Monday, December 5, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Italianità, stagionalità e rispetto della filiera: a EALA la cucina di Alfio Ghezzi celebra il territorio

Sulle rive del lago di Garda, il 5 stelle Lusso EALA propone due esperienze di cucina nate dalla stessa filosofia: il più formale e dinamico Alfio Ghezzi Bistrot, il cui concept “eat simple” offre piatti semplici e genuini ma curati nei dettagli, e l’esclusivo fine dining SENSO by Alfio Ghezzi, dove intraprendere un vero e proprio rituale gourmet alla scoperta dei sapori gardesani. A fare da cornice, una splendida vista sul lago e sul Monte Baldo che completa il dialogo armonioso tra ogni portata e la natura circostante.


di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

Limone sul Garda (BS) – È un’ode al paesaggio del Garda e alle sue eccellenze, un omaggio all’autenticità custodita nelle materie prime del territorio, prodotte in gran parte con dedizione e amore dalle aziende locali: la cucina di Alfio Ghezzi, eseguita e interpretata dallo chef Akio Fujita, porta a EALA il piacere di intraprendere un viaggio alla scoperta dei sapori e dei profumi del luogo. Lo fa seguendo i valori cardine della sua filosofia, legati alla stagionalità, all’italianità e al rispetto della filiera e dando agli ospiti di EALA – e non solo – la possibilità di scegliere tra due offerte di cucina: l’una formale e dinamica rappresentata dall’Alfio Ghezzi Bistrot, l’altra più raffinata e complessa caratterizzata dal ristorante gourmet SENSO. Protagonisti indiscussi del menu primaverile il pesce di lago e i vegetali di stagione, abbinamenti e ricette che valorizzano l’anima del Garda in tutte le sue sfumature.
 
Semplice, genuina e consapevole, la cucina di Alfio Ghezzi incontra l’identità sostenibile di EALA, in perfetta sintonia con un’ospitalità di lusso dove la natura e il paesaggio sono protagonisti. Una proposta culinaria che vuole valorizzare il territorio, portando in un hotel dal target internazionale l’idea di un’italianità autentica. Riassunto dell’esperienza acquisita negli anni, dalla collaborazione con Villa Serbelloni all’ideazione del concept SENSO al Mart di Rovereto, la cucina dello chef pluristellato adatta al contesto e al paesaggio del Garda la sua filosofia e identità basata sull’utilizzo di materie prime italiane, il più possibile locali, rigorosamente stagionali e prodotte dalla filiera diretta con cui ha tessuto un rapporto di fiducia e continua ricerca della qualità. Nel 5 stelle Lusso EALA, la proposta gastronomica è concepita secondo due tipologie distinte di ristorazione, declinate a seconda del tempo che l’ospite vuole dedicare all’esperienza gastronomica. Con grandi vetrate panoramiche affacciate sul lago, Alfio Ghezzi Bistrot è un ambiente formale ma dinamico che propone, in linea con il concept “eat simple”, un menu di portate semplici in cui vengono esaltati i sapori italiani e del Garda. Contraddistinto da un’atmosfera esclusiva e raffinata, sempre con vista lago, SENSO by Alfio Ghezzi è invece il ristorante gourmet che offre un’esperienza di fine dining: un menu degustazione di sette portate che segue le stagioni e che, in abbinamento a una ricercata carta di vini, consente di intraprendere un viaggio enogastronomico di alto livello. Piatti realizzati con particolare attenzione alle tecniche di cottura, agli abbinamenti di ingredienti, pensati per non appesantire, dove è la semplicità il segreto per esaltare ogni sapore e rendere il piatto vero protagonista. Una cucina in cui lo chef Alfio Ghezzi ha voluto introdurre anche contaminazioni giapponesi legate alle origini e alle competenze del Resident Chef Akio Fujita, da anni al suo fianco e con il quale condivide una forte sinergia: dai particolari tagli, alle tecniche di lavorazione e al concept del Kaiseki (un pasto composto da molteplici portate a base di ingredienti stagionali). Ne è un esempio la struttura del menu degustazione o l’utilizzo del fungo giapponese Shiitake, presente in menu e coltivato dall’azienda agricola trentina Gua’ – elemento che ricorda ancora una volta l’importante connessione tra la cucina e la filiera locale. Tra i prodotti tipici utilizzati, inoltre, non mancano ad esempio l’olio Garda Trentino, il mondo caseario dell’Altopiano di Tremosine, i vegetali coltivati nel territorio, sempre più protagonisti del menu, e naturalmente il pesce di lago. Ecco infatti che tra le ricette simbolo dello chef Alfio Ghezzi, emerge il “Salmiocarpio e rapanelli”, piatto che accosta un pesce autoctono del Garda ai rapanelli marinati, accompagnati da una salsa di sedano rapa.
 
È costante il dialogo tra cucina, natura e paesaggio, dettato dalla volontà di descrivere il territorio del Garda in ogni piatto, rendendo riconoscibili i gusti anche al palato meno esperto. Un viaggio sensoriale che interpreta una coerente ricerca dell’eccellenza in tutte le sue sfaccettature, reso possibile da sinergia, professionalità e passione condivise da una brigata composta da persone di fiducia, spesso provenienti da collaborazioni passate con gli chef e il food & beverage manager Marco Donazzolo, e che ben si identificano con la filosofia di Alfio Ghezzi e l’idea di ospitalità voluta da EALA.

Aldo Ghezzi (foto Carlo Baroni)

Comments


Lascia un commento