Wednesday, June 12, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Critica Teatrale a cura di Mary Maria Mazza – “Il Compleanno” (The birthday party) di Harold Pinter: la colpa di essere liberi

Ha preso ufficialmente il VIA l’ edizione numero 15  del “Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza – Premio Italia a Tavola. ”. Il sondaggio promosso da Italia a Tavola (diretta da Alberto Lupini) ha, da sempre, lo stesso obiettivo: dare la possibilità al grande pubblico di esprimere le proprie preferenze ed eleggere – attraverso una “gara” amichevole che vuole rafforzare lo spirito di quadra nell’ Horeca – i sei professionisti che si sono spesi al meglio nella valorizzazione dell’enogastronomia e dell’accoglienza made in Italy l’anno scorso


di Mary Maria Mazza per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – “Il compleanno” è in scena a Roma alla Sala Umberto dal 31 gennaio al 12 febbraio 2023.Un’opera teatrale in scena per la prima volta il 28 aprile 1958 all’Arts Theatre di Cambridge diretta da Peter Wood; è una delle pièce più̀ apprezzate e rappresentate di Harold Pinter, che la scrisse a soli 27 anni, influenzato dal teatro dell’assurdo di Samuel Beckett e dalla lettura del Processo di Franz Kafka, di cui lo stesso Pinter realizzò nel 1993 una sceneggiatura cinematografica. La vicenda di Compleanno parte da una situazione apparentemente innocua per poi sfociare nell’inverosimile per via dei suoi personaggi. Individui paurosi, isolati dal mondo in uno spazio ristretto, infelici ma al sicuro. Fintantoché́ non arriva qualcosa o qualcuno, a scuotere il loro pertugio e a rappresentare una minaccia. Un teatro che mette in scena individui soffocati dalla repressione, spesso neanche consapevoli della loro condizione, anzi convinti di essere in effetti uomini totalmente liberi. Peter Stein riprende, dopo la sua fortunata edizione di Ritorno a casa, il suo personale viaggio nella straordinaria drammaturgia pinteriana e lo fa con un testo giovanile del grande autore inglese e con una cosiddetta “commedia della minaccia”, ovvero una commedia dall’inizio apparentemente normale che evolve in situazioni assurde, ostili o minacciose. In scena alcuni dei suoi attori più̀  “ fedeli ” come Maddalena Crippa, Alessandro Averone e Gianluigi Fogacci. “63 anni che sono passati dalla creazione del Compleanno      

di Harold Pinter non hanno tolto niente del suo effetto enigmatico ed inquietante. Un tipo perdente con un passato non molto chiaro è raggiunto da questo passato, messo sotto terrore e con forza cambiato in un uomo che segue rigorosamente le regole ferree della vita quotidiana.

L’atmosfera di una minaccia continua non smette mai – come nella vita di tutti noi – di dominare qualsiasi azione, La domanda: chi siamo noi? Alla quale non possiamo mai rispondere perché́ una falsa o oscura memoria si mischia con la nostra voglia di metterci in scena, sta al centro di questo compleanno d’orrore.

                                                                                 Mary Maria Mazza

Edoardo Raspelli Personaggio dell’anno

dell’enogastronomia e dell’accoglienza

Ha preso ufficialmente il VIA l’ edizione numero 15  del “Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza – Premio Italia a Tavola. ”. Il sondaggio promosso da Italia a Tavola (diretta da Alberto Lupini) ha, da sempre, lo stesso obiettivo: dare la possibilità al grande pubblico di esprimere le proprie preferenze ed eleggere – attraverso una “gara” amichevole che vuole rafforzare lo spirito di quadra nell’ Horeca – i sei professionisti che si sono spesi al meglio nella valorizzazione dell’enogastronomia e dell’accoglienza made in Italy l’anno scorso…

Confermate anche per quest’anno le categorie, che sono sei: Cuochi, Pizzaioli e Panificatori, Pasticceri, Sala e Hotel, Barman, Opinion leader. I candidati sono 36 per ciascuna categoria, per un totale di 216 professionisti che gareggiano per conquistare il titolo di “Personaggio dell’anno”. La pagina con tutti i nomi dei candidati, per i quali si possono esprimere fino a 3 preferenze per categoria. I risultati come sempre sono visibili in tempo reale, sia sulla pagina dedicata, all’interno del sito, sia in homepage all’interno di un apposito box. Quest’anno c’è un’ ulteriore implementazione delle garanzie sulla sicurezza delle votazioni: in caso venissero riscontrate delle situazioni anomale nei flussi di voti (magari perché in maniera illecita vengono attivati, ad esempio, sistemi proxy o bot), il candidato oggetto di queste iniziative potrà essere momentaneamente sospeso (per controllare l’origine dei voti) e nel caso di accertate pratiche illecite sarà squalificato e non accederà ai turni successivi. Inoltre la durata del sondaggio è stata ridotta da 9 a 6 settimane (da qui lo spostamento a gennaio dell’avvio). Il 1° turno (in programma dalle 12 del 30 gennaio alle 12 del 20 febbraio) avrà una durata di 3 settimane e comporterà il passaggio da 36 a 12 candidati per ognuna delle 6 categorie; il 2° turno durerà 2 settimane, dalle 17 del 20 febbraio alle 12 del 6 marzo (al termine i candidati scenderanno a 6); il 3° turno durerà una sola settimana, dalle 17 del 6 marzo alle 12 del 13 marzo, nella quale il pubblico voterà i 6 finalisti di ciascuna categoria per decretare chi saranno i “Personaggi dell’anno”. L’obiettivo dell’ edizione numero 15 del sondaggio è confermare i grandi numeri del 2022 che hanno visto votare, complessivamente, quasi 700.000 utenti, con il picco massimo del primo turno (226.716 voti). Le premesse ci sono tutte: è già possibile immaginarsi sfide imperdibili. Tra i cuochi, per esempio,  Antonino Cannavacciuolo sfida  Enrico Bartolini, ma anche Rocco Pozzulo, già vincitore del sondaggio e presidente della Federazione italiana cuochi.

Ma non è finita qui. Tra i maestri del pane e della pizza ci sono grandi nomi: Ciro Salvo sfida, tra gli altri, due pezzi di novanta come Gino Sorbillo e Gabriele Bonci, entrambi già vincitori nelle passate edizioni. Imperdibile poi lo “scontro” tra Sal De Riso e Iginio Massari nella categoria Pasticceri. Tra i candidati per Sala e Hotel spiccano i nomi di Paolo Porfidio, Alessandro Scorsone e Luca Vissani: tutti e tre hanno già conosciuto il sapore dolce della vittoria negli scorsi anni. Stesso discorso per Tony Berry, Marina Milan e Carmine Perciballi tra i Barman.

Curiosa, infine, la sfida tra gli Opinion leader. Tanti, anche in questo caso, i nomi da tenere sottocchio: Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli da Masterchef, ma anche Chef Hiro e Ettore Prandini, presidente di Coldiretti. Tra i 36 candidati della categoria non mancano vincitori del passato: Chiara Maci, Edoardo Raspelli e Roberto Valbuzzi…

Per celebrare il  traguardo dei 15 anni cosa c’è di meglio di festeggiare un compleanno così importante in compagnia? Tra le novità della 15ª edizione c’è, infatti, un gradito ritorno: verso la fine della primavera tornerà il grande evento nel quale verranno premiati tutti i vincitori del sondaggio!! (anche quelli delle scorse due edizioni).

                                                                                               Mary Maria Mazza

Testatina rossa

Comments


Lascia un commento