Sunday, December 4, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Lega Pro. Iemmello docet e il Catanzaro fa scuola di calcio

Una doppietta stende la Turris ma presunti fuorigioco limitano il passivo alla compagine campana con ben due gol annullati e altre occasione sprecate


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Il Catanzaro supera la Turris per due reti a zero, con un Iemmello in grande spolvero, e consolida il secondo posto alle spalle delle inseguitrici Avellino, Francavilla, Monopoli e Palermo. Una vittoria importante per la squadra di mister Vivarini che dà seguito all’ottimo successo esterno di Messina e mantiene alto l’entusiasmo in casa giallorossa. Ore prima della gara movimentate a causa di alcune positività al Covid19 emerse nel gruppo squadra della Turris (saranno cinque in totale). Tam tam di notizie sul web e sui social sul posticipo del fischio d’inizio ma l’ufficialità arriva poco prima dell’incontro che dalle 14.30 viene posticipato alle 15.15.

Giornata molto fredda a Catanzaro e per pochi intimi tra gli spettatori, nulla in confronto del meraviglioso colpo d’occhio visto col Bari. Partenza super del Catanzaro che fa subito capire quale piega deve prendere il match. Carlini serve sulla destra l’accorrente Bayeye, cross nel mezzo per Biasci che non ci arriva ma è lesto Vandeputte a girare al volo verso la porta dove Perina non trattiene e la palla finisce in fondo al sacco. Aquile in vantaggio al primo minuto di gioco e grande entusiasmo dei tifosi sugli spalti.

Il Catanzaro continua a macinare gioco mentre la Turris sembra subire il colpo delle sfuriate giallorosse oltre alle difficili ore precedenti al match. Minuto 11 con Vandeputte che si invola sulla sinistra e serve in area Iemmello, anticipo secco su Di Nunzio e piatto destro da fuoriclasse per il goal del raddoppio del Catanzaro. Un colpo da 90 per l’attaccante giallorosso che trova il suo primo goal al “Ceravolo” sotto la curva ovest.

Pietro Iemmello la gioia dopo il gol. L’attaccante catanzarese ha disputato una partita superlativa dimostrando di essere

Arriverebbe anche il tris giallorosso con il tocco ravvicinato di Verna, su colpo di testa di Gatti dagli sviluppi di un corner, ma viene ravvisato l’offside. La Turris risponde con qualche buon fraseggio ma dalle parti di Branduani le occasioni non sono molte. Le uniche degne di nota sono una fiondata di Zampa e un piatto destro di Leonetti ben respinto con i piedi dall’estremo difensore giallorosso, oggi al rientro nell’undici titolare. L’ultima occasione del primo tempo è un contropiede per il Catanzaro con Iemmello che, entrato in area, potrebbe calciare a rete ma serve il ben posizionato Fazio che manda clamorosamente fuori. Finisce così un primo tempo ben giocato dal Catanzaro e di divertimento per il pubblico presente.

La ripresa inizia sulla stessa riga del p.t. con il Catanzaro ad aver saldamente in mano il possesso palla e a creare occasioni. Iemmello disegna calcio e va vicino al bis personale con un delizioso “cucchiaio” che colpisce la traversa e viene insaccato da Carlini. Fuorigioco!

Ma la verità è che Il 90 giallorosso è un giocatore ritrovato, non sbaglia praticamente un colpo venendo a prender palla tra le linee e servendo i compagni con passaggi di prima intenzione e tocchi di alta scuola. Un vero spettacolo vederlo oggi in campo. Arriverebbe anche il secondo goal di Iemmello ma l’assistente di linea alza la bandierina sul sinistro vincente dell’attaccante. Occasione da goal non concretizzata anche per Biasci e inizia la girandola di cambi nel Catanzaro dove ci sarà spazio per Sounas, Cinelli, Vazquez, Tentardini e negli ultimi spiccioli dell’incontro sarà anche la volta di Rolando, al rientro dal lungo infortunio che l’ha tenuto fuori dal campo per diversi mesi. Occasione per la Turris con la rovesciata di Longo che finisce alta sopra la traversa mentre il Catanzaro risponde con “El Cabezon” Vazquez che si beve il diretto avversario ma apre troppo il piatto destro che finisce sul fondo.

Al triplice fischio è 2 a 0 il risultato finale, che poteva essere più rotondo, ma va bene così per i giallorossi calabresi che ricevono i meritati applausi a fine gara dal proprio pubblico, così come i calciatori della Turris da parte dei fedelissimi giunti da Torre del Greco a seguito della squadra.

Ora si profila al prossimo orizzonte la difficile trasferta di Castellammare di Stabia per un Catanzaro che, dopo la sconfitta col Bari, sembra tornata un’isola felice con un Iemmello in più. L’isola del 90! 

Le squadre al fischio d’inizio sul manto del Ceravolo


IL TABELLINO DI CATANZARO TURRIS

Marcatori: 1′ Vandeputte 11’pt Iemmello

CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Scognamillo, Fazio, Gatti; Bayeye  (41’st Rolando), Carlini (19’st Sounas), Maldonado (19’st Cinelli), Verna, Vandeputte (33’st Tentardini); Iemmello, Biasci (33’st Vazquez). All. Vivarini. A disp: Nocchi, Romagnoli, De Santis, Martinelli, Welbeck, Bombagi, Bjarkason.

TURRIS (3-5-2) : Perina; Di Nunzio, Sbraga, Varutti (14’st Zanoni); Ghislandi, Finardi, Franco (37’st Iglio), Zampa, Nunziante; Leonetti, Longo. All. Caneo. A disp: Abagnale, Giannone, Zanoni, D’Oriano, Nocerino.

Arbitro: Claudio Petrella di Viterbo Assistenti di linea: Nicola Tinello di Rovigo e Federico Pragliola di Terni. Quarto ufficiale: Mario Saia di Palermo

Note: Spettatori 1936 (1105 paganti + 831 abbonati), Ammoniti: Scognamillo, Zampa, Fazio

Il pullman che ha condotto la squadra della Turris e che al ritorno ha preso la strada di casa con un passivo di soli due gol nel vano portabagaglio

Comments


Lascia un commento