Friday, December 9, 2022
Quotidiano Nazionale Indipendente


Playoff Lega Pro: tra Catanzaro e Padova si decide tutto nel match di ritorno

Davanti a quasi tredicimila spettatori paganti le aquile “vincono ai punti” per possesso palla e volume di gioco mentre i biancoscudati pensano solo a difendersi e rimandano il tutto alla partita che si disputerà in Veneto


di Lorenzo Fazio per il Quotidiano l’Italiano

CATANZARO – Storico debutto del VAR in Lega Pro, prima volta in assoluto in un campo di quel campionato un tempo chiamato solo “serie C”” e molta curiosità anche nei giorni scorsi da parte degli addetti ai lavori su questa situazione. Squadre al completo ma brutta tegola per il Padova poco prima dell’inizio del match con Chiricò che è costretto a fermarsi nel riscaldamento ma va in panchina. Al suo posto Pelagatti per Massimo Oddo che perde uno dei suoi uomini più rappresentativi ed è costretto a mischiare le carte. Avvio equilibrato con le due squadre attente a non scoprirsi e che si studiano a vicenda. Avvio sprint per Biasci con qualche scontro fisico con Pelagatti, che lo atterra in una seconda occasione in maniera irruenta e irregolare. Qualche ottimo scambio tra Sounas e Iemmello, con il 90 che lo libera in maniera sontuosa con un colpo di tacco e loro azioni sono sempre pericolose, tra cui una dubbia con check del VAR ma non c’è tocco di mano in area. Anche il Padova si fa vedere dalle parte di Branduani, è Santini a involarsi sulla sinistra sfuggendo a Martinelli, al suo 98esimo gettone di presenza con il Catanzaro, che è comunque bravo a recuperare e chiudere in angolo. L’occasione più ghiotta del primo tempo è per Iemmello, lanciato a rete da Martinelli da lunga distanza, si invola verso la porta sul filo del fuorigioco ma la sua conclusione non centra la porta e finisce fuori. Anche Pelagatti, che aveva preso il posto di Chiricò dal primo minuto, si ferma per un infortunio al polpaccio sinistro e deve uscire. Al suo posto Gasbarro, 27enne difensore, costretto ad entrare praticamente a freddo. Primi quindici minuti di marca calabrese, Padova in evidente difficoltà. Al 26′ Fazio atterra Saber, alla 34esima presenza stagionale con i biancoscudati, e l’arbitro ravvisa un calcio di punizione da distanza ravvicinata. Capitan Ronaldo, ex di turno, centra la barriera ma dopo una serie di carambole il pallone giunge sui piedi di Valentini che la mette dentro. Tutto fermo, il guardalinee sbandiera l’offside ma il VAR opta per il check regalando qualche minuto di passione ai tifosi giallorossi. Sembrano interminabili ma alla fine il goal viene annullato. Oddo irrequieto in panchina, Tremolada è costretto a richiamarlo. Al 36′ Vandeputte, sempre insidioso con i suoi cross a tagliare, si libera sulla sinistra elegantemente andando al cross costringendo Valentini ad una sbilenca deviazione in corner, guadagnati in serie dal Catanzaro. Un minuto dopo ancora Vandeputte la mette giù meravigliosamente ma la sua conclusione è debole e di poco fuori accompagnata da Antonio Donnarumma, portiere del Padova e fratello del più celebre Gigio campione d’Europa con l’italia ad Euro 2020 e oggi al PSG. Al 40′ Verna in mezzo per Fazio, conclusione volante del 13 giallorosso e smorzata da Gasbarro, entrato benissimo in partita. Al 41′ tiro dalla distanza di Ronaldo, deviato in angolo. Sul finire di frazione gran giocata di tacco di Biasci a liberare Iemmello, il 90 ispira nuovamente per lo stesso Biasci che prova a mettere in mezzo un pallone pericoloso intercettato da Gasbarro. Nel recupero del primo tempo Vandeputte rimedia un giallo per un intervento scomposto su Ronaldo. E’ l’ultima situazione del primo tempo che termina in parità. Nella ripresa la scossa prova a darla Oddo inserendo dal primo minuto Chiricò, uscito all’ultimo minuto dagli undici titolari nel pre-match. Al 52′ Santini si coordina alla grande ma Branduani risponde presente, da ricordare che il portiere giallorosso è rimasto imbattuto per 18 volte in stagione. Al 54′ Donnarumma salva il Padova stendendosi alla grande in tuffo sulla conclusione da fuori area di Vandeputte. Al 58′ Sounas libera Cinelli al tiro, piatto sinistro dell’ex Vicenza e conclusione respinta dalla retroguardia biancoscudata. L’azione successiva porta allo scambio Iemmello-Verna con seguente tocco di mano dubbio in area ma il check del VAR chiarisce il tutto, palla presa nettamente col petto. Primi cambi da entrambe le parti con Carlini che subentra a Cinelli nel Catanzaro e Bifulco, mattatore di coppa al “Ceravolo” e recuperato in extremis, per Dezi nel Padova. Al 63′ grande azione del Catanzaro che coinvolge Bayeye, Carlini, Sounas e Iemmello che libera Biasci alla conclusione, sul fondo di un nulla. Al 66′ Iemmello arpiona in area un pallone difficile ma a centro area nessuno riesce ad arrivare alla conclusione. Al 68′ Biasci è murato in corner mentre Bombagi e Vazquez seguono gli ultimi dettami di Vivarini & staff prima di entrare in campo. Biasci, 13 presenze col Padova nella prima parte di campionato, lascia il posto al “Cabezon”, 9 goal all’attivo che hanno fruttato 18 preziosi punti in campionato, mentre Bombagi rileva Sounas. Al 73′ subito Bombagi, entrato benissimo in partita come Carlini, mette in mezzo per Iemmello che gira di prima verso la porta ma viene bloccato dalla retroguardia ospite e la successiva carambola crea confusione in area e non pochi pericoli al Padova. Al 76′ acrobazia di Valentini che finisce alta dagli sviluppi di un calcio d’angolo di Chiricò, fin qui impalpabile. Minuto 81 e cartellino giallo per Iemmello per un fallo in fase di ripiegamento ma da apprezzare lo spirito di sacrificio del 90 giallorosso. Altri cambi sul finire nel Padova Settembrini e l’altro ex giallorosso Nicastro entrano in campo mentre nel Catanzaro si rivede Cianci, al posto di uno stanco Iemmello, e De Santis per Scognamillo, out per crampi. Anche Gasbarro sul finire di gara prende il giallo dopo aver subito un tunnel da Bombagi con una giocata sontuosa. I tre minuti di recupero finali non portano preoccupazioni alle due squadre, visibilmente stanche al termine di una gara tirata. Tutto rimandato alla sfida di domenica alle 19.00 all'”Euganeo” dove sarà sicuramente spettacolo e grande equilibrio tra queste due grandi squadre. Da lì uscirà la finalista, staremo a vedere!

TABELLINO DI CATANZARO – PADOVA – SEMIFINALE PLAY OFF

Catanzaro (3-5-2): Branduani; Martinelli, Fazio, Scognamillo (40′ st De Santis); Bayeye, Verna, Cinelli (18′ st Carlini), Sounas (27′ st Bombagi), Vandeputte; Biasci (28′ Vazquez), Iemmello (40′ st Cianci). All.: Vivarini

Padova (4-3-3): Donnarumma; Germano, Valentini, Ajeti, Kirwan; Saber (38′ st Settembrini), Ronaldo (1′ st Chiricò), Dezi (18′ st Bifulco); Pelagatti (20′ pt Gasbarro), Santini (38′ st Nicastro), Della Latta. All.: Oddo

Arbitro: Paride Tremolada di Monza

Assistenti: Francesco Cortese di Palermo e Tiziana Trasciatti di Foligno

Comments


Lascia un commento