Wednesday, February 1, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Per me questa sinistra, come disse il ragionier Ugo Fantozzi: “è una cagata pazzesca!”

I problemi si affrontano con il “senso pratico” delle cose e non con il velo della ideologia appesantita da inutili teorie aristocratico-intellettuali, la sinistra italiana è troppo distante dalla realtà quotidiana per poter essere un interlocutore politico credibile.


di Nicola Mongiardo –

L’opinione di Nicola Mongiardo per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – I problemi si affrontano con il “senso pratico” delle cose e non con il velo della ideologia appesantita da inutili teorie aristocratico-intellettuali, la sinistra italiana è troppo distante dalla realtà quotidiana per poter essere un interlocutore politico credibile.

La società ha bisogno di fatti, cioè di cose che può quasi toccare con mano, la gente deve vedere con i propri occhi che la classe politica sia utile facendo delle leggi che poi diventino cose pratiche che a loro volta producano risultati nella speranza che migliorino la situazione.

La sinistra ha ampiamente dimostrato di non saper cogliere “l’umore” della gente, quel sentimento comune che poi si trasforma in espressione elettorale, le cause sono molteplici, ma una prevale su tutte: l’arroganza.

È arroganza cercare di imporre la propria visione delle cose quando la stragrande maggioranza del popolo (quindi anche una parte del suo elettorato che rimane a casa quando si vota) la pensa in modo diametralmente opposto. Sono tutti fascisti quelli che hanno un pensiero diverso? Sono fascisti coloro i quali chiedono che i flussi migratori siano regolati e controllati? Sono fascisti i politici italiani che cercano di imporre in Europa soluzioni (non solo sull’immigrazione) che facciano comodo anche all’Italia?

È arroganza (e stupidità) considerarsi gli unici paladini dell’ambiente, se non sei di sinistra allora ami l’inquinamento, ami le auto diesel, se non sei di sinistra ti manca quella sensibilità nei confronti della natura. Solo chi è di destra consuma acqua, prende l’aereo o la nave, usa l’automobile per gli spostamenti, usa internet che inquina, ecc.?

La sinistra, con questo atteggiamento, si è posizionata a ridosso di un baratro e caderci dentro è molto facile, dovrebbe averlo capito dopo le innumerevoli sconfitte elettorali e invece no, niente di tutto ciò. Persevera nell’arroganza e nell’errore, ha deciso di darsi una nuova identità prendendo temi universali e facendoli propri come se fossero una proprietà intellettuale privata. Tanti auguri a Elly Schlein nel caso dovesse guidare il principale partito di sinistra, comunque lei ha già detto che è contraria sull’invio di armi all’Ucraina…un pessimo inizio.

La sinistra sta reagendo alle critiche con una “operazione simpatia e leggerezza”, questo mese sul sito ufficiale del Partito Democratico verrà trasmesso ogni giorno il film “La corazzata Potëmkin”, al termine di ogni proiezione verrà tenuta una lezione sul cinema sovietico nientemeno che dall’illustrissimo ing., dott, gran fil de put, il ragionier Filini con la partecipazione del collega rag. Ugo Fantozzi.

Nicola Mongiardo

IL PD sull’orlo di una crisi di nervi
Sardine ed ex segretari del PD

Comments


Lascia un commento