Thursday, May 30, 2024
Quotidiano Nazionale Indipendente


Tag: Giancarlo Pittelli


Rinascita Scott – Due pesi e due misure. Callipo (18 anni richiesti dall’accusa) assolto. Pittelli (17 invocati dai piemme) riceve lo “sconto” e la condanna a “soli” 11 anni. Da oggi i penalisti, difensori dei malavitosi avranno un problema in più: il pericolo d’essere considerati “complici” dei loro assistiti

Può fessere ritenuto complice del peccatore il Prete che – ricevendo le confessioni della “pecorella smarrita” dopo l’assoluzione dai peccati (persino quelli mortali) – non si precipiti, non corra, a gambe levate in Procura a denunciare quanto venuto a conoscenza?

Il nostro parere è che la condanna di Giancarlo Pittelli, uomo libero e di buoni costumi, sia derivata da un’assurda teoria che deve essere smascherata e ribaltata. Un teorema sfociato in sentenza dai due pesi e dalle due misure. L’esito del verdetto ha riconosciuto l’innocenza dell’ex sindaco di Pizzo ed ex presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo (per cui la Dda di Catanzaro – la stessa che accusa Pittelli – aveva chiesto la condanna a 18 anni di reclusione, uno in più per l’ex senatore) mentre al penalista, al massimo è stato “concesso” (bontà loro) lo sconto di pena.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Economia Editoriali In Evidenza Politica Italiana , at 20 Novembre 2023

Calabria: l’ex. sen Pittelli condannato a 11 anni “Confidiamo nell’appello… Che come i processi Foti, Lucano, Femia, Tortora insegnano come il I° Grado possa sbagliare sull’onda del furore mediatico mentre il II° Grado riporta giustizia, verità e soprattutto equità”.

I giudici del Tribunale di Vibo Valentia hanno assolto poi l’ex sindaco di Pizzo ed ex presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo. Per lui, la Dda di Catanzaro aveva chiesto la condanna a 18 anni di reclusione. Condannato a 14 anni, l’avvocato di Vibo Valentia Francesco Stilo per il quale i pm avevano sollecitato 15 anni. Ed appare evidente come tutto l’impianto accusatorio non potesse reggere privo di prove concrete ma ricco di supposizioni e teoremi. Le condanne più pesanti – 30 anni di reclusione – sono state inflitte a Saverio Razionale, indicato come il boss di San Gregorio d’Ippona e a Domenico Bonavota, ritenuto il boss di Sant’Onofrio. Nell’aula bunker di Lamezia Terme, la presidente del Tribunale di Vibo Brigida Cavasino sta ancora continuando la lettura del dispositivo della sentenza.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana In Evidenza , at 20 Novembre 2023

La Cassazione “libera” Giancarlo Pittelli e la Difesa batte l’Accusa 3 a 0! Palla al centro…

La battaglia che dovranno sostenere (Pittelli e il suo valente collegio difensivo) ora si giocherà sul campo ad armi quasi pari con l’accusa. E si riparte nella consapevolezza oggettiva che altri Giudici e altri tribunali hanno già sentenziato che: non solo latitano gli “indizi” ma non esiste uno “straccio di prova” concreto a parte le chiacchiere e le pinzillacchere legate al “mi hanno detto”, “mi hanno riferito”… “ho saputo che”… Cioè “il nulla mischiato col niente” per usare un gergo caro agli informatori dei colleghi che hanno – sin qui – bevuto tutte le storielle che gli sono state propinate.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 12 Maggio 2023

Giancarlo Pittelli da Reggio arriva la nuova sentenza favorevole: è un uomo libero!

In questa storia – che ricorda tutte le vicende dove le ipotesi accusatorie non sono rette da prove ma da meri convincimenti di chi indaga – se c’é qualcosa che pascola quelle sono le bufale che transitano da un corridoio ad un altro nella speranza che diventino come le “vacche” di fanfaniana memoria… presenti ovunque e sempre uguali.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 17 Marzo 2023

Giancarlo Pittelli: il Tribunale della Libertà ha annullato l’ordinanza cautelare per mancanza di indizi. Il penalista è stato segregato per tre anni (tra carceri e domiciliari) senza alcuna ragionevolezza

“Letta l’ordinanza: sembra semplicemente ACCOLTA IN PIENO LA TESI DELLA DIFESA. E sembra che bene hanno fatto gli avvocati di Giancarlo Pittelli a perseguire con costanza QUESTO RISULTATO , anche ai fini di una “eventuale azione di riparazione per ingiusta detenzione”. E’ pervenuta la dichiarazione dell’avv Gian Domenico Caiazza, difensore di Giancarlo Pittelli: “dopo tre anni e due mesi di privazione della libertà personale, con la umiliazione feroce addirittura del carcere di Bad ‘e Carros per molti mesi, e la distruzione di una intera vita pubblica e privata costellata di successi, riconoscimenti e responsabilità anche politiche, il Tribunale del Riesame di Catanzaro riconosce finalmente la insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza che avevano fino ad oggi legittimato l’accusa a carico dell’avv Giancarlo Pittelli, per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Onore alla onestà intellettuale ed alla indipendenza di questi giudici, innanzitutto, in un contesto tutt’altro che semplice. Ma onore soprattutto a Giancarlo Pittelli, colpito dalla peggiore delle violenze possibili, cioè quella di una accusa ingiusta. Chissà quando si riuscirà finalmente a comprendere che non può accadere nulla di più drammatico ad un essere umano, che essere travolto e distrutto da un’accusa infamante ed ingiusta. Mi auguro che Giancarlo Pittelli sappia trovare la forza per riprendersi quella vita che gli è stata così immotivatamente ed oltraggiosamente distrutta”

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 6 Febbraio 2023

Istanza di scarcerazione per Giancarlo Pittelli. Censurati dalla Cassazione i giudici che hanno frettolosamente respinte le motivazioni della sua richiesta di libertà. Ora è tutto da rifare!

” Si invitano i giudici a considerare che un avvocato difensore non può essere considerato “concorrente esterno” dei suoi clienti sol perché si scambi valutazioni e informazioni lecitamente acquisite. Deve esserci ben altra sostanza. E la Cassazione ricorda ai giudici di Catanzaro alcuni precedenti (che questi dovrebbero conoscere…) di concorso esterno da parte di avvocati: da quello che assume il ruolo di consigliere strategico del boss a quello che aveva recapitato un’informativa riservata ai membri del clan sfruttando i colloqui in carcere, a quello che aveva alterato un bilancio nell’interessa della cosca e che veicolava messaggi minatori a nome e per conto della cosca, ecc.”

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 6 Gennaio 2023

E’ nata “Riforma Giustizia APS” per la Difesa dello Stato di Diritto. Il 27 gennaio il primo evento pubblico nel capoluogo di Calabria

Il primo evento, nel quale verrà presentato ufficialmente l’associazione, sarà a Catanzaro il 27 di gennaio e verrà dedicato al nuovo libro della nostra Presidente d’onore Tiziana Maiolo, con interventi un parterre significativo di giornalisti, avvocati, magistrati e politici tra cui la vedova di Enzo Tortora senatrice Francesca Scopelliti.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana In Evidenza Politica Italiana , at 3 Gennaio 2023

Calabria. A tre anni dal suo arresto, l’avv. Giancarlo Pittelli si è visto accogliere dal tribunale di Vibo una nuova istanza di scarcerazione presentata dai suoi difensori

Il dott. Enrico Seta, coordinatore del Comitato “Appello per Pittelli” che si è battuto assieme a tutti gli iscritti perché venisse riconosciuta ‘assoluta estraneità ai fatti contestati all’ex parlamentare era stato lapidario: “Siamo rimasti in attesa – fiduciosi nell’operato della magistratura giudicante – dello sviluppo degli eventi. Abbiamo sempre sostenuto che la Procura sarebbe stata costretta a trovare rapidamente NUOVE prove dei comportamenti di Pittelli paragonabili a quelli citati dalla Cassazione (o di altri altrettanto gravi: femminicidi, partecipazione a bande terroristiche, traffico di essersi umani, ecc.) per poterlo continuare a tenere in carcere… In mancanza lui avrebbe dovuto essere rimesso in libertà. E così è stato”.

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 19 Dicembre 2022

Istanza di scarcerazione per Giancarlo Pittelli. Censurati dalla Cassazione i giudici che hanno frettolosamente respinte le motivazioni della sua richiesta di libertà. Ora è tutto da rifare!

” Si invitano i giudici a considerare che un avvocato difensore non può essere considerato “concorrente esterno” dei suoi clienti sol perché si scambi valutazioni e informazioni lecitamente acquisite. Deve esserci ben altra sostanza. E la Cassazione ricorda ai giudici di Catanzaro alcuni precedenti (che questi dovrebbero conoscere…) di concorso esterno da parte di avvocati: da quello che assume il ruolo di consigliere strategico del boss a quello che aveva recapitato un’informativa riservata ai membri del clan sfruttando i colloqui in carcere, a quello che aveva alterato un bilancio nell’interessa della cosca e che veicolava messaggi minatori a nome e per conto della cosca, ecc.”

By L'Italiano , in Cronaca Italiana Editoriali In Evidenza , at 24 Novembre 2022

La Cassazione conferma: Pittelli non deve tornare in carcere

Grande la soddisfazione in seno al Comitato che da mesi si batte perché sia riconosciuta la libertà a Giancarlo Pitelli. che ha rilasciato e diramato il seguente comunicato: “Basta con una custodia cautelare che non ha alcuna MOTIVAZIONE fondata sul diritto! Si teme che possa “fuggire”?
Che possa manipolare prove? Oppure che possa reiterare il reato?
Lo si dica con chiarezza! La verità è che Giancarlo è diventato OSTAGGIO di un’inchiesta traballante. Quindi, più l’inchiesta traballa e il teorema rimane appeso in aria, più feroce diventa l’accanimento contro di lui!
Non è questo il modo di amministrare la giustizia in un paese civile!”. Perplessità al DDA catanzarese guidata da Nicola Gratteri

By L'Italiano , in Cronaca Italiana , at 16 Luglio 2022

Pagina successiva »