Thursday, May 30, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Luise Gandon, la luce dell’interiorità nello sguardo delle sue donne

Una fanciulla che suona il violoncello e lo fa senza alcun panno addosso mentre i capelli scompigliati ondeggiano sul volto richiamano musicalmente motivi di assoluta ed emozionante armonia.. Diciamo senza mezzi termini che l’arte della pittrice Luise Gandon cattura l’occhio e la passione di chi ama la pittura estesa ai confini della realtà perché la dimensione onirica che si ricava attraversando i dettagli delle sue tele trasforma l’osservatore più superficiale in un accanito amante dell’arte pura espressivamente univoca al modus vivendi dei tempi dell’immaginifico d’Annunzio.


di Gianfranco Simmaco dalla Redazione Culturale del Quotidiano l’Italiano

ROMA – Luise Gandon, è un’artista franco-austriaca, si dedica al ritratto e al nudo. La mostra è costituita da numerosi primi piani maschili, vigorosi e intensi, e da diversi nudi femminili, che parlano della condizione della donna. Le figure sono ritratte con sciolte e ampie pennellate, che colgono l’anima dei personaggi. Un’attenzione particolare è rivolta verso il loro sguardo.

Con il pensiero del Croce, sia la coscienza critica sia la concezione artistica, hanno ricevuto un nuovo impulso, grazie alla visione dell’arte come espressione di sentimenti e al superamento della indagine filologica a vantaggio della figura sia dello storico che del critico. Ma non per questa ragione chi scrive d’arte può passare senza dover occuparsi di un’artista del calibro internazionale di Luise Gandon

Nella storia recente in Italia si annovera una schiera di critici e storici dell’arte contemporanea sovente tutti accomunati da un professionismo mediatico, elemento indispensabile alla divulgazione dell’arte tutta del nuovo millennio a partire dal XX secolo.

Diciamo senza mezzi termini che l’arte della pittrice Luise Gandon cattura l’occhio e la passione di chi ama la pittura estesa ai confini della realtà perché la dimensione onirica che si ricava attraversando i dettagli delle sue tele trasforma l’osservatore più superficiale in un accanito amante dell’arte pura espressivamente univoca al modus vivendi dei tempi dell’immaginifico d’Annunzio.

Una fanciulla che suona il violoncello e lo fa senza alcun panno addosso mentre i capelli scompigliati ondeggiano sul volto richiamano musicalmente motivi di assoluta ed emozionante armonia.

I suoi corpi sinuosi esprimono note sul pentagramma della vita e della gioiosità.

Luise Gandon ha nei suoi pennelli le armi di seduzione per chi ama l’arte del terzo millennio e sicuramente i collezionisti non possono fare a meno di avere sulle loro pareti questi capolavori.

Untitled 90/60 cm

acrylic on canvas 2022

BELLE VUE

Acrylic on canvas, cm. 100×80 – 2022

LA CELLISTE

Acrylic on canvas, cm. 100×80 – 2022

Biografia Luise Gandon

Luise Gandon è una pittrice franco-austriaca nata a Vienna dove vive e lavora. Dal 2011 frequenta numerosi corsi concentrati sul ritratto e sul nudo presso la Kunstakademie Reichenhall in Germania e presso la Kunstfabrik di Vienna.

 Ha imparato molto dai pittori Lucia RICCELLI, Bogdan PAscu e Milan MARKOVIC. Ora si sente libera di cambiare il suo stile ogni volta che vuole, in base al suo umore prevalente. Ma è attaccata ai suoi colori acrilici preferiti per i suoi ritratti e nudi.

  rova le sue motivazioni nei film e sceglie i suoi protagonisti in momenti con molta espressione fuori da scene vivaci. L’osservatore dei suoi ritratti dovrebbe rivelare i sentimenti e la situazione delle persone ritratte dall’espressione dei loro occhi.

  Dal 2014 Luise Gandon ha esposto i suoi dipinti in gallerie, musei e fiere d’arte in Austria, Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Bangkok e Stati Uniti.

  Dal 2019 ha ricevuto premi internazionali: Premio Michelangelo a Roma, Premio Giotto a Lisbona, Premio Frida Kahlo a Milano, Premio Leonardo da Vinci a Firenze e Premio Artista dell’anno 2020 a Monreale.

——————————————————

BIOGRAPHY of Luise Gandon

 Luise Gandon is an Austrian-French painter born in Vienna where she also lives and works. Since 2011 she has attended numerous courses concentrated on portraits and nudes at the Kunstakademie Reichenhall in Germany and at the Kunstfabrik in Vienna.

 She has learned a lot from the painters Lucia RICCELLI, Bogdan PAscu and Milan MARKOVIC. Now she feels free to change her style whenever she wants to according to her prevailing mood. But she is attached to her preferred acrylic colours for her portraits and nudes.

 She finds her motives in films and chooses her protagonists at a moment with much expression out from lively scenes . The observer of her portraits should reveal the feelings and situation of her portraited persons by the expression of their eyes.

 Since 2014 Luise Gandon has exhibited her paintings in galleries, museums and artfairs in Austria, Germany, France, Great Britain, Italy, Spain, Portugal, The Netherlands, Bangkok  and the USA.

Comments


Lascia un commento