Friday, February 3, 2023
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro. Catanzaro devastante: asfaltata la Turris

Aquile volano in testa alla classifica infliggendo una vera e propria grama figura ai corallini. Praticamente non c’é stata storia e i giallorossi hanno dilagato chiudendo il risultato già a fine del primo tempo. La quaterna esce ancora alla fine del match


di Riccardo Colao (Il punto del direttore del Quotidiano l’Italiano)

TORRE DEL GRECO – Il Catanzaro di Vivarini, e il Crotone di Padalino appaiate in testa a 13 punti se la son vista rispettivamente contro Turris e Juve Stabia entrambe a quota 10. Nel bel mezzo c’era il Pescara sulla vetta “Dodici” che ha affrontato il Monterosi Tuscia e almeno sulla carta avrebbe avuto il compito più facile.

Ma sul campo di Torre del Greco già al primo tempo i giallorossi calabresi volavano in testa a quota 16 dopo che il “pur bravo” Perina (portiere Turris) aveva raccolto “tre pere” in fondo alla rete mentre il Crotone, addirittura scavalcato dal Pescara vincente sui viterbesi del Monterosi scivolava al terzo posto.

Un primo tempo spettacolare disputato dal Catanzaro. Forse il più bello in assoluto, almeno nei match sin qui disputati, con almeno il 90% del possesso palla e i locali alla continua ricerca di un bandolo della matassa che potesse dare loro modo di sbrogliare la grama figura che offrivano ai propri sostenitori.

Abbiamo avuto l’impressione di assistere ad un confronto dove la diversità di potenziale e di schemi tattici, oltre che si print tecnico, appariva troppo evidente per potersi considerare ad armi pari. Da una parta “super-eroi” dall’altra atleti con spirito di sacrificio ma fiaccati dallo strapotere del palleggio veloce, rapido, ficcante, ubriacante delle Aquile che hanno artigliato il risultato e non hanno avuto pietà nel graffiare e fare male.

La “cattiveria” invocata da mister Vivarini sprizzava da tutti i pori della pelle dei ragazzi dell’US Catanzaro 1929. Nella ripresa con Iemmello, i calabresi, calavano il consueto poker mentre a quasi dodici minuti dal termine, dallo stadio Ezio Scida, perveniva la notizia del vantaggio del Crotone sulla Juve Stabia mentre il Pescara raddoppiava il vantaggio ma alla fine si vedeva raggiunge e pareggiare dal Monterosi. Per gli “squali” era i nuovo riaggancio al top della classifica e il sorpasso sugli adriatici.

21 le marcature prodotte dalla “fabbrica del gol” costruita dal presidente Noto, contro i soli due subiti (quelli a Cerignola). 5 vittorie, un pareggio. I rossoblu dello Jonio solo la metà (10) rispetto ai cugini con 3 reti incassate.

Visto da questi dati, il Catanzaro appare un gigante, però nel calcio, soprattutto in Lega Pro, non è facile essere sicuri di nulla ed è sempre preferibile restare con i piedi a terra e la testa sulle spalle..

Non a caso, al termine di questa giornata, possiamo segnalare addirittura quattro vittorie esterne (oltre a quella giallorossa): Latina che espugna Viterbo con un sonante 5 a 0, Monopoli prevaricatore per 2 a 1 sul Picerno, il Gelbison corsaro per 1 a 0 sul Cerignola.

Con questo successo il Catanzaro sfata un altro tabù: non aveva mai vinto a casa della Turris e invece il primo ottobre del 2022 riesce a svettare con un passivo così pesante che sicuramente resterà nella storia

Come sempre per il lettori che avvertono la necessità di rileggere al “rallenty” le fasi complete della partita vadano oltre questo primo articolo e troveranno puntuale la cronaca di Lorenzo Fazio, attentissimo come sempre a ricostruirle nei mini dettagli. Per tutti l’appuntamento è per Sabato 8 ottobre ad Andria contro la Fidelis! Giallorossamente vostro…

Riccardo Colao

La formazione iniziale entrata in campo
Il riepilogo delle gare tra Turris e Catanzaro prima del 1 Ottobre 2022. Con la vittoria odierna il Catanzaro sfata il tabù e perviene alla prima storica vittoria sul campo della Turris

UN MAGICO POKER MANTIENE IN QUOTA E IN IN VOLO I GIALLOROSSI DEL SUD CHE STRAPAZZANO LA TURRIS GIOCANDO COME IL GATTO COL TOPO –

di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

TORRE DEL GRECO – Spettacolo al “Liguori”! E il protagonista dello show è il Catanzaro di Vincenzo Vivarini che stravince dominando a Torre del Greco contro la Turris e continua a lanciare segnali al campionato sul ruolo da “regina” che potrebbe recitare fino alla fine.

Dominio su tutti i fronti delle Aquile giallorosse che regalano un’immensa soddisfazione ai 262 tifosi al seguito, giunti dalla Calabria e non solo. Una sola novità di formazione nel Catanzaro con l’innesto di Pontisso per il geometra Ghion a centrocampo, per il resto undici invariato per la banda Vivarini. Due ex di turno nella Turris con il solito Giannone, vice capitano dei locali, e il difensore Di Nunzio. Avvio sprint dei calabresi che già al 5′ si fanno avanti con una splendida apertura sulla destra di Iemmello che porterà al tiro proprio lo stesso numero 9, con la prima conclusione del match che finisce di poco a lato. Al 9′ conclusione forte ma centrale di Sounas, facile preda di Perina. Grande facilità di giro palla e di manovra del Catanzaro, “padrone del campo e del giuoco” come citava sempre Silvio Berlusconi parlando del suo Milan.

Al 12′ occasione per Vandeputte. Liberatosi in area, dopo un cross dalla destra, conclude a botta sicura trovando la risposta di un miracoloso Perina. L’azione prosegue e Pontisso ci prova dalla distanza ma la conclusione è debole. Un minuto dopo cross in piena area locale e la retroguardia è costretta a mettere il pallone in angolo. Quanti rischi per la Turris e Catanzaro che prosegue il suo assedio. Al 15′ Vandeputte pennella una palla d’oro per il colpo di testa a botta sicura di Iemmello che trova una risposta incredibile di Perina sulla linea. Ma è tutto fermo…offside! Al 17′ ci prova anche capitan Martinelli da fuori area. Sopra la traversa! Al 20′ occasionissima per Biasci in mischia con il suo tiro a botta sicura murato dalla difesa della Turris. Al 21′ il vantaggio giallorosso finalmente arriva e meritatamente. Cross basso di Sounas in area e deviazione sfortunata dell’ex Di Nunzio nella propria porta. 1 a 0 Catanzaro a Torre del Greco.

La partita subisce una fase di stallo dopo il vantaggio giallorosso e per il raddoppio giallorosso bisognerà attendere il minuto 34 con un colpo da biliardo di collo pieno di Sounas che insacca alle spalle di Perina. Che rientro per Sounas dopo la squalifica con un goal procurato e uno realizzato che valgono un prezioso doppio vantaggio. Al 37′ cross di Pontisso per l’accorrente Scognamillo che, di prima intenzione, consegna a Biasci il goal del tris del Catanzaro e il tripudio della panchina giallorossa e dei tifosi. Si va al riposo con gli ospiti avanti di tre goal e l’unica squadra in campo è il Catanzaro.

Nella ripresa il Catanzaro prosegue il suo dominio e al 46′ Iemmello si invola verso la porta avversaria ma la sfera rimbalza male e si allunga per il bomber catanzarese. Al 57′ primo tiro della gara per la Turris con Maniero ma la sua conclusione è forte ma fuori misura e finisce sul fondo. Al 58′ ecco la firma del “Re”. Piatto destro di Iemmello che la piazza “dove il sole non sorge”, su assist perfetto del subentrato Cinelli, e chiude la partita. Al 63′ gloria anche per Fulignati che risponde alla grande sul lampo di Vito Leonetti. Girandola di cambi da entrambi le parti con Curcio, Gatti, Bombagi e Cianci scelti da Vivarini a gara in corsa per portare a casa il risultato. Al 78′ fantastica conclusione dalla distanza di Cianci che trova una grande opposizione di Perina. Due minuti dopo gran volata di Situm che supera in velocità il suo diretto avversario provocandone il giallo. Che giocatore il croato che continua a dimostrare tutto il suo valore. Al minuto 89 punizione di Cianci respinta dalla barriera che precede il recupero e chiude di fatto l’incontro. Al triplice fischio è festa giallorossa con questo fantastico poker che lancia sempre di più la squadra al vertice della classifica. Prossimo turno sarà nuovamente di sabato in trasferta ad Andria, con gara anticipata alle 14.30.

IL TABELLINO DI TURRIS – CATANZARO

Marcatori: 21’pt aut. Di Nunzio 33’pt Sounas 38’pt Biasci 13’st Iemmello

TURRIS (3-4-3) : Perina; Manzi, Di Nunzio, Boccia; Acquadro, Taugourdeau (21’st Haoudi), Gallo, Invernizzi (29’st Finardi); Leonetti (35’st Stampete), Giannone (21’st Ercolano), Maniero (21’st Longo). All. Padalino. A disp: Donini, Fasolino, Vitiello, Di Franco, Nocerino,, Aquino, Rizzo, Finardi, Longo.

CATANZARO (3-5-2) : Fulignati; Martinelli (14’stGatti), Brighenti, Scognamillo; Situm, Sounas (23’st Bombagi), Pontisso (1’st Cinelli), Verna, Vandeputte; Biasci (29’st Cianci), Iemmello (14’st Curcio). All. Vivarini. A disp: Sala, Chilà, Tentardini, Welbeck, Fazio, Ghion, Mulè, Katseris.

ARBITRO: Di Marco di Ciampino. Assistenti : Votta – Licari. Quarto ufficiale: Pacella.

Note: Spettatori 1520 inclusa quota abbonati e di cui 262 ospiti

I giallorossi nel “cerchio magico” prima dell’incontro con la Turris
La magia dei tifosi Ultras Catanzaro a Torre del Greco

Comments


Lascia un commento