Friday, February 3, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro. Il Catanzaro gioca a Monopoli per conquistare Parco della Vittoria

Il Monopoli ha guadagnato quattro punti nelle ultime tre partite, con una vittoria contro il Picerno per 1-2 e un pareggio in casa contro la Turris con il risultato di zero a zero. La formazione pugliese stenta a decollare sotto porta e, con 9 reti subite, dimostra di non essere ancora solida nella fase difensiva e ciò impedisce alla squadra di Laterza di giocare a viso aperto, nonostante le buona prestazione mostrata nel match d’apertura della stagione vinto per 4-1 contro il Taranto. Il tecnico punterà sicuramente su Starita e Montini, entrambi artefici di 3 gol in 8 presenze, per dare una sterzata definitiva alla stagione. Segnaliamo però che il Monopoli ha battuto il Cerignola squadra che è la sola, al momento, ad essere riuscita a strappare un pareggio alle Aquile


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – E’ stato poco il tempo per il Catanzaro di mister Vincenzo Vivarini per godersi a pieno la “remuntada” sulla Viterbese che subito ci si tutta in un intenso martedì giallorosso con la supersfida delle ore 21.00 con il Monopoli. L’abbiamo analizzato attentamente con una ricca preview, insieme alle parole di mister Vivarini e di Pietro Cianci nel post Viterbese e anche in vista del Monopoli. Per chiudere il botta e risposta tra Viterbese e Catanzaro con i due comunicati della società in un acceso post match. 

MONOPOLI-CATANZARO: LA PREVIEW

QUI MONOPOLI: Il Monopoli ha guadagnato quattro punti nelle ultime tre partite, con una vittoria contro il Picerno per 1-2 e un pareggio in casa contro la Turris con il risultato di zero a zero. La formazione pugliese stenta a decollare sotto porta e, con 9 reti subite, dimostra di non essere ancora solida nella fase difensiva e ciò impedisce alla squadra di Laterza di giocare a viso aperto, nonostante le buona prestazione mostrata nel match d’apertura della stagione vinto per 4-1 contro il Taranto. Il tecnico punterà sicuramente su Starita e Montini, entrambi artefici di 3 gol in 8 presenze, per dare una sterzata definitiva alla stagione. Segnaliamo però che il Monopoli ha battuto il Cerignola squadra che è la sola, al momento, ad essere riuscita a strappare un pareggio alle Aquile

MONOPOLI (4-2-3-1): Nocchi; Viteritti, Bizzotto, De Santis, Falbo; De Risio, Piccinni; Rolando, Montini; Starita; Simeri. ALLENATORE: Laterza

QUI CATANZARO: Il Catanzaro è reduce da tre vittorie nelle ultime tre gare di campionato, vincendo contro Turris, Fidelis Andria e Viterbese e realizzando 11 reti subendone 2. La classifica del terzo gruppo della Serie C li vede attualmente al primo posto con 22 punti sommati in 8 giornate, un ruolino di marcia importante per mister Vivarini che sogna di regalare la B alla città di Catanzaro, grazie anche e soprattutto alle reti degli attaccanti principi  Tommaso Biasci e Pietro Iemmello, attuali migliori marcatori della squadra con 6 e 5 reti all’attivo. Da non trascurare il conto dei gol subiti, giusto 4 le reti subite dal portiere classe ’94 Andrea Fulignati che può già vantare 6 clean sheet in campionato, e il peso decisivo dei giocatori subentrati a gara in corso, vedi Cianci e Curcio nell’ultimo match con la Viterbese.
CATANZARO (3-5-2): Fulignati; Scognamillo, Brighenti, Martinelli; Vandeputte, Sounas, Ghion, Verna, Tentardini; Biasci, Iemmello. ALLENATORE. Vivarini

VIVARINI: “NON ABBIAMO FATTO ANCORA NULLA”

“Aspettavo una partita del genere” – commenta in sala stampa il Mister – “mi interessava vedere il carattere e la voglia della squadra di ottenere il risultato in una sfida di questo tipo. Devo fare i complimenti ai ragazzi e un plauso speciale a coloro che sono subentrati, che, con la loro voglia, ci hanno permesso di portare a casa il risultato”. Partita tutt’altro che semplice per i giallorossi: “La Viterbese ha dato tutto quello che poteva in campo e sono stati bravi e fortunati a trovare il vantaggio. C’erano tutti i presupposti per una serata difficile, invece otteniamo altri tre punti”. Soddisfazione senza perdere la concentrazione: “Dobbiamo migliorare in furbizia, non abbiamo fatto ancora nulla e dobbiamo mantenere i piedi a terra per continuare lungo la nostra strada” (Uff. Stampa U.S. Catanzaro)

CIANCI: “SIAMO UNA FAMIGLIA E CI VOGLIAMO TUTTI BENE”

Cianci commenta la sua prestazione al termine della sfida contro la Viterbese: “Non è mai facile entrare in corsa, ma chi subentra deve mettere energia e grinta per poter fare la differenza. Ho tanta voglia di giocare e sono contento di aver contribuito con il mio gol alla vittoria”. Cianci già arrivato a quota tre realizzazioni stagionali: “Rispetto allo scorso anno vivo con maggiore serenità il mio ruolo in squadra e lavoro nell’ottica di fare il bene del gruppo. Siamo una famiglia e ci vogliamo tutti bene”. (Uff. Stampa U.S. Catanzaro)

ACCUSE DELLA VITERBESE AL CATANZARO: I COMUNICATI DELLE DUE SOCIETA’U.S. VITERBESE: L’Us Viterbese 1908 ed il suo presidente Romano denunciano tutto il loro sdegno e disapprovazione per gli animi ‘caldi’ presenti ieri sera in tribuna al Ceravolo durante il match di campionato Catanzaro-Viterbese. E’ inammissibile che dirigenti della squadra ospite, seppur collocati in tribuna centrale, vengano accerchiati da tifosi locali come accaduto sabato pomeriggio. È inammissibile che una società come quella dell’Us Catanzaro possa assegnare una collocazione simile ai dirigenti avversari. Oltretutto il club fa sapere che si è reso necessario l’intervento degli steward presenti sia per entrare che per allontanarsi dai posti assegnati. Fatti purtroppo che vanno fuori dai valori che lo sport predilige sia dentro che fuori dal campo. La Viterbese 1908, ha già informato il Presidente della Lega Pro Ghirelli e presenterà esposto presso le istituzioni  sportive per quanto accaduto ieri. Il presidente dell’Us Viterbese 1908 Marco Arturo Romano precisa che “nulla di grave è accaduto ieri in tribuna grazie alla civiltà dei tifosi del Catanzaro e alla professionalità delle forze dell’ordine. Si ribadisce però la perplessità circa l’organizzazione della U.S. Catanzaro 1929 che ha costretto i dirigenti della Viterbese ad attraversare il campo per entrare in tribuna attraverso le recinzioni obbligando alcuni tifosi del Catanzaro a spostarsi per far sedere gli stessi dirigenti della Viterbese. Naturale quindi il disagio di cinque persone circondate da migliaia di tifosi della squadra avversaria. Il tutto è stato immortalato dalle telecamere presenti. Faremo presente tutto ciò agli organi federali. Per il resto quella di ieri è stata una bella partita che ha messo in evidenza i nostri continui progressi e la forza del Catanzaro che è la più serie candidata alla vittoria finale del campionato”.U.S. CATANZARO: Abbiamo letto, non senza stupore, la nota diramata dall’US Viterbese 1908, in cui si evidenzia la presenza di “animi caldi” nel settore della Tribuna Vip dove la dirigenza gialloblù è stata ospitata per assistere alla gara di ieri. Probabilmente, considerato l’andamento della partita, qualche tifoso si è lasciato andare ad atteggiamenti sopra le righe – forse dopo l’esultanza non proprio ortodossa di Monteagudo al gol del 2 a 1 – ma nulla di più di quanto si assiste in tutti gli altri stadi. Il presidente Romano, dopo aver probabilmente compreso di aver diramato una nota non corrispondente ai fatti reali, ha affermato che “nulla di grave è accaduto ieri in tribuna grazie alla civiltà dei tifosi del Catanzaro” ma si è lasciato andare a una precisazione, se possibile, più improvvida della precedente. Ha infatti espresso perplessità sull’organizzazione da parte dell’US Catanzaro1929. Un’organizzazione che ha sempre garantito adeguati standard di sicurezza e che è dettata dalla conformazione dello stadio. Da sempre i dirigenti ospiti che intendono restare sul terreno di gioco fino a qualche minuto prima del fischio iniziale, si accomodano in Tribuna Vip attraversando il campo e raggiungendo direttamente il settore. Altrimenti dovrebbero farlo entrando in diretto contatto con i tifosi che accedono alla Curva “Capraro” o alla Tribuna laterale. Piuttosto la società giallorossa rammenta al presidente Romano che proprio a Viterbo, negli anni passati, sono accaduti episodi ben più gravi e non per questo la società giallorossa ha inteso denunciarli pubblicamente. Si ricorderà, ad esempio, che tre anni fa fu la nostra dirigenza a essere accerchiata e minacciata nel settore in cui fu collocata mentre nel 2021, addirittura, atleti e dirigenti furono ospitati in curva! Dispiace, inoltre, che su alcuni giornali on line sia emerso quello che qualcuno ha voluto definire “sgarbo” nei confronti della Viterbese: il mancato anticipo della gara alle ore 14:30. Eppure la motivazione è palese: mai, a Catanzaro, di sabato, si potrà giocare a quell’ora considerato che nell’area dello stadio si svolge il mercato rionale. E’ utile sottolineare, infine, che la tifoseria e la dirigenza giallorossa, negli ultimi anni, hanno dato esempio di grande fair play, vivendo anche momenti sportivi difficili e il presidente Ghirelli, cui l’US Viterbese si appella, né è testimone. Facendo i complimenti ai giocatori avversari per come hanno interpretato la partita e un po’ meno alla dirigenza per questa appendice che rischia di apparire come incapacità nell’accettare il risultato del campo, l’US Catanzaro ribadisce di aver operato con la consueta professionalità che la contraddistingue.

Testatina rossa

Comments


Lascia un commento