Sunday, June 23, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


In diretta streaming sulla web tv di Radio Radicale, su AracneTv e su Facebook sulle pagine Umberto Baccolo, Folsom Prison Blues e Sbarre di zucchero

Presentato e organizzato dai curatori della pagina Folsom Prison Blues, e militanti del Partito Radicale e membri del direttivo di Sbarre di Zucchero Umberto Baccolo (esponente del consiglio direttivo di Nessuno tocchi Caino e portavoce del Comitato Riforma Giustizia, collaboratore di testate giornalistiche e regista) ed Elisa Torresin (attivista per I diritti umani e socio di Nessuno tocchi Caino).


dalla Redazione Romana del Quotidiano l’Italiano

ROMA – Lunedì 14 alle ore 18 fino alle 21.30, in diretta streaming sulla web tv di Radio Radicale, su AracneTv e su Facebook sulle pagine Umberto Baccolo, Folsom Prison Blues e Sbarre di zucchero:

PRESENTAZIONE CON L’AUTORE DEL NUOVO LIBRO “DE INIUSTITIAE EXECRATIONE” DEL DOTTOR OTELLO LUPACCHINI, MAGISTRATO E GIUSFILOSOFO

LA TEMATICA

La serata parlerà dello stato della Giustizia in Italia oggi, prendendo spunto dalla presentazione del libro del dottor Otello Lupacchini, che racconta una storia emblematica: il procedimento disciplinare da lui subito davanti al CSM con le accuse sia di aver criticato l’evanescenza delle inchieste di Gratteri ed il di lui evitare il coordinamento e le comunicazioni riguardo le indagini più importanti con la Procura Generale, sia di aver condiviso sui suoi social una raccolta firme in difesa del collega Facciolla, delegittimando quindi il CSM che lo aveva trasferito. Per questo procedimento, Lupacchini, magistrato integerrimo e prestigioso, ha subito, al termine di una carriera brillante come poche, un trasferimento da Catanzaro a Torino, degradato da Procuratore Generale a Sostituto e ha perso tre mesi di anzianità. Se non che la Cassazione, pur di non entrare nel merito della vicenda, ha dichiarato decaduta la sentenza concludendo quindi l’intera vicenda con un nulla di fatto, dopo tanto rumore: come se avessero scherzato per 4 anni.
Una grande ingiustizia ed una storia assurda, che sarà punto di partenza per il parterre di prestigiosi ospiti per parlare di come l’Italia sia ostaggio oggi di una Giustizia usata spesso per colpire i propri nemici ideologici o per ragioni carrieristiche e mediatiche all’insegna del populismo penale. Sullo sfondo una guerra tra garantismo e giustizialismo che spesso significa tra politica e magistratura. Tutto ciò porta conseguenze drammatiche come un eccesso inquietante dell’utilizzo delle custodie cautelari in carcere, una spettacolarizzazione delle inchieste con gogne mediatiche che travolgono la vita di persone condannate in anticipo dalla stampa solo perché indagate, distruggendone la reputazione per sempre, anche quando poi vengono assolte, o come le recenti vicende attorno al tentativo di salvare l’ergastolo ostativo nonostante la sua incostituzionalità, ma anche il fatto che quest’anno il numero di suicidi in carcere sia il più alto di sempre, quasi 80.

IL PROGRAMMA

Alle 18 Umberto Baccolo e Elisa Torresin (Delfina Unno Pastalunghi) dialogheranno con Otello Lupacchini sul suo libro e sullo stato della Giustizia.
Alle 18.30 ognuno degli ospiti farà un breve intervento nel quale liberamente commenterà o approfondirà una o più delle tematiche affrontate nel libro o nel precedente dialogo.
Alle 21 il dottor Lupacchini risponderà alle argomentazioni più significative proposte dagli ospiti o alle loro riflessioni sul suo libro, traendo poi in un breve dialogo finale con Baccolo e Torresin le sue conclusioni.

I MODERATORI

Presentato e organizzato dai curatori della pagina Folsom Prison Blues, e militanti del Partito Radicale e membri del direttivo di Sbarre di Zucchero Umberto Baccolo (esponente del consiglio direttivo di Nessuno tocchi Caino e portavoce del Comitato Riforma Giustizia, collaboratore di testate giornalistiche e regista) ed Elisa Torresin (attivista per I diritti umani e socio di Nessuno tocchi Caino).

GLI OSPITI

Parteciperanno: Ilario Ammendolia, giornalista e saggista, direttore di Riviera – Alessandro Barbano, giornalista, saggista e accademico, condirettore de Il Corriere dello Sport, già direttore de Il Mattino – Rita Bernardini, presidente di Nessuno tocchi Caino, consigliere generale del Partito Radicale, già deputata, membro della Commissione Giustizia della Camera e segretario nazionale dei Radicali italiani – Maria Brucale, avvocato, Responsabile della Commissione del Tribunale di Sorveglianza della Camera Penale di Roma e membro della Commissione Diritti Costituzionali dell’Ordine degli Avvocati – Andrea Colombo, giornalista firma de Il manifesto e saggista- Santi Consolo, magistrato in pensione, già direttore del DAP, membro del Consiglio Superiore della Magistratura, del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria e Procuratore Generale di Catanzaro e Caltanissetta – Michele De Lucia, politico, giornalista e saggista, già Tesoriere di Radicali Italiani e consigliere economico del Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati, fondatore di Anticlericale.net – Alessandro Diddi, avvocato, Promotore di Giustizia nel Tribunale del Vaticano, professore universitario – Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, segretario della Camera dei Deputati e già suo vicepresidente, giornalista – Ivano Iai, avvocato, docente universitario, Presidente del Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari, saggista – Simonetta Matone, deputato della Lega per Salvini Premier, magistrato in pensione, già magistrato di sorveglianza, sostituto procuratore del Tribunale dei Minori di Roma, vice direttore del DAP, capo della segreteria del Ministro della Giustizia Vassalli, capo del Gabinetto del Ministro per le Pari Opportunità, fondatrice dell’Associazione Donne Magistrato Italiane – Tiziana Maiolo, giornalista, saggista e politica, già tre volte deputata, presidente della II° Commissione Giustizia della Camera e membro della Commissione Bicamerale Antimafia e della Giunta per le autorizzazioni a procedere – Giuseppe Rossodivita, avvocato e politico radicale, segretario del Comitato Radicale per la Giustizia “Piero Calamandrei”, già presidente della Commissione Giustizia del Partito Radicale e Capogruppo in Consiglio Regionale del Lazio della Lista Bonino-Pannella – Piero Sansonetti, giornalista, opinionista televisivo e saggista, direttore de Il Riformista, già direttore di l’Unità, Liberazione, Gli Altri, Cronache del garantista, Il Dubbio, Calabria Ora – Enrico Seta, consigliere parlamentare in pensione, fondatore e presidente del Comitato Riforma Giustizia, già capo della Segreteria tecnica del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e direttore scientifico di italiadecide – Associazione per la qualità delle politiche pubbliche

OTELLO LUPACCHINI
In magistratura dal 1979, è stato pretore a Riesi (CL), giudice di Corte d’Assise a Bologna, giudice istruttore penale, giudice per le indagini preliminari e Sostituto Procuratore Generale presso il Tribunale di Roma, Ispettore generale capo presso il Ministero della Giustizia, Procuratore Generale a Catanzaro, sostituto Procuratore Generale a Torino, componente della Commissione per l’applicazione delle speciali misure di protezione ai testimoni ed ai collaboratori di giustizia, consulente delle Commissioni Parlamentari d’inchiesta Antimafia e Mitrokin, docente universitario.
Impegnato da sempre sui fronti caldi della criminalità organizzata, comune, politica e mafiosa, si è occupato, fra l’altro, della Banda della Magliana, dei Nar, degli omicidi del PM Mario Amato, del banchiere Roberto Calvi, del generale americano Lemmon Hunt, del professor Massimo D’Antona, nonché della strage di Bologna e della strage brigatista di via Prati di Papa.
Autore di molti libri sulla storia criminale italiana, romanzi e saggi, ha tenuto un blog su Il Fatto Quotidiano e scrive su Il Riformista.

Il libro è pubblicato da Città del Sole Edizioni

Testatina rossa

Comments


Lascia un commento