Saturday, January 28, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Tag: Benvenuto Caminiti


Lo scrittore Benvenuto Caminiti recensisce il libro “L’Oceano oltre la Rete” scritto da Ettore Zanca

Si dice – giustamente – che un buon libro, soprattutto se è un romanzo, debba poter partire da un incipit  incisivo. Di quelli, insomma, che catturano subito, se non l’attenzione, la curiosità del lettore.

     “ L’arbitro fischia.

     Antoine guarda il portiere: “Possiamo essere immortali”, questo trasmette lo sguardo di tutti I compagni mentre lo osservano in unaslow motion esasperante. Parte, non sa se piazzarla. Si ricorda di quello che gli diceva David: “… Tira all’angolino, con tutta la potenza possibile se hai dubbi”. Ne ha tantissimi…”

By L'Italiano , in Letteratura Rubriche Sport , at 29/11/2022

E dopo Trieste, Chiavari e Salò, il Palermo vince anche a Padova

Tutto bello, tutto esaltante, specie per chi ama la maglia rosanero come fosse una magia che ti strega e ti porta via, ma non è ancora finita: il verdetto conclusivo è rimandato a domenica 12 giugno, stavolta al “Renzo Barbera”, che in trentacinquemila i tifosi inonderanno di bandiere, striscioni e vessilli fino a farlo diventare di nuovo, dopo anni e anni di dolorosa “carestia”, il sacro tempio del POPOLO ROSANERO.

By L'Italiano , in In Evidenza Sport , at 06/06/2022

Lega Pro. Contro la Paganese il Palermo spreca l’ennesima occasione

O Baldini si è reso conto che a strapazzarli pubblicamente, i suoi giocatori, non ottiene nulla di concreto, o si è rassegnato e pensa davvero a… rassegnare le dimissioni (come disse all’acme dello sfogo di sette giorni: “Quando il Potenza ha fatto il 2-0 mi è venuto l’impulso di prendere un taxi e tornarmene a casa!”), perché – diciamocelo francamente – il suo avvento non ha per niente migliorato, rispetto a Filippi, lo score del Palermo: sesto era allora e sesto è rimasto.

By L'Italiano , in Sport , at 27/03/2022

Lega Pro. A Campobasso il Palermo coglie il pareggio ma avrebbe meritato la vittoria

E’ il passaggio cruciale di una partita giocata tutta sul filo di rasoio dei nervi più scoperti, mai tenuta in pugno dall’arbitro calabrese che non posso esimermi dall’indicare come il peggiore in campo: mai visto, in settant’anni di frequenza di stadi e partite, un arbitro che si rimangi una decisione solo perché la squadra che l’avrebbe subita … gliel’ha fatta cambiare a furia di urla, e non so che altro.

By L'Italiano , in Sport , at 07/02/2022

Pagina successiva »