratteristiche dell’Alto Adige, inizia ufficialmente la stagione invernale: dal 3 dicembre 2022 al 16 aprile 2023gli impianti sciistici della Skiworld Ahrntal sono aperti a tutti coloro che vogliono trascorrere giornate sulla neve tra una sciata e una passeggiata, a piedi o con le ciaspole, o semplicemente immersi nella natura innevata e particolarmente suggestiva tipica della regione, specialmente in questo periodo dell’anno. Le piste del comprensorio, per di più, sono idonee sia per gli esperti che per i principianti e in tutta la valle si trovano 30 baite aperte che offrono diverse soluzioni gourmet per chiunque desideri abbinare all’attività sportiva una pausa di gusto.
Dal 3 dicembre prende il via la stagione invernale nella Skiworld Ahrntal, l’area sciistica della Valle Aurina con oltre 74 km di piste e 21 impianti di risalita moderni e sicuri, ad altitudini comprese tra i 950 e 2.510 mt s.l.m. Il comprensorio accoglie famiglie e bambini, giovani ed esperti così come amatori alle prime armi e amanti della neve. I due principali sono quelli di Klausberg e Speikboden che contano rispettivamente 33 e 41 km di piste; sono molto dinamici e offrono anche occasioni di puro svago ai più piccolini che, in modo particolare lungo le piste di Klausberg, possono divertirsi nel parco di Klausiland tra slalom, tappeti magici e scivoli, e sulla Alpine Coaster Klausberg-Flitzer un fun-bob su rotaia lungo ben 1.800 mt su cui sfrecciare fino alla velocità di 40 km/h. Riva di Tures e Rio Bianco, con due piste ciascuno, sono invece più piccoli e ideali per i principianti di qualsiasi età che desiderano imparare. Non è tutto, però. Oltre allo sci di discesa, la Valle Aurina offre la possibilità di praticare altri sport e attività divertenti: prima tra tutte lo sci d’alpinismo, magari accompagnati da una guida esperta sulle cime Achsel, Faden e Henne, oppure sulle 83 vette che superano i 3.000 metri se si ha già un ottimo livello di preparazione. Qui, le emozioni sono assicurate. C’è poi la possibilità di fare sci di fondo in alta quota ungo le piste di Rio Bianco, sulla pista ad anello a Riva di Tures, la pista del Sole a Casere e quella Selva dei Molini Lappago.
Chi ama camminare può godersi passeggiate più o meno difficili, a piedi o con le ciaspole, tra boschi e prati innevati: i percorsi, anche in questo caso, sono tanti e di lunghezze diverse, dai più brevi di appena due o tre km, ai più lunghi di 15 km e più. Per chi non vuole faticare ed è alla ricerca del solo divertimento, la Valle Aurina offre anche 38 km di tracciati destinati esclusivamente a bob e slitte. Infine, per gli amanti delle sfide e dello sport di alto livello, c’è l’evento di Coppa Europa di slalom femminile ‘’Queens of Goasleitn’’, in programma nelle giornate di giovedì 8 e venerdì 9 dicembre: lungo i 581 mt dell’omonima pista nera, nel comprensorio di Klausberg, le migliori atlete gareggiano su pendenze da paura che sanno regalare brividi d’emozione. Dopo la gara, l’after-race party attende tutti con buon cibo grazie all’iniziativa ‘’gusto in pista’’ che propone specialità altoatesine e ottimi drinks da gustare a bordo pista e a ritmo di musica.
La Valle Aurina si distingue indubbiamente per l’unicità dei suoi paesaggi, capaci di renderla una regione incontaminata e pura, ma anche per la sua forte vocazione al turismo e all’accoglienza che, di anno in anno, si rinnova con passione e attenzione.
Qui, infatti, tra vette maestose e panorami suggestivi, si cerca sempre di agevolare ogni visitatore con iniziative convenienti come, ad esempio, quella delle Settimane dello skipass gratuito che permette, dal 3 al 23 dicembre, di ricevere per 3 o 6 giorni uno skipass gratuito oppure a metà prezzo con un pernottamento di, rispettivamente, almeno 4 o 7 notti nelle strutture convenzionate.
Denys Maiorino, manager musicale da sempre attivo nella scena musicale dell’hip hop italiano con la sua Level Up e mille altri progetti, è Epoca Motors, un’officina specializzata nel ridare vita solo e soltanto a Vespe d’epoca.

Comments


Lascia un commento