Friday, April 19, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Per un volo Ita Airways Roma Bologna che è stato cancellato riconosciuti ai passeggeri 250 euro di rimborso: vittoria dei consumatori

Un disservizio che ha portato non pochi disagi per i passeggeri desiderosi di raggiungere la città bolognese. I viaggiatori, però, grazie all’assistenza gratuita di ItaliaRimborso, possono ottenere 250 euro come compensazione pecuniaria. Sembra che la cancellazione, infatti, sia dovuta a problematiche della compagnia aerea ed il team sostiene che ci possano essere gli estremi per l’applicazione del Regolamento Comunitario 261/2004.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Rubriche , at 14/06/2023 Tag: , , , ,

di Gianfranco Simmaco per il Quotidiano l’Italiano

ROMA – Una mattinata certamente da dimenticare per moltissimi passeggeri Ita Airways, alle prese con la cancellazione improvvisa da parte della compagnia aerea. Il volo Roma Bologna AZ1311, infatti, nella giornata di oggi, mercoledì 14 giugno, è stato cancellato, rovinando tutti i piani programmati per i viaggiatori diretti in Emilia-Romagna.  

I passeggeri, quindi, non si sono potuti imbarcare sul volo in partenza alle 09:40, rimanendo all’aeroporto di Roma Fiumicino.

Un disservizio che ha portato non pochi disagi per i passeggeri desiderosi di raggiungere la città bolognese. I viaggiatori, però, grazie all’assistenza gratuita di ItaliaRimborso, possono ottenere 250 euro come compensazione pecuniaria. Sembra che la cancellazione, infatti, sia dovuta a problematiche della compagnia aerea ed il team sostiene che ci possano essere gli estremi per l’applicazione del Regolamento Comunitario 261/2004.

Per contattare Italia Rimborso è possibile farlo, segnalando direttamente il volo cancellato Ita Airways Roma Bologna, con il form presente nel sito italiarimborso.it.

ITA Airways passenger aircrafts at Fiumicino airport, February 7, 2023. Photo by Alessia Pierdomenico

Se il tuo volo è stato cancellato potresti avere diritto ad un rimborso aereo

Per “cancellazione volo” s’intende l’evento per cui un volo originariamente previsto dalla compagnia aerea venga cancellato in un momento successivo. Il verificarsi di tale situazione è contemplato e disciplinato dal Regolamento 261/2004/CE, il quale attribuisce ai passeggeri che godano di regolare prenotazione, per un volo in seguito cancellato, il diritto a ricevere adeguata assistenza durante la permanenza in aeroporto, ad essere imbarcati su un volo alternativo e, in alcuni casi, a beneficiare di una compensazione economica a titolo di risarcimento per il disagio subito.


La compagnia aerea non riprotegge

Quando un volo viene cancellato, la compagnia aerea ha l’obbligo di assistere i passeggeri. Per minimizzare il disagio arrecato, la prima misura è la cosiddetta riprotezione, cioè l’offerta gratuita di un volo alternativo nel più breve tempo possibile. L’alternativa alla riprotezione, qualora il passeggero non accetti la proposta di riprotezione, è il rimborso immediato dell’intero importo del biglietto aereo, comprensivo di tasse aeroportuali.

Qualora fosse possibile concordare un ricollocamento in altro volo, la compagnia aerea deve fornire i seguenti servizi:

  • pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa;
  • adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
  • trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
  • due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o mail.

Nel caso in cui la compagnia non dovesse fornire tali servizi, TUTTE LE SPESE SOSTENUTE E CERTIFICATE (conservare tutti gli scontrini!) dovranno essere rimborsate!


Ulteriori danni e disagi causati dalla cancellazione

Se il volo cancellato ha procurato ulteriori danni o disagi è possibile agire per ottenere il risarcimento dei danni subiti conseguentemente. In questi casi è molto importante conservare tutte le ricevute, fatture e ticket che possono essere utilizzati per dimostrare/quantificare il danno subito.


Atterraggio presso altra destinazione

Se la compagnia, per cause di forza maggiore dovesse decidere di atterrare in un aeroporto diverso da quello previsto, i passeggeri hanno il diritto ad essere trasportati (A TOTALE CARICO DELLA COMPAGNIA STESSA) fino all’aeroporto di arrivo inizialmente previsto. In caso contrario, tutte le spese sostenute per raggiungere l’aeroporto dovranno essere rimborsate!


Casi in cui cessa il Diritto alla Compensazione Pecuniaria

  1. 1. La compagnia aerea dimostra che la cancellazione volo è stata causata da circostanze eccezionali (avverse condizioni meteorologiche, allarmi per la sicurezza, scioperi, etc.)
  2. 2.Il passeggero è stato informato della cancellazione voli:
    1. 2.1 con almeno due settimane di preavviso;
    2. 2.2 nel periodo compreso tra due settimane e sette giorni prima della data di partenza e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo con partenza non più di due ore prima rispetto all’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo quattro ore dopo l’orario originariamente previsto;
    3. 2.3 meno di sette giorni prima e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo con partenza non più di un’ora prima dell’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo due ore dopo l’orario originariamente previsto.

Comments


Lascia un commento